Immobili
Veicoli

BernaImprenditori e agricoltori in corsa per il parlamento

07.10.22 - 10:28
Le quattro organizzazioni imprenditoriali più importanti unite per la sfida elettorale del 2023
Foto Deposit
Fonte ATS
Imprenditori e agricoltori in corsa per il parlamento
Le quattro organizzazioni imprenditoriali più importanti unite per la sfida elettorale del 2023

BERNA - Con un anno d'anticipo, le organizzazioni imprenditoriali e agricole si preparano alle elezioni federali dell'autunno 2023. Riunitesi oggi nella capitale, le quattro principali organizzazioni economiche elvetiche hanno annunciato di volersi lanciare a braccetto nella corsa al parlamento durante la quale sosterranno i rispettivi candidati e le rispettive politiche, incentrate soprattutto sul miglioramento delle condizioni quadro per l'economia.

Forti anche del successo parziale, frutto della loro collaborazione, ottenuto alle urne il 25 di settembre scorso col "sì" popolare alla riforma dell'AVS e il "no" all'iniziativa sull'allevamento intensivo (ma sconfessati sugli sgravi fiscali per l'imposta preventiva, n.d.r), le quattro organizzazioni - economiesuisse, l'Associazione svizzera delle arti e mestieri (Usam), l'Associazione svizzera degli imprenditori (USP) e l'Unione svizzera dei contadini (USP) - si concentreranno soprattutto sull'economia, facendo capo anche ai social media, ormai ineludibili compagni di viaggio della politica.

L'alleanza si concentrerà su sicurezza e stabilità, assicurazioni sociali, formazione professionale, sostenibilità, sicurezza alimentare e approvvigionamento energetico. L'obiettivo? Mettere in rilievo i legami tra economia e agricoltura, coinvolgimento anche la popolazione, considerata parte integrante dell'economia. La campagna vuole anche essere piattaforma elettorale per tutti i politici che sostengono la piazza economica in tutta la sua eterogeneità.

In Svizzera, le oltre 600 mila aziende e i loro 4,5 milioni di dipendenti sono abituati a reagire quotidianamente ai cambiamenti in modo «rapido e agile». A parere delle quattro associazioni, lo stesso dovrebbe valere per questa alleanza politica e per le questioni da affrontare.

Il voto del 25 settembre sull'AVS rappresenta un successo storico per l'alleanza dopo decenni di stallo causato dal blocco della sinistra, ha dichiarato davanti ai media Valentin Vogt, presidente dell'UPS, sperando che tale unione si dimostri vincente anche fra un anno.

Il presidente di economiesuisse, Christoph Mäder, ha criticato invece «la politica dello struzzo in campo economico». «Nessuno ha bisogno di utopie in questo momento. In questo contesto, anche l'economia è chiamata a proporre soluzioni costruttive», ha spiegato.

COMMENTI
 
NOTIZIE PIÙ LETTE