Foto d'archivio
ULTIME NOTIZIE Svizzera
GINEVRA
8 min
«Solo insieme l'umanità riuscirà ad affrontare le sfide del futuro»
SVIZZERIA
33 min
Gli automobilisti svizzeri sono molto restii a cambiare assicurazione
SVIZZERA
43 min
Donazione di sperma: «Ora si può sapere chi è il padre»
SVIZZERA
2 ore
Raccolte in meno di 5 mesi le firme per i ghiacciai
SVIZZERA
2 ore
Più soldi per promuovere lo sport
SVIZZERA
3 ore
Roche si dice pronta a compensare le perdite causate dai biosimilari
SVIZZERA
3 ore
Scorie radioattive, autorizzate le perforazioni nel Giura
ARGOVIA
4 ore
A 18 anni perde la vita sulla moto
SVIZZERA
4 ore
Gli allievi maschi svantaggiati dalla scuola svizzera?
SVIZZERA
4 ore
Ed infine (non) arrivano... i droni
SVIZZERA
4 ore
BNS: averi a vista aumentati di 0,8 miliardi di franchi
SVIZZERA
5 ore
Salt: nessuna fretta nella realizzazione della rete 5G
SVIZZERA
5 ore
Basta con la libera circolazione? Dibattiti "accesi" a Berna
ZURIGO
5 ore
Pestati brutalmente da cinque persone «perché siete gay»
SCIAFFUSA
7 ore
Incidente mortale con un gommone sul Reno
ITALIA / SVIZZERA
23.05.2019 - 07:420

Sequestrate 1600 auto in 9 paesi, anche in Svizzera

Le auto venivano usate per compiere furti, rapine e altre attività illecite in tutta Europa

VENEZIA - In Italia e in altri 9 paesi tra cui la Svizzera è in corso il sequestro di 1.600 vetture, per un valore complessivo di 13 milioni di euro, intestate a sei prestanome di nazionalità romena e usate per compiere furti, rapine e altre attività illecite in tutta Europa.

Il blitz, coordinato dai Carabinieri del Comando provinciale di Venezia, è in corso oltre che in Italia e Svizzera, anche in Romania, Spagna, Germania, Francia, Bulgaria, Austria, Ungheria e Polonia con il supporto della polizia dei rispettivi stati coinvolti.

Il sequestro delle auto costituisce la prosecuzione di un'attività investigativa nei confronti di un gruppo criminale composto da oltre 40 soggetti appartenenti a minoranza rom romena, che ha consentito agli inquirenti italiani di eseguire 10 ordinanze di custodia cautelare (otto in carcere, di cui una minore, una agli arresti domiciliari, un divieto di dimora), emesse dai gip di Venezia e Verona, nonché del Tribunale per i minorenni di Venezia.

I dettagli dell'operazione saranno illustrati in una conferenza stampa alle 10.30 presso il Comando Carabinieri, a cui parteciperà anche un funzionario Europol.

Gli indagati devono rispondere, a vario titolo, di falsità in atti mediante induzione in errore del pubblico ufficiale. Sono inoltre accusati della commissione di vari reati, in particolare rapine e furti con destrezza ai danni perlopiù di anziani, con la sottrazione di preziosi e/o orologi di pregio (in gran parte rolex), mediante la cosiddetta "tecnica dell'abbraccio".

Alcuni degli arrestati sono stati localizzati e fermati negli ultimi giorni in Spagna e Inghilterra su mandato di arresto Europeo grazie anche alla collaborazione delle forze di polizia estere, attivate attraverso la cooperazione Europol.

È stata accertata la responsabilità in 102 episodi commessi nelle regioni del centro-nord Italia e in Spagna. Gli indagati su quest'ultimo fronte sono accusati di concorso in rapina, furto con strappo, furto aggravato.

Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-09-16 15:27:43 | 91.208.130.89