Depositphotos
LUGANO
11.01.2019 - 09:540

All’uscita da una casa in affitto, attenzione alla fregatura

La storia dell'ex inquilina di un appartamento in città a cui è stato chiesto il conguaglio quasi quattro anni dopo la riconsegna. L'ASI: «Un aspetto molto sentito riguarda la pretesa danni»

LUGANO - In quell’appartamento ci aveva vissuto per soli nove mesi. Poi si era trasferita, dando regolare disdetta e ricevendo il rimborso della cauzione. Insomma, per lei la questione era ormai chiusa. Perlomeno fino allo scorso novembre, quando l’amministrazione dello stabile è tornata a farsi viva: «A quasi quattro anni di distanza mi chiedono un conguaglio di oltre 450 franchi». È quanto ci racconta Francesca*, una ticinese di 35 anni che dal 1. luglio 2014 al 31 marzo 2015 aveva preso in affitto un appartamento in centro a Lugano.

Da tempo vive altrove, e non ha affatto apprezzato la pretesa di pagamento giunta proprio poco prima di Natale. In particolare considerando che la richiesta, come ci spiega la 35enne, sarebbe dovuta a «una svista contabile». Eppure al termine del suo contratto di locazione, l’amministrazione aveva liberato la cauzione. «E non era stato fatto nessun accenno a un eventuale conguaglio in sospeso, tantomeno una dichiarazione scritta in merito» ci dice ancora l’ex inquilina, che ha dunque contestato la richiesta.

La prescrizione dopo cinque anni - In effetti - lo conferma Elena Fiscalini, presidente della Federazione della Svizzera italiana dell’Associazione svizzera degli inquilini (ASI) - la pretesa di conguaglio può essere avanzata entro cinque anni dalla possibile emissione del conteggio. In seguito va in prescrizione. «La signora - ci dice - dovrà verificare se la richiesta è giustificata, prevista contrattualmente e suffragata dalle pezze giustificative».

Dai danni al ritinteggio - All’uscita da una casa in affitto non va dunque sempre tutto liscio. In questo caso si parla di un conguaglio giunto diversi anni dopo il trasferimento. Ma un aspetto molto sentito dagli inquilini è quello della pretesa danni. «Bisogna prestare attenzione al verbale di consegna, affinché sia preciso e riporti una situazione oggettiva dello stato dell’appartamento» sottolinea Fiscalini. Una questione delicata è anche quella del ritinteggio delle pareti, che talvolta i proprietari impongono agli inquilini che lasciano la casa. Una richiesta che non è giustificata e che quindi non va soddisfatta quando le condizioni delle pareti riflettono quelle dovute alla normale usura, ricorda la presidente dell’Asi.

Se l'elettrodomestico è rotto? - E poi non mancano gli inquilini che si trovano confrontati con questioni relative ad apparecchiature rotte: «Se la durata di vita dell’elettrodomestico è stata raggiunta e il problema è dovuto alla normale usura, la spesa non è a carico dell’inquilino» spiega Fiscalini, che aggiunge: «Se invece l’apparecchio è durato meno del previsto, il proprietario non può comunque pretendere il pagamento a nuovo, il costo va adeguato alla durata di vita» conclude.

*nome di fantasia

Commenti
 
KilBill65 2 mesi fa su tio
A me e' successo che l'amministrazione mi ha mandato il conguaglio dopo un' anno che mene ero andato ( 22 anni nel vecchio appartamento) una differenza di 9,90 fr. Vabbe' una bazzecola ma se penso alle reclamazioni che ho fatto, e a quello che dovuto subire da inquilini sopra di me musicisti che suonavano per 9 ore al giorno in tutti gli orari!!!!......Be scusate ma l'incazzatura ci sta!!!....
RemusRogue 2 mesi fa su tio
Consiglio inoltre di leggere i contatori quando si entra e si esce da un appartamento perchè le amministrazioni non fanno i giusti conteggi e io grazie alle foto fatte come prova ho risparmiato 800.- che volevano fregarmi, stranamente non sbagliano mai a nostro favore.
RemusRogue 2 mesi fa su tio
@RemusRogue Fate una foto dei contatori del riscaldamento se presenti in appartamento, dell'acqua calda fredda e anche il contatore dell'elettricità sia dell'appartamento che lasciate sia dell'appartamento in cui andate.
santo 2 mesi fa su tio
porcate del genere succedono anche a Giubiasco
Pepperos 2 mesi fa su tio
Quando non si leggono i contratti. Per lo più sono chiari. ( Contratti di locazione ) Sempre dotarsi d'una RC privata.
Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-03-25 11:38:53 | 91.208.130.86