Keystone
ULTIME NOTIZIE Svizzera
SVIZZERA
1 ora
La paura del black-out riaccende il dibattito sul nucleare
L'esperto: «L'approvvigionamento elettrico deve avere la massima priorità». E le fonti rinnovabili non bastano
SVIZZERA
1 ora
La terza dose è sempre più vicina
Swissmedic dovrebbe approvarla entro la fine di ottobre. Rudolf Hauri: «Meglio non aspettare troppo».
FOTO
SAN GALLO
11 ore
«Uccidere la propria figlia, come si può arrivare a questo?»
È un quartiere sotto choc quello che questo pomeriggio ha appreso del delitto compiuto da un padre di 54 anni.
VAUD / FRANCIA
11 ore
Uccise una prostituta, ora ha deciso di ricorrere
L'uomo era stato condannato a 30 anni di prigione per il brutale omicidio di una giovane rumena a Sullens.
SAN GALLO
16 ore
Anche il sito del Canton San Gallo nel mirino degli hacker
La pagina è stata temporaneamente inaccessibile oggi a causa di un attacco di tipo DDoS.
SVIZZERA
17 ore
Epidemia di femminicidi in Svizzera: «I numeri parlano da soli»
I casi registrati nel 2021 sono ormai saliti a 23, in crescita significativa rispetto allo scorso anno.
SVIZZERA
17 ore
Migranti maltrattati: «Siamo intervenuti»
Sospesi 14 addetti alla sicurezza dei centri per richiedenti asilo. Ma per la Sem «sono casi circoscritti»
LUCERNA
18 ore
La navigazione sul Lago dei Quattro Cantoni fatica a riprendersi
L'estate 2021 si è chiusa con un +30% rispetto al 2020. Ma risulta ancora in flessione nel confronto con il pre-crisi
SAN GALLO
18 ore
Uccide la figlia e si toglie la vita
Un 54enne e una dodicenne sono stati trovati morti in un'abitazione di Rapperswil-Jona
SVIZZERA
19 ore
«Le accuse di tortura sono false e ingiustificate»
Secondo un'indagine esterna, i diritti dei richiedenti l'asilo nei centri federali vengono generalmente rispettati.
SVIZZERA
21.09.2021 - 19:000
Aggiornamento : 20:46

L'appello della Task-force culturale: «Si mantengano i test gratuiti»

Secondo gli esponenti del settore si è ancora lontani dalla normalità e dal 1° ottobre potrebbe esserci un peggioramento.

Per il settore della cultura la misura andrebbe a colpire soprattutto chi ha mezzi finanziari limitati: «Queste persone non dovrebbero essere svantaggiate».

BERNA - La Task-force Cultura, istituita dagli ambienti culturali, chiede che i costi dei test per un certificato Covid continuino a essere coperti dallo Stato. Il settore - sottolinea un suo comunicato odierno - è ancora ben lontano dalla normalità e senza tale aiuto della Confederazione dal primo ottobre, ci sarà un impatto negativo sulla frequentazione dei luoghi di cultura, soprattutto se si rivolgono a un pubblico giovane e notturno.

Soprattutto le persone con mezzi finanziari limitati non dovrebbero essere svantaggiate, aggiunge la nota.

Inoltre l'esigenza del certificato solleva anche questioni di disparità di trattamento. Per esempio, è spesso una questione di caso se un obbligo di certificato si applica all'esercizio di una professione o meno. Per gli artisti che sono assunti sulla base di un contratto di lavoro non c'è alcun obbligo imposto dalle autorità, mentre se sono indipendenti e lavorano in vari posti differenti devono avere il certificato.

Un'altra importante richiesta del settore culturale è che l'accesso al test e alla vaccinazione sia a bassa soglia in termini di tempo, lingua, luogo e finanze.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Dalu 3 sett fa su tio
Che ipocrisia…
Meck1970 3 sett fa su tio
Per chi non vuole essere vaccinato, e ha bisogno di farsi fare un tampone, è giusto che se lo paghi di tasca propria.
Mattiatr 3 sett fa su tio
@Meck1970 Chi non vuole fare il tampone e farsi vaccinare è giusto che lo paghi di tasca propria.
Fkevin 3 sett fa su tio
Mah. Secondo me è ora di togliere il green pass, di togliere sti tamponi che non servono a niente (vedi studio sui tamponi della roche), e di smetterla di fare sta pressione ai non vaccinati. Perché dico questo? Marzo 2021 e settembre 2021, cure intense con pazienti dimezzati, morti 10 al giorno invece dei 100 e tutto va bene così. Chi doveva morire è morto (non di corona, ma con). Chi finisce in cure intense se non vaccinato è la sua scelta. Voi altri vaccinati state tranquilli, sembra che intanto le natiche sono protette. Ma non litighiamo come i vegani e onnivori, non diventiamo estremisti come i testimoni di Geova o ateisti, non litighiamo per la religione, non litighiamo chi è vaccinato e chi no. Pensare a quanto siamo ignoranti noi umani, che dobbiamo sempre catalogare qualcuno, mai accettare il prossimo. Quante persone devono rivedere dentro loro stessi. Saluti a tutti e viva il corona time
lollo68 3 sett fa su tio
@Fkevin Il pass non doveva nemmeno essere introdotto! Chi si è vaccinato dovrebbe sentirsi sicuro. Per i minorenni sul bugiardino di uno dei vaccini è scritto che non è raccomandato sotto i 18 anni! I ragazzi rischiano 4 volte di più di morire per il vaccino che per il Covid19!
Giuggiola83 3 sett fa su tio
@Fkevin un po forte, ma sono d'accordo su tutto. non se ne puo piu... non si capisce più niente........ basta vivere così... ognuno si prenda le proprie responsabilità. lo faremmo fare anche allo stato, ma lo sta facendo male. quindi basta!
Aka05 3 sett fa su tio
@lollo68 Infatti l’unico vaccino omologato per i minorenni è il Pfaizer!!!!!!!!!!!!!
Aka05 3 sett fa su tio
@lollo68 Sorry Pfizer ..
Boss 3 sett fa su tio
tutto a pagamento basta che la comunità spenda tanti soldi per persone che sono contro al sistema e a tutto . Sono sicuro che il 90% di queste persone se c’è da mettere mano al portafoglio si faranno vaccinare .
Veveve 3 sett fa su tio
Premesso che non ho mai fatto un tampone in vita mia e non ho nesssuna intenzione di farne a meno che non sarò moribonda…detto questo secondo me sarebbe giusto mantenerli gratuiti e questo indipendentemente dal fatto se uno è vaccinato o no. Questo perché se si vogliono evitare i contagi le persone che hanno qualche dubbio o minimo sintomo con i tamponi gratuiti andrebbero a farsi testate se invece devono pagare loro nessuno si farebbe testare!
Princi 3 sett fa su tio
hanno buttato miliardi in test rapidi che ora non si usano piu , altrettanti milioni per tracciamenti , senza dimenticare i vaccini acquistati e mai omologati e chi piu ne ha piu ne metta ( picuti da picuti )
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-10-19 10:07:07 | 91.208.130.87