Immobili
Veicoli

SVIZZERACassis: «La Svizzera si sforza per dialogare con l'Ue»

10.07.22 - 08:49
Il presidente della Confederazione ritiene di aver compiuto vari passi verso Bruxelles: «Poca volontà dall'altra parte».
Imago
Fonte ATS
Cassis: «La Svizzera si sforza per dialogare con l'Ue»
Il presidente della Confederazione ritiene di aver compiuto vari passi verso Bruxelles: «Poca volontà dall'altra parte».
Lo stallo delle trattative per l'accesso della Svizzera al programma Horizon Europe preoccupa Cassis: «L'UE vuole fare pressione su di noi».

BERNA - Il presidente della Confederazione Ignazio Cassis ritiene che la Svizzera abbia fatto dei passi avanti verso l'UE dopo la rottura dei negoziati sull'accordo quadro. «Ma per il momento non abbiamo riscontrato alcuna volontà dall'altra parte», ha aggiunto.

Cassis si rammarica in particolare per la mancanza di progressi nell'accesso della Svizzera al programma Horizon Europe. «L'UE vuole fare pressione su di noi», ha aggiunto in un'intervista pubblicata da Le Matin Dimanche. Il presidente ha invitato Bruxelles a «uscire da certi dogmi» per evitare che tutti siano perdenti. «Se tutti si impegnano, saremo in grado di stabilizzare le nostre relazioni, o addirittura di estenderle» ha aggiunto.

Il ministro degli esteri si è detto «molto contento dell'idea di cooperazione europea» lanciata dal presidente francese Emmanuel Macron. «Ho avuto modo di discuterne a Lugano con il nuovo presidente del Consiglio dell'UE, il primo ministro ceco Petr Fiala. Vuole continuare questo dibattito in una conferenza nel suo Paese, alla quale mi ha invitato», ha precisato.

La Segretaria di Stato, Livia Leu, ha avuto tre colloqui esplorativi con l'UE. L'obiettivo è trovare una base comune per nuovi negoziati sulla futura cooperazione tra Berna e Bruxelles. Il Consiglio federale non vuole più negoziare solo sulle questioni istituzionali in sospeso con l'UE, ma piuttosto su un pacchetto completo, che comprenda un accordo sull'elettricità, norme di sicurezza alimentare e accordi nei settori della ricerca, della sanità e dell'istruzione.
 
 

NOTIZIE PIÙ LETTE
ULTIME NOTIZIE SVIZZERA