GLAMILLA
ULTIME NOTIZIE Ticino
CANTONE
24 min
«L'accordo sui frontalieri può essere disdetto unilateralmente»
A dirlo è il parere legale commissionato dal Governo all'Università di Lucerna.
CANTONE
1 ora
No all'obbligo d'indossare la mascherina negli spazi chiusi
Norman Gobbi: «Non sarebbe stata una misura proporzionata visti i pochi casi che ci sono in Ticino»
CANTONE / ITALIA
1 ora
Riciclava soldi per il boss a Lugano
Sequestrati tre milioni di euro a un’avvocatessa di Milano legata al camorrista Vincenzo Guida.
CANTONE / SVIZZERA
3 ore
Tra ritardi e Covid, festeggiamenti ridotti per la galleria del Ceneri
Venerdì 4 settembre l'inaugurazione ufficiale. Inizialmente erano previsti 650 ospiti, ma non sarà così
CANTONE
4 ore
L'uva ticinese ha il suo prezzo
Quattro franchi al chilo per l'uva Merlot destinata a vini DOC. Due franchi al chilo per l'uva in esubero.
BELLINZONA
5 ore
Neonatologia certificata
La Società Svizzera di Neonatologia ha conferito una certificazione di livello IIb al Servizio del San Giovanni.
CANTONE
5 ore
Un nuovo caso di Covid-19 in Ticino, anche un ricovero in più
Il totale d'infezioni da inizio pandemia ha raggiunto quota 3'446. Il numero di decessi resta fermo a 350.
BLENIO
9 ore
«Rilanceremo il cioccolato della Cima Norma»
Gastronomia e cultura. Ecco l’affascinante progetto di Abouzar Rahmani, 39 anni, imprenditore di Morcote.
CANTONE
9 ore
«Annunciarsi in ritardo è da furbi»
La hotline per chi rientra da paesi a rischio Covid lavora a pieno ritmo. Ma non mancano i problemi
BEDRETTO
16 ore
Moto completamente distrutta dalle fiamme
L'incendio si è sviluppato oggi attorno alle 21 sulla strada del Passo della Novena
FOTO
LOCARNO
17 ore
Il festival ai tempi del coronavirus: è cominciato Locarno 2020
La 73esima edizione è stata inaugurata stasera al GranRex. Fino al 15 agosto saranno proiettati 121 film (anche online)
CANTONE / SVIZZERA
21 ore
Soggiorni linguistici: ESL chiude metà delle filiali
Per il futuro è inoltre prevista una collaborazione col tour operator Kuoni
AGNO
15.07.2020 - 23:330
Aggiornamento : 16.07.2020 - 08:04

Il sindaco di Agno Morotti: «Chiedo aiuto ai genitori»

Le serate d'estate riservano qualche spiacevole sorpresa e il comune di Agno è confrontato con una situazione delicata.

Per questo il Municipio sta mettendo in atto una serie di misure di sorveglianza. Adesso parla il sindaco Thierry Morotti.

AGNO - Sindaco del Borgo dal 2016, sempre impegnato in prima linea, il sindaco di Agno, Thierry Morotti (50 anni), sta attualmente lavorando a un dossier per il quale ha già coinvolto le autorità competenti. Il motivo? Alcuni episodi notturni che hanno implicato dei ragazzini nella zona dell'aeroporto fino a far chiedere la chiusura del Luna Park che ogni anno arriva ad Agno.

Sindaco, ci fa il punto della situazione?
«Vorrei sottolineare prima di tutto che si tratta di un caso isolato, di cui si è occupata la polizia cantonale. All'interno dell'area del Luna Park, che si vorrebbe chiudere, non risultano disordini di alcun tipo. Per sorvegliare la zona esterna stiamo rafforzando una serie di misure con il coinvolgimento della Polizia Malcantone Est e di Michele Pellerani, gestore del parco divertimenti».

Il comportamento dei più giovani desta qualche perplessità e la loro attività sui social sembrerebbe ampliare il fenomeno.
«La polizia ha appurato che questi gruppi di ragazzi si spostano tra la zona del World Trade Center, il parcheggio della Migros e la fermata del trenino di Agno centro, sporcando e facendo schiamazzi. Il fenomeno è conosciuto».

Il Comune di Agno ha già preso delle contromisure?
«Sì. Con la polizia intercomunale, che ha già aumentato la sorveglianza nelle zone calde. Inoltre, in collaborazione con le Ferrovie Luganesi, abbiamo potenziato il servizio di picchetto alla stazione con nuovi agenti di sicurezza alla fermata principale».

Il Municipio dove si pone in questo contesto?
«Come sindaco mi sento di dire che in questi anni abbiamo sempre controllato in modo ottimale la situazione, senza lasciare nulla al caso. È evidente che durante i periodi estivi abbiamo sempre avuto certi casi isolati da gestire».

Quale altro aiuto potrebbe facilitare il vostro ruolo di autorità?
«In qualità di padre di tre figli di 10, 12, e 14 anni mi sento di dire che il ruolo dei genitori è fondamentale. Non solo nell'educazione, ma soprattutto – in questa fase delicata della crescita – nella presenza e nella sorveglianza per il rispetto delle regole e del buon senso». 

È per questo motivo che il sindaco punta a mantenere aperto il Luna Park fino al 31 luglio 2020?
«Certamente, in quanto credo nella responsabilità individuale di tutti i nostri ragazzi e mi auguro che questa eco mediatica abbia sensibilizzato i padri e le madri che non erano ancora a conoscenza di questi fatti. In questo momento abbiamo bisogno della collaborazione di tutti».

Quest'anno sembrano essere aumentati i visitatori del parco divertimenti.
«Diverse famiglie hanno rinunciato alle vacanze estive, rinviando anche i soggiorni di studio all'estero e le colonie dei loro figli. Per questa ragione abbiamo concesso l'autorizzazione in modo da offrire ai giovani e ai loro genitori un'opportunità di svago. La chiusura del Luna Park non è a mio avviso un segnale positivo verso la maggior parte dei ragazzi che rispettano delle semplici regole di comportamento».

Al Luna Park in allegria e sicurezza - Il terreno Bolette, davanti all'aeroporto, viene concesso da anni all'attrazione estiva per la popolazione di Agno e l'intero Malcantone. «Il Municipio aveva deciso di rinunciare – sottolinea il sindaco Thierry Morotti - ai classici eventi d'estate come il Primo d'agosto coi fuochi e l'Open Air al parco pubblico comunale in riva al lago. Per contro, a maggioranza, l'Esecutivo ha concesso l'autorizzazione al Luna Park (con una settimana in meno) per dare l'opportunità alle famiglie e ai ragazzi di poter avere uno spazio importante all'aria aperta dove trascorrere le serate in allegria e sicurezza. E finora, come rilevato dalla polizia e dal gestore della struttura, non si è registrato alcun problema all'interno del parco di oltre 6'000 metri quadrati».

Per il sindaco di Agno non sussiste alcun motivo per procedere all'immediata chiusura del Luna Park. «La maggior parte dei nostri abitanti ha sempre apprezzato questo appuntamento annuale e continua a farlo».

Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter


Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-08-06 15:52:27 | 91.208.130.86