Tamedia
ULTIME NOTIZIE Svizzera
SVIZZERA
1 ora
Caso Mozambico, Credit Suisse alla cassa
L'Istituto elvetico pagherà circa 475 milioni alle autorità americane e britanniche.
SVIZZERA
3 ore
«Sul turismo degli acquisti abbiamo sbagliato»
Berna ha ammesso «parziali carenze» nella gestione delle multe all'inizio della pandemia.
SVIZZERA
6 ore
Vaccino di buon mattino? Potrebbe essere più efficace
Lo dimostra un recente studio condotto dall'Università di Ginevra.
BERNA
6 ore
Alpinista morto sulla Jungfrau
È finito in un crepaccio: il corpo è stato trovato a una profondità di circa 27 metri
LUCERNA
8 ore
Trovato il corpo di un escursionista sul Tannhorn
Si trattava di un 63enne del Canton Berna, dato per disperso. La salma avvistata dalla Rega
SVIZZERA
9 ore
Certificato sulle piste: «Non è l'associazione di categoria che decide»
«È presuntuoso dire già che non ci sarà un obbligo di Covid-pass sulle piste. Sarà il Consiglio federale a decidere».
SVIZZERA
9 ore
Positivi in forte aumento, decessi e ricoveri in calo
Stando all'aggiornamento dell'UFSP, sono due i nuovi decessi avvenuti a causa di un decorso infelice della malattia.
SVIZZERA
9 ore
In Svizzera si scierà senza certificato Covid
Lo ha deciso l'associazione di categoria degli impianti. Sulle funivie sarà invece obbligatoria la mascherina
SVIZZERA
10 ore
Berna autorizza una manifestazione contro il certificato Covid
I promotori si sono impegnati a rispettare un piano di sicurezza. E sconsigliano di prendere parte a proteste abusive
SVIZZERA
11 ore
I ghiacciai perdono ancora terreno, nonostante la neve e l'estate fresca
Nel 2021 hanno perso l'1% del loro volume, come rilevato dall'Accademia svizzera di scienze naturali
SVIZZERA
12 ore
Altre cinque aziende si impegnano per il clima
PostFinance, Autopostale, SSR, Flughafen Zürich e RUAG hanno aderito all'iniziativa energia e clima esemplare
SVIZZERA
14 ore
La paura del black-out riaccende il dibattito sul nucleare
L'esperto: «L'approvvigionamento elettrico deve avere la massima priorità». E le fonti rinnovabili non bastano
SVIZZERA
14 ore
La terza dose è sempre più vicina
Swissmedic dovrebbe approvarla entro la fine di ottobre. Rudolf Hauri: «Meglio non aspettare troppo».
FOTO
SAN GALLO
1 gior
«Uccidere la propria figlia, come si può arrivare a questo?»
È un quartiere sotto choc quello che questo pomeriggio ha appreso del delitto compiuto da un padre di 54 anni.
VAUD / FRANCIA
1 gior
Uccise una prostituta, ora ha deciso di ricorrere
L'uomo era stato condannato a 30 anni di prigione per il brutale omicidio di una giovane rumena a Sullens.
SAN GALLO
1 gior
Anche il sito del Canton San Gallo nel mirino degli hacker
La pagina è stata temporaneamente inaccessibile oggi a causa di un attacco di tipo DDoS.
SVIZZERA
1 gior
Epidemia di femminicidi in Svizzera: «I numeri parlano da soli»
I casi registrati nel 2021 sono ormai saliti a 23, in crescita significativa rispetto allo scorso anno.
SVIZZERA
1 gior
Migranti maltrattati: «Siamo intervenuti»
Sospesi 14 addetti alla sicurezza dei centri per richiedenti asilo. Ma per la Sem «sono casi circoscritti»
LUCERNA
1 gior
La navigazione sul Lago dei Quattro Cantoni fatica a riprendersi
L'estate 2021 si è chiusa con un +30% rispetto al 2020. Ma risulta ancora in flessione nel confronto con il pre-crisi
SAN GALLO
1 gior
Uccide la figlia e si toglie la vita
Un 54enne e una dodicenne sono stati trovati morti in un'abitazione di Rapperswil-Jona
SVIZZERA
1 gior
«Le accuse di tortura sono false e ingiustificate»
Secondo un'indagine esterna, i diritti dei richiedenti l'asilo nei centri federali vengono generalmente rispettati.
FOTO
BERNA
1 gior
«Un brivido mi scorre lungo la schiena»
Nella notte due bambini sono morti a Leuzigen a causa di un incendio.
SVIZZERA
1 gior
Nel weekend meno di 800 casi al giorno
Sono stati effettuati 63'205 tamponi. Il 3,7% è risultato positivo al coronavirus
SVIZZERA
1 gior
Pass o no? Sciatori nella nebbia
Certificato sì o no? Berna non ha ancora deciso. E gli operatori sciistici si infervorano
GRIGIONI
1 gior
Incidente a catena in autostrada
Coinvolte nello scontro due automobili e un camion.
SAN GALLO
1 gior
«Il Consiglio federale ha tradito il paese»
Sotto la lente delle autorità le affermazioni che un granconsigliere UDC svittese ha fatto sabato a Rapperswil-Jona
SVIZZERA
1 gior
Più clienti stranieri, vola il turismo settembrino
L'incremento è da addurre in gran parte ai pernottamenti da oltre confine.
GLARONA
1 gior
Omicidio di Netstal, il 27enne ha confessato
L'uomo si era consegnato alla polizia già ieri. Avrebbe ucciso una 30enne sparandole in un parcheggio.
SVIZZERA
1 gior
Spese decisamente fuori budget per l'Esercito svizzero
Sarà necessario aumentare gli impieghi a tempo pieno e quindi le spese, spiega il comandante di corpo Thomas Süssli.
BERNA
1 gior
Drammatico incendio a Leuzigen, morti due bambini
È successo nella notte. Le fiamme sono divampate in un'abitazione. Altre quattro persone sono riuscite a salvarsi.
SVIZZERA
2 gior
Smartphone elvetici sotto attacco
Sono in circolazione molti messaggi spam per far installare sul dispositivo un pericoloso malware
SVIZZERA
2 gior
Moschee e campagne: ecco il piano vaccinale
L'Ufsp punta sulle "nicchie" di resistenza. Ma i Cantoni sono scettici
SAN GALLO
2 gior
Olma da 220'000 visitatori
Si è conclusa oggi la 78esima edizione della fiera dell'agricoltura e dell'alimentazione
URI
2 gior
Cinque feriti sulla Axenstrasse
Questa mattina si è verificato uno scontro frontale tra un camper e un'automobile
SVIZZERA
13.09.2021 - 11:010
Aggiornamento : 13:28

L'introduzione del certificato Covid e quei bar e ristoranti che si oppongono

Centinaia di gestori hanno annunciato che si opporranno al requisito del certificato e continueranno a far entrare tutti

Almeno, l'appello lanciato online è questo, ma si rischiano multe pesanti: fino a 10'000 franchi

Fonte F. Pöschl / C. Blumer / 20 Minuten
elaborata da Robert Krcmar
Giornalista in formazione

BERNA - Da oggi sarà necessario avere il certificato Covid (ovvero essere vaccinati, guariti, o testati) per poter entrare nei ristoranti, nelle palestre e in altre strutture ricreative al chiuso.

Una misura che, appena annunciata, aveva subito incendiato l'opinione pubblica, tra coloro che l'hanno accolta con piacere e coloro che l'hanno percepita, invece, come qualcosa di inaccettabile. Tra le fila di quest'ultimo gruppo, molti imprenditori hanno deciso di unirsi, per organizzare una ribellione e opporsi al Covid Pass: «Vogliamo garantire che i clienti vengano tutti trattati allo stesso modo», si legge sul sito Animap.ch, su cui si sono iscritte circa 4'000 aziende.

Il quotidiano 20 Minuten ha quindi provato a sentire alcune delle aziende coinvolte: c'è chi ha riattaccato il telefono, chi alla fine ha deciso di fare dietro-front, e chi invece rimane fedele alla protesta, anche se preferisce restare anonimo. Non c'è da meravigliarsi: le multe rischiano di essere salate: fino a 100 franchi per gli ospiti, fino a 10'000 franchi per le imprese.

«Serviremo tutti gli ospiti»
Tra coloro che intendono tirare dritto, c'è ad esempio il ristorante Walliserkanne, a Zermatt. «Serviremo tutti gli ospiti», ha raccontato il proprietario, Patrik Aufdenblatten, senza paura delle sanzioni. D'altronde, «diversi avvocati mi hanno detto che il requisito del certificato Covid è contro la legge. Come può essere legale se non si applica ai parlamentari e nei trasporti pubblici?» ha poi aggiunto, deciso, Aufdenblatten.

«Probabilmente farò entrare tutti, qualunque cosa accada». Si è espresso in toni simili il proprietario di un caffè nel canton San Gallo, che preferisce però restare anonimo, e che parla del suo locale come «un luogo d'incontro per la popolazione del villaggio. «Ho ospiti che hanno 88 anni e vengono da me una volta alla settimana per un caffè e una torta. Non posso mandarli in terrazza al freddo solo perché non hanno un certificato. La gente rispetta le regole e le cose stavano migliorando nell'industria, ma ora tutto rischia di crollare di nuovo». 

È dello stesso avviso il gestore di un bar nella zona di Zurigo: «In particolare con i miei clienti abituali non mi preoccuperò dei controlli, farò entrare tutti», ha detto, preferendo restare anonimo. «Due anni fa non avremmo potuto mai immaginare che ci sarebbe stata una tale discriminazione tra la popolazione», ha aggiunto, sconsolato.

«Come un lockdown»
Un altro gestore di un bar nel Canton San Gallo, invece, ha deciso una misura drastica: chiuderà il locale. «Preferisco così piuttosto che dover discriminare qualcuno perché non ha un certificato». L'uomo sta intanto pensando di fondare un partito per «provare a fare la differenza».

Molta preoccupazione si percepisce in particolare nelle zone rurali, dove il tasso di vaccinazione è basso. Ad esempio, un imprenditore e proprietario di una palestra della Svizzera centrale ha dichiarato: «Dovrò sottopormi al requisito del certificato, ma questo per me è come un lockdown, perché l'80% delle persone in azienda non sono vaccinate».

L'uomo non ha alcuna comprensione per la decisione del Consiglio federale. «Noi ci assicuriamo che le persone siano sane, ma ora non possiamo farle allenare. Nel frattempo, i parlamentari non hanno bisogno di un certificato per le loro sessioni. Preghiamo che la popolazione rinsavisca e che voti contro la legge Covid».

Opporsi? Può essere costoso
Altre aziende, contattate, hanno deciso di rinunciare ad opporsi. Chi resiste all'obbligo di ottenere un certificato, infatti, può rischiare sanzioni pesanti. Gli ospiti o i visitatori senza certificato possono essere multati fino a 100 franchi. Le aziende che si rifiutano di rispettare l'obbligo del certificato rischiano multe fino a 10'000 franchi e persino la chiusura della loro attività.

La polizia effettuerà «controlli mirati e selettivi», ha intanto confermato Max Hofmann, segretario generale della Federazione Svizzera dei Funzionari di Polizia (FSFP). D'altronde, la polizia non sarebbe in grado di effettuare «controlli a tappeto», ma sarà più plausibile procedere con controlli a campione. Un'ipotesi confermata da un portavoce della Conferenza dei comandanti delle polizie cantonali.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Elisa_S 1 mese fa su tio
Basta...una soluzione sarebbe di creare molti posti letto all'esterno della struttura ospedaliera. Appositamante per il Covid. OSPEDALI POPup come fatto in China Capannoni esterni con 50-100 posti letto. Esclusivi per in non vaccinati. Regionali, piu cantoni assieme. Personale mancante: volontari formati, studenti in medicina, militari, personale sanitario in pensione... Con supervisione di un dottore / coordiantore responsabile. La prassi è sempre la stessa per settimane. I macchinari non mancano, nemmeno i letti e altro materiale In questo modo gli ospedali e il suo personale si dedicano ad un' altra tipologia di pazienti, incluso chi si è vaccinato e malgrado questo deve essere ricoverato. Togliamo tutte le misure e attandiamo che questi osperali popUp si riempiano di pazienti adulti, non vaccinati (per scelta loro) che optano per una immunizzazione naturale, senza aiutino. ...Scelta loro. Basta che poi non si lamentano anche dell'ospedale PopUP., con camerate da 50 o piu letti e non proprio al top come gli ospedali Svizzeri.
Talos63 1 mese fa su tio
Mi ripeto… ma se siete sicuri e ne avete le prove, perché non fate una class action contro questi “dittatori” che, secondo voi, stanno decimando l’essere umano e vi stanno riducendo in schiavitù togliendovi la libertà e i diritti individuali. Diventeresti miliardari…
Güglielmo 1 mese fa su tio
spero che chiudano le bettole che non danno seguito alle direttive con il massimo della multa.... adesso basta giocherellare. La Svizzera delude Gandi81? un bel volo a nuova Delhi sperando che non sei vaccinato... poi come la maggior parte dei furboni piangerai e ti lamenterai del DFAE che non può rimpatriarti e oltre il covid ti ca...i anche addosso dalla paura.
Gandi81. 1 mese fa su tio
Gli esercenti dovrebbero tutti rifiutarsi di chiedere certificato, e tutti, ma dico tutti dovrebbero andare in piazza a protestare perche le loro decisioni fanno ridere!!! Una Svizzera che DEELUDE un altra volta! La cosa piu triste e che una grande parte della gente non ha capito niente su cosa sta succedendo! Ci stanno RUBANDO i nostri diritti e la maggior parte non se ne accorge neanche!!! Poi non ho capito perche si appoggiano cosi tanto sul vacino che comunque anche i vacinati possono prendere il covid e trasmetterlo. Stiamo a vedere cosa salta fuori ma io non vedo niente di bello per il futuro
Tato50 1 mese fa su tio
@Gandi81. Se il 94 % dei ricoverati in cure intense non è vaccinato, qualcosa vorrà dire. Poi sul "rubare i nostri diritti" si potrebbe discutere; in certi paese non sanno nemmeno cosa sono ed è per questo che noi ci lamentiamo per una misura che, secondo me, dovrebbe dare dei frutti. Questo lo dirà il tempo !!
emib53 1 mese fa su tio
Ma come si fa a credere ai gerenti che hanno avuto quest'anno una delle migliori stagioni visto che molti sono rimasti a casa. Ieri ero in un ristorante a pranzo e non c'era un tavolo libero.
Cry77 1 mese fa su tio
@emib53 👍
Gandi81. 1 mese fa su tio
@emib53 seriamente? guarda che la staghione e andata bene maggio giunio, luglio agosto erano abbastanza tristi per i ristopratori. Per gli hotel e BnB era mica male ma tanta gente opta anche per il picknick.
Mattiatr 1 mese fa su tio
@emib53 A malapena credo in mé stesso, dovrei credere agli altri?¶ Battute a parte, la stagione per il turismo, malgrado il tempaccio, è stata fantastica, però non scordiamo che sono stati chiusi per mesi (se non sbaglio da dicembre a fine aprile/ inizio maggio). Diciamo che il discorso è molto complesso, non trovo corretto concentrarsi unicamente sul borsino dell'esercente. Mi riferisco per esempio alle ombre che tali provvedimenti rappresentano in ambito costituzionale e legale. Il certificato ce l'ho quindi non mi tocca molto, però non ritengo legittimo fare quello che si vuole. In fondo anche se qualcuno facesse ricorso al TF ora che si raggiungesse una conclusione la misura sarebbe rimossa dalla mancata necessità (a meno che ci sia un processo lampo in conclusione entro il primo ottobre).
emib53 1 mese fa su tio
@Gandi81. Non lo dico io, sono dichiarazione che ho letto in queste ultime settimane. Il ristorante dove sono stato ieri era pieno, c'ero io!
Dani 1 mese fa su tio
Purtroppo resto senza parole davanti a cotanta tracotanza. Toglierei la patente di esercente ai primi 10 che fanno la voce grossa e poi vediamo... Scusate ma oggi proprio non ci sto più dentro
gianmarco 1 mese fa su tio
sarei disposto a partecipare a collette per pagare le multe dei gestori che si oppongono a queste assurde misure, che hanno il solo fine di fomentare disaccordo e distruggere la societa' civile i casi positivi vengono da palestre e bar? ridicolo.
Meck1970 1 mese fa su tio
prima o poi arrivano a controllare ...... poi preparate il borsino.......
francox 1 mese fa su tio
@Meck1970 mai visto un polotto nel mio paesino.. sarebbe una prima!
Fkevin 1 mese fa su tio
@Meck1970 Poverino. Gente come te mi fa pena. Spero che per ribellione tutti i bar e ristoranti chiudono. Poi vediamo come piangi dalla mutty
Dalu 1 mese fa su tio
Leggendo certi commenti non so se ridere o piangere… grazie a Facebook & co l’ignoranza dilaga senza fine…
Viperus 1 mese fa su tio
Le case farmaceutiche sono proprio delle canaglie e il governo le favorisce pure..pazzesco. MAI mi vaccinerò, MAI!!!!
Boh! 1 mese fa su tio
@Viperus …che genius!
seo56 1 mese fa su tio
Ignorante!! 😡😡😡
marco17 1 mese fa su tio
Chiedo per un amico: come mai se non esiste base legale per obbligare i parlamentari federali a presentare il certificato Covid, la stessa cosa non vale per il comune cittadino che vuole andare al bar, al cinema o al museo? Aspetto con interesse la risposta.
francox 1 mese fa su tio
@marco17 per citare George Orwell: la legge è uguale per tutti ma alcuni sono più uguali degli altri.
Mattiatr 1 mese fa su tio
@marco17 Questa contromisura adoperata dal consiglio federale riserva diverse controversie.¶ Basti pensare che un ristoratore è obbligato a fornire al proprio cliente un tavolo all'interno e servigli da mangiare. Però e non hai il certificato non puoi, quindi in questo caso chi ha ragione? Il ristoratore che rispetta la legge servendo un cliente oppure la legge che vuole vietargli di accedere all'interno della struttura?¶ Inoltre sapevi che un ristoratore non ha il diritto di richiedere un documento ad un suo cliente? L'unica deroga è il controllo d'età per quanto riguarda tabacchi e alcolici. Ciò ovviamente significa che se bevessi una coca cola il ristoratore di mia fiducia non può chiedermi un documento. Essendo il documento d'identità necessario per convalidare il certificato covid come potrà il gerente richiedere un documento? In questo caso chi ha ragione? La legge che nega il permesso al ristoratore di richiedere un documento nel caso in cui non ci sia un acquisto di tabacchi o alcolici, oppure quella che gli impone un controllo tassativo su tutti i clienti?¶ Per poi non parlare del fatto che dal primo d'ottobre per ottenere il certificato chi sceglie la via del vaccino non avrà costi aggiuntivi mentre chi sceglie il tampone avrà costi maggiorati stimati (da me) dai 120 ai 240 franchi a settimana. Quindi mi chiedo se tale differenza di trattamento nei confronti di una fascia di popolazione non possa considerarsi una vera e propria discriminazione.¶ A fronte di tutto ciò vorrei quindi chiedermi come sia possibile che tali violazioni siano permesse. Mi chiedo come mai si parla di comprensioni rispetto a chi mostra timori o riserve nei confronti di chi non vuole sottoporsi ad un trattamento Pfizer o Moderna per poi marchierli per NOVAX e trattarli come degli 1d10ti. A fronte di tutto ciò come è possibile che la famosa civiltà di cui noi tutti eravamo orgogliosi si sia dimostrata così volubile e fragile. Alla fine un buon 90% delle persone con cui ho parlato non è in grado di giustificare le proprie scelte in maniera credibile, che sia questa un'avvenuta vaccinazione oppure un astensione dal trattamento. Perché il consiglio federale attua contromisure dalla dubbia costituzionalità mentre avrebbe la piena capacità di obbligare la popolazione a vaccinarsi? (a quanto pare questa è la soluzione finale no?)¶ In ogni caso vorrei ricordare che le persone dovrebbero innanzi tutto pensare prima di parlare, valutare le proprie informazioni e le proprie fonti e infine crearsi un'opinione, che sia personale. Mi rivolgo sia a coloro che per partito preso si schierano a favore di ogni restrizione covid, molto presenti qua sotto, sia a coloro che sputano informazioni complottiste trovate su qualche sito dubbio oppure dalla singola citazione di un dottore da qualche parte.¶ Scusami ho sviato dal tema facendo un commento più generico che di risposta alla tua domanda. Spero possa perdonarmi, fammi sapere se ho detto troppe baggianate ;-))
Elisa_S 1 mese fa su tio
@Mattiatr Fatta parte dell'età che magari si vuole celare...ma si può sapere quale informazione Top Secret c`è sulla carta di identità ???? Forse che si è alti 1.50m e i restanti 20 cm sono tacchi ? E poi si consegna la carta di credito per pagare, senza farsi troppe domande ! E il rifiuto del vaccino perchè ancora in fase sperimentale ...dopo 5 miliardi di inoculazioni ???? E poi magari si fuma una sigaretta dietro l'altra, si assumono medicamenti da banco, magari mix sbagliato senza leggere che 1:100 potrebbe avere effetti collaterali gravi e irreversibili al fegato ?
marco17 1 mese fa su tio
A questo punto, votare NO in novembre all'infame legge Covid è l'unica soluzione.
Hardy 1 mese fa su tio
Vorrei capire. Crisi profonda, vesti stracciate e drammi inimmaginabili se il bar o ristorante resta chiuso un mese e se invece ci si oppone rischiando multe fino a 10'000 franchi tutto bene.
francox 1 mese fa su tio
No Problem, si mangia bene a casa. Si digerisce e non si favorisce il frontalierato.
Fkevin 1 mese fa su tio
Se il popolo non si ribella, ma tutti invece di rimanere incollati davanti ad un telefono o PC o TV, la politica farà tutto quello che voi non vorreste in futuro. Ma tutto...se guardate i dati dei contagi di marzo passa 11000 contagi, 500 passa in terapia intensiva, passa 101 decessi, oggi passa 11000 contaggiata e 290 in terapia intensiva (ci sono dentro anche vaccinati) e 10 decessi o meno. Per favore, smettetela di informarvi su Tio, rsi, srf ecc.... Dicono le solite cose e paure. Entrate sul sito admin. Informatevi li e vedere che ci stanno prendendo per il ..... Ci vuole una sveglia e che la gente inizia a capire. Non è una discriminazione con il certificato covid che le cose inizieranno a funzionare, poi tutti senza mascherine (vedi ambri piotta, vedi Jung Boys vedi tutte le manifestazioni). Vedi Israele con 3 dosi. Abbiamo tutti un cervello usiamolo
Boh! 1 mese fa su tio
@Fkevin …un altro genius!
Elisa_S 1 mese fa su tio
@Fkevin Tu il tuo lo usi benissimo, fregatene di noi "stupidini" :-)
Fkevin 1 mese fa su tio
@Boh! Mi dispiace che stai male
egi47 1 mese fa su tio
Bar e ristoranti hanno sempre fatto i comodi loro. Nessun commercio ha un moltiplicatore minimo del 400%, un commercio con la maggiore evasione fiscale e sono sempre a piangere. Multateli.
Dalu 1 mese fa su tio
La polizia che fa appostamenti assurdi per prelevare soldi dagli automobilisti convergeranno immediatamente a fare controlli ai bar e ristoranti😂😂😂
marco17 1 mese fa su tio
@Dalu E intanto ladri, truffatori, picchiatori e spacciatori ringraziano.
Gio58 1 mese fa su tio
Ottima l'idea del gestore del ristorante di San Gallo. Tutti i gestori dovrebbero unirsi ed abbassare le serrande per qualche settimana. Vedremo poi la reazione degli "intolleranti" che saranno costretti a mangiare a casa i weekend e portarsi la galba da casa nei giorni lavorativi. Senza contare il mancato introito dei vari fornitori e delle casse pubbliche!!
demon631 1 mese fa su tio
E bravi giornalisti... e voi mette pure i nomi dei ristoranti così la pola farà degl'ottimi affari e si permetteranno pure un aumento di stipendio
seo56 1 mese fa su tio
@demon631 Quando un ignorante infrange la legge è giusto che paghi un conto salato e se del caso anche la chiusura dell’EP
ceresade36@gmail.com 1 mese fa su tio
Lrima sufrivank tutti perche non cera una vaccino adesso che cè nesunno si vuole vaccinare Che fastidiosi vasta con questa storia lunga e stancante 😡😤
MrBlack 1 mese fa su tio
A questi gestori sfugge un particolare: ci sono persone che vogliono recarsi al ristorante o in palestra solamente se le altre persone sono vaccinate testate. Se decidono di andare contro le regole, devono almeno avvisare tutti. Altrimenti rischiano un bel po’ di denunce private oltre alla multa.
marco17 1 mese fa su tio
@MrBlack E magari a te sfugge che con il tuo ragionamento dimostri di non fidarti del vaccino. Se sei vaccinato perché temi la "vicinanza" di un non vaccinato? Caso mai è lui che rischia !
MrBlack 1 mese fa su tio
@marco17 Infatti sono d’accordo con te per i vaccinati. Ma se leggi bene il mio post, ho parlato di una realtà ben conosciuta nelle palestre. Ci sono persone che si sentono più sicuro se sono tutti vaccinati o testati. Ma la ragione per la quale si chiede il certificato è appunto un’altra, cioè evitare l’accesso a strutture ad alto rischio di infezione per i non vaccinati. Che si lasci entrare anche chi fa un test è per evitare una discriminazione.
lollo68 1 mese fa su tio
@MrBlack Quindi i vaccinati possono contagiarmi, ma io che ho già avuto una reazione avversa ad un altro vaccino voglio essere libera di scegliere di non vaccinarmi. Al momento che dovrò pagare il tampone avrò perso maggiormente la mia libertà (non ho ancora fatto un tampone).
Johnnybravo 1 mese fa su tio
@lollo68 per motivi medici non si paga il tampone.... A partire dal 1° ottobre 2021, la Confederazione assume i costi dei test antigenici rapidi se: manifestate sintomi da coronavirus; siete stati a contatto con un caso confermato; non potete farvi vaccinare per motivi medici. In questo caso è richiesto un certificato medico; non avete ancora compiuto 16 anni; visitate una struttura sanitaria e necessitate di un risultato negativo del test. Attenzione: in questo caso vi sarà rilasciato solo un attestato che indica l’esito del test ma non sarà rilasciato un certificato COVID.
Astrid 1 mese fa su tio
E fanno bene! Bisogna ribellarsi a questa discriminazione insensata unicamente applicata per spingere la gente a partecipare e questa sperimentazione farmacologica!
Dantissimo 1 mese fa su tio
@Astrid Addirittura
seo56 1 mese fa su tio
@Astrid Nessun obbligo ma rispetti la volontà della maggioranza!!
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-10-19 23:03:12 | 91.208.130.86