Immobili
Veicoli

SVIZZERAFFP2, chirurgiche, in tessuto: quale scegliere?

21.01.21 - 19:03
Come indossare correttamente la mascherina? E per quanto tempo? Qual è la più efficace?
keystone
FFP2, chirurgiche, in tessuto: quale scegliere?
Come indossare correttamente la mascherina? E per quanto tempo? Qual è la più efficace?
Un piccolo vademecum per districarsi nella giungla dei dispositivi in questo periodo di pandemia.

ZURIGO - Che tipo di mascherina devo indossare? E in quale situazione? Come la devo indossare? Posso riutilizzarla? Ecco alcune istruzioni per orientarsi in un momento in cui diversi paesi stanno rafforzando le misure di protezione per contenere la diffusione delle varianti più contagiose del coronavirus.

FFP2: "lo scudo"
Sono le maschere più filtranti, poiché bloccano il 94% degli aerosol e le particelle più fini (circa 0,6 micrometri). Teoricamente riservate al personale sanitario e di cura, hanno lo scopo di proteggere la persona che le indossa in situazioni particolarmente rischiose. Per questo, si adattano totalmente alla forma del viso, a differenza di altre mascherine. FFP2 è il nome europeo, ma esistono sigle equivalenti (come N95 nel continente americano).

keystone

Di fronte all'emergere di varianti più contagiose del coronavirus, Austria e Baviera hanno deciso di imporre le FFP2 nei negozi e nei trasporti. Una decisione che, però, non è unanime.

«Renderle obbligatorie può porre molti problemi», ha detto all'AFP KK Cheng, direttore del Birmingham Institute for Applied Health Research e grande sostenitore dell'uso di mascherine nella popolazione generale.

Alcuni specialisti sostengono che queste mascherine, quasi ermetiche, sono più complicate da indossare perché ci vuole più sforzo per respirare. Un altro ostacolo: sono più costose.

«Non è sostenibile per la popolazione indossare mascherine da 1 euro a testa (1,08 franchi) che l'intera famiglia deve cambiare regolarmente», ha detto all'AFP il dottor Michaël Rochoy, co-fondatore del collettivo francese Stop-Postillons, tra i primi a insistere sull'utilità di quest dispositivi contro il Covid-19. In Svizzera, una mascherina FFP2 ha un prezzo unitario che va da CHF 1.50 a CHF 1.75.

Il dottor Rochoy sottolinea anche l'importanza delle altre misure di protezione: «Possiamo arrivare a indossare mute da sub, ma se a mezzogiorno ci troviamo tutti a mangiare allo stesso tavolo, in una mensa scolastica o in un ristorante aziendale, È inutile».

Mascherine chirurgiche: le più diffuse
Anche queste provenienti dal mondo medico, sono in plastica (polipropilene) e hanno fatto irruzione nelle nostre vite con il Covid. Quasi tutti ora sanno che vanno indossate con il lato bianco verso l'interno e quello azzurro verso l'esterno.

keystone

A differenza delle FFP2, l'obiettivo primario della mascherina chirurgica non è quello di proteggere chi la indossa, ma di impedire che contamini le persone che lo circondano. Se tutti la indossano, può quindi fornire protezione collettiva.

La mascherina chirurgica blocca almeno il 95% delle particelle da 3 micron. Come l'FFP2, si consiglia di non indossarla per più di quattro ore.

Maschere in tessuto: l'alternativa
Dopo aver a lungo assicurato che la mascherina non era necessaria per la popolazione generale, le autorità sanitarie mondiali hanno fatto dietrofront alla fine del marzo 2020, allineandosi a una pratica ben consolidata in Asia.

Essendoci inizialmente carenza di mascherine chirurgiche, quelle in tessuto, industriali o fatte in casa, si sono diffuse velocemente.

keystone

«Se tutti indossano correttamente una mascherina fatta in casa, la protezione fornita rimane molto apprezzabile», ha assicurato il professor Cheng, citando uno studio pubblicato mercoledì sulla rivista scientifica Proceedings of the Royal Society A.

Realizzato dai ricercatori di Cambridge, lo studio conclude che gli aerosol carichi di virus possono viaggiare per 2 metri in pochi secondi e che «il distanziamento fisico senza ventilazione non è sufficiente per proteggere durante lunghi periodi di esposizione». «Il rischio di infezione è ridotto del 60% da una semplice mascherina fatta in casa», assicura il professor Cheng.

Come indossare la mascherina?
Dovrebbe coprire il naso e la bocca, compreso il mento. Bisogna lavarsi le mani prima di indossarla e applicarla tenendola per le cinghie o gli elastici. Una volta messa sul viso, non va toccato, altrimenti bisognerà sciacquarsi le mani ogni volta.

Due maschere sono meglio di una?
Il presidente degli Stati Uniti Joe Biden ha fatto colpo presentandosi in pubblico con due mascherine sovrapposte. «Indossare due mascherine rende sicuramente più efficace il blocco delle trasmissioni del virus», spiega il professor Cheng. «Ma dovremmo concentrarci soprattutto sulle persone che non la indossano affatto, o non la indossano correttamente», sottolinea.

Necessariamente usa e getta?
Le mascherine in tessuto sono riutilizzabili e possono essere lavate più volte (solitamente dieci). Le mascherine chirurgiche, invece, sono usa e getta: «Getta via la maschera immediatamente dopo l'uso», è l'invito dell'Organizzazione mondiale della sanità (OMS).

Ma alcuni specialisti ritengono che anche quelle chirurgiche possano essere lavate, per limitare le spese familiari e l'inquinamento da plastica.

Il gruppo di consumatori francesi UFC-Que Choisir ha effettuato dei test a novembre, lavando a 60 gradi, asciugando e poi stirando tre mascherine chirurgiche. Dopo 10 trattamenti, tutti e tre i modelli hanno mantenuto capacità di filtrazione pari a circa il 90% (contro il 95% da nuove), tanto quanto le migliori mascherine in tessuto.

Altri consigliano di posizionare la mascherina chirurgica usata in una busta di carta per sette giorni, fino a che il virus muore. «Consiglierei di riutilizzare la mascherina dopo sette giorni, e questo da 5 a 10 volte», ha detto alla AFP Peter Tsai, un ricercatore che ha contribuito a sviluppare le mascherine N95.

COMMENTI
 
Wunder-Baum 1 anno fa su tio
Uso le chirurgiche, più friendly
Duca72 1 anno fa su tio
Purtroppo esistono troppe persone egoiste con atteggiamento di chi si preoccupa unicamente di sé stesso, del proprio benessere. Non auguro niente a nessuno ma chissà mai che ........ Li castigheranno con l’obbligo dei vaccini per viaggiare ed espatriare o fare altre attività come concerti feste manifestazioni.
joe69 1 anno fa su tio
pienamente d'accordo👍sottoscrivo in tutto e firmo 😉
pillola rossa 1 anno fa su tio
Il castigo divino cadrà sugli infedeli.
Don Quijote 1 anno fa su tio
Preferisco non indossarla, grazie.
pillola rossa 1 anno fa su tio
In pelle umana
Don Quijote 1 anno fa su tio
Con quella di un virologo o di un politico? :-)
pillola rossa 1 anno fa su tio
Di un vaccinologo (ultimo termine inventato dai creazionisti)
NOTIZIE PIÙ LETTE