Cerca e trova immobili

GINEVRAUn nuovo polo per l'educazione scientifica al CERN

07.10.23 - 13:50
È stato inaugurato sabato alla presenza di Alain Berset
CERN
Fonte Ats Akr
Un nuovo polo per l'educazione scientifica al CERN
È stato inaugurato sabato alla presenza di Alain Berset

GINEVRA - Non è solo un museo e neppure solo un centro di ricerca, è un polo per l'educazione scientifica e la cultura dedicato ai visitatori di tutte le età: si tratta del nuovo Science Gateway (porta della scienza) del CERN, il laboratorio di fisica delle particelle di Ginevra.

Realizzato dall'architetto italiano Renzo Piano, è stato inaugurato oggi a Ginevra dalla direttrice generale del CERN Fabiola Gianotti e dal presidente della Confederazione Alain Berset. Obiettivo: invitare grandi e piccini ad accostarsi ai valori della scienza, stimolandone la curiosità e la creatività. «Che questo portale scientifico possa diventare un luogo di transizione agevole verso una futura scelta professionale», ha affermato Berset pensando in particolare ai più giovani.

La nuova struttura, che potrà accogliere tra i 300mila e i 500mila visitatori da tutto il mondo (contro i 150mila attuali) si estende su una superficie complessiva di 8000 metri quadrati. È composta da cinque edifici, in cemento e vetro al piano terra, in acciaio e vetro al primo piano, di cui fanno parte un laboratorio modulare e un auditorium dedicato all'imprenditore Sergio Marchionne, collegati tra loro da un ponte lungo 210 metri e sospeso a 6 metri dal suolo all'interno di un anfiteatro naturale su cui si affacciano 400 alberi che in tre anni raggiungeranno i 4,5 metri di altezza.

Il laboratorio è in grado di accogliere 48 persone alla volta per condurre esperimenti pratici su una diversificata gamma di temi; l'auditorium è dotato, invece, di 900 posti a sedere per ospitare spettacoli scientifici, film ed eventi pubblici e privati. Completano la struttura tre spazi espositivi permanenti con tecnologie reali del CERN, attività pratiche e opere d'arte.

Il costo complessivo della realizzazione è stato di 100 milioni di franchi, sostenuto interamente da donazioni, di cui Stellantis Foundation ha fornito il contributo più consistente con 45 milioni. Tra gli altri donatori figurano la Fondazione Hans Wilsdorf, Fondazione Lego, Fondazione Carla Fendi, Rolex, Solvey. Oggi, per l'inaugurazione, erano presenti - oltre ai ricercatori - ministri provenienti da tutta Europa. Da domani il centro sarà aperto al pubblico, tutti i giorni dal martedì alla domenica; l'ingresso è gratuito.

COMMENTI
 
NOTIZIE PIÙ LETTE