Keystone
SVIZZERA
03.12.2020 - 09:400

Nestlé: 3,2 miliardi per ridurre l'impatto ambientale

Il presidente della direzione: «La lotta contro i cambiamenti climatici non può attendere».

VEVEY - Nestlé vuole investire nei prossimi anni 3,2 miliardi di franchi per ridurre il proprio impatto ambientale. Il colosso alimentare vodese intende raggiungere entro il 2050 l'obiettivo delle zero emissioni nette, tra l'altro con l'introduzione dell'agricoltura rigenerativa lungo l'intera catena di approvvigionamento.

Già entro il 2030 Nestlé vuole dimezzare le proprie emissioni di gas a effetto serra. Il gruppo ha pubblicato oggi per la prima volta un piano d'azione dettagliato. «La lotta contro i cambiamenti climatici non può attendere», afferma il presidente della direzione Mark Schneider nella nota.

Degli attesi 3,2 miliardi di franchi d'investimenti, circa 1,2 verranno consacrati all'introduzione della cosiddetta agricoltura rigenerativa, con cui vengono rigenerati il suolo e gli ecosistemi. Nestlé partecipa agli investimenti necessari dei contadini; al contempo aumenta le quantità acquistate e paga un prezzo superiore per i prodotti. Inoltre nel corso del prossimo decennio la multinazionale vuole piantare circa 20 milioni di alberi all'anno.

Quasi due terzi delle emissioni di Nestlé provengono dall'agricoltura, viene spiegato. «Pertanto è ovvio che l'agricoltura rigenerativa e la riforestazione rappresentano elementi centrali sulla nostra strada verso zero emissioni nette», afferma il direttore operativo Magdi Batato nel comunicato.

Nestlé vuole però risparmiare emissioni anche nella sua attività operativa: ad esempio in futuro verrà utilizzata solo elettricità generata da energie rinnovabili e saranno acquistati solo veicoli più ecologici. Il gruppo intende anche proporre più marchi "CO2 neutro" nel suo portafoglio di prodotti.

Il valore di riferimento per misurare i progressi sono le emissioni di gas a effetto serra di Nestlé del 2018, pari a 92 milioni di tonnellate. Gli investimenti pari a 3,2 miliardi di franchi saranno «finanziati primariamente tramite aumenti operativi e strutturali dell'efficienza, di modo che l'iniziativa non incida sulla redditività», viene spiegato nella nota.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-01-23 18:37:50 | 91.208.130.86