Immobili
Veicoli

CANTONE«Le palazzine dovranno avere un'area di svago»

08.06.20 - 11:15
La revisione della legge edilizia prevede l'introduzione di procedure digitali e il miglioramento della qualità di vita
Dipartimento del territorio
«Le palazzine dovranno avere un'area di svago»
La revisione della legge edilizia prevede l'introduzione di procedure digitali e il miglioramento della qualità di vita

BELLINZONA - Procedure edilizie più veloci e una maggiore qualità di vita per i cittadini. Sono questi i principali obiettivi della revisione della legge edilizia cantonale presentata oggi dal Dipartimento del territorio. «È una modifica attesa dagli addetti ai lavori e che permette il passaggio dall’era analogica a quella digitale» ha detto il consigliere di Stato Claudio Zali.

Domanda di costruzione digitale - Innanzitutto si parla di un’accelerazione del rilascio delle licenze edilizie. E questo soprattutto grazie alla completa informatizzazione delle richieste. «I tempi di rilascio - ha ricordato il direttore del Territorio - da parte degli operatori sono sempre visti come particolarmente problematici». L’intero iter sarà pertanto gestito in digitale, dalla presentazione della domanda fino alla verifica finale dell’opera realizzata.

Ricorso solo al Tram - E sono previste novità anche sul fronte dei ricorsi: non essendo obbligatoria una verifica intermedia da parte del Consiglio di Stato, i ricorsi andranno presentati direttamente al Tribunale cantonale amministrativo (Tram). «La rinuncia al doppio grado di giurisdizione mira ad accorciare i tempi di due anni» ha sottolineato Zali. Inoltre, già al livello di opposizione, «andranno messe tutte le carte in tavola».

Aree di svago e parcheggi per biciclette - La revisione della legge edilizia mira, come detto, anche a un miglioramento della qualità di vita dei cittadini. Si parla in particolare di nuove norme da rispettare in caso di costruzione, ricostruzione, riattamento o trasformazione sostanziale di abitazioni con quattro o più appartamenti: dovranno essere previste delle aree di svago a disposizione di tutti i residenti (10% della superficie utile lorda) e andrà creato un determinato numero di posteggi per biciclette.

Senza barriere - Per stabili con quattro o più appartamenti ed edifici lavorativi da trenta posti di lavoro, si dovrà inoltre prestare maggiore attenzione verso i disabili ma anche nei confronti delle persone anziane.

Il messaggio per la revisione totale della legge edilizia cantonale rientra nel filone di riordino di diversi atti legislativi che riguardano il Dipartimento del territorio, ha spiegato il consigliere di Stato, ricordando le leggi sulle commesse pubbliche, sulle acque, sui beni culturali e sui territori interessati dai pericoli naturali. La revisione della legge edilizia è accompagnata dalla richiesta di un credito per investimenti aggiuntivi di 550'000 franchi per l'evoluzione del sistema di Gestione informatica delle procedure edilizie.

NOTIZIE PIÙ LETTE
ULTIME NOTIZIE TICINO