Immobili
Veicoli

SVIZZERA / UNIONE EUROPEAHorizon Europe, la «porta non è chiusa»

26.06.21 - 09:49
Le rassicurazioni del presidente della Confederazione Guy Parmelin.
keystone-sda.ch (PETER SCHNEIDER)
Fonte ATS
Horizon Europe, la «porta non è chiusa»
Le rassicurazioni del presidente della Confederazione Guy Parmelin.
Berna non concorderebbe con una classificazione della Svizzera come Stato terzo: «Non ha niente a che vedere con l'accordo quadro».

BERNA - Per il presidente della Confederazione Guy Parmelin sarebbe spiacevole, ma non sorprendente, se la Svizzera venisse classificata come Stato terzo nel programma di ricerca Horizon Europe. La porta non è comunque chiusa, ha assicurato.

Decidendo di interrompere i negoziati sull'accordo quadro, il Consiglio federale sapeva dei rischi legati a Horizon Europe (o Orizzonte Europa), ha detto Parmelin in un'intervista pubblicata oggi dalla Schweiz am Wochenende.

Il governo non concorderebbe con un'eventuale classificazione quale Stato terzo: Orizzonte Europa non è un accordo di accesso al mercato, ma un'intesa nel settore della cooperazione in materia di ricerca. «Non ha quindi niente a che vedere con l'accordo quadro e non c'è ragione di trattare la Svizzera peggio di Israele, delle Isole Faroe o di altri Paesi», ha affermato il vodese, pur ammettendo che in fin dei conti si tratta di una decisione politica di Bruxelles.

Secondo il ministro dell'economia, i giochi non sono tuttavia ancora fatti. La Svizzera continua al momento il proprio finanziamento diretto a progetti di ricerca dell'Unione europea, con sei miliardi di franchi che sono stati riservati a questo scopo. "Il nostro obiettivo è conservare la piena associazione a Horizon Europe", ha sottolineato.

COMMENTI
 
Güglielmo 1 anno fa su tio
Ci tolgono da Horizon ? ok ! prendiamo il miliardo di coesione e deviamolo alla ricerca.... cosà la finiamo di farcire i paesi dell'est che stanno costruendo grattacieli e benessere con i fondi altrui....
Tato50 1 anno fa su tio
Meglio chiuderla; con tutti i ladri che girano in quell'ambiente !!!
mastermi 1 anno fa su tio
a memoria ricordo che i ladri giravano dalle nostre parti sino a poco tempo fa'...banche, fiduciari, avvocati etcetc consapevoli delle origini dei denari che "custodivano" in maniera "liberarle".......vedasi oggi il risultato. mancati introiti ( specie in ticino ) con perdite di imposte, posti di lavoro, attrattive per imprese etcetc
tartux 1 anno fa su tio
Mera illusione l'EU, dopo che la Svizzera non faceva quello che loro volavano, ci ha sempre tagliato come prima cosa i fondi per la ricerca horizon ce lo scordiamo ci metteranno come stato terzo.
MrBlack 1 anno fa su tio
Soliti ricatti tipici dell’UE. Si cominci ad intavolare trattative con paesi concorrenti dell’UE e cambieranno immediatamente atteggiamento. Ai ricatti si risponda cercando altre alleanze. Non esiste solo l’UE nel mondo.
mastermi 1 anno fa su tio
il problema che la cara svizzera ha accolto ( a norma di legge ) soldi di ogni tipo da tutto il mondo per un 50ennio o piu'. difficile trovare governi che calano ancora le braghe.....tutto torna e oggi presentano il conto da pagare.
NOTIZIE PIÙ LETTE
ULTIME NOTIZIE SVIZZERA