Ti-Press
SVIZZERA
23.09.2021 - 11:490

Sulla ricevuta delle multe solo la matricola del poliziotto

Una mozione, approvata oggi dagli Stati, richiede maggior protezione per gli agenti di polizia.

BERNA - In futuro, sulla ricevuta delle multe disciplinari non dovrebbe più comparire il nome dell'agente, bensì solo il numero di matricola, al fine di proteggere l'identità del funzionario. Lo chiede una mozione del consigliere nazionale Jean-Luc Addor (UDC/VS), adottata tacitamente oggi anche dal Consiglio degli Stati.

Stando al deputato vallesano, l'obbligo attuale per gli agenti di polizia di rivelare la loro identità è problematico, anzitutto sul piano della protezione dei dati. Non vi è infatti alcun motivo per cui essa non debba proteggere anche gli agenti della forza pubblica.

Ma vi è anche un altro motivo: la sicurezza. Questi funzionari sono infatti particolarmente esposti nell'adempimento del loro dovere. Ecco perché, al posto di nome e cognome, dovrebbe venir indicato solo il numero di matricola, al fine di consentire la contestazione dell'ammenda.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
seo56 3 sett fa su tio
Troppo comodo così!!!
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-10-17 12:50:44 | 91.208.130.87