Archivio Keystone
SVIZZERA
15.12.2020 - 23:050
Aggiornamento : 16.12.2020 - 09:28

I Grigioni vogliono riportare a casa gli sciatori feriti

Se gli ospedali arrivano al limite, chi si occupa degli sciatori infortunati sulle piste?

Dal prossimo 22 dicembre gli impianti elvetici potranno restare aperti soltanto se in possesso di un'autorizzazione cantonale

Fonte 20 Minuten / Lucas Orellano
elaborata da Patrick Stopper
Giornalista

COIRA - Per molti le vacanze di Natale sono sinonimo di vacanze sulla neve. Ma ora che le strutture sanitarie sono sotto pressione a causa dei malati di Covid-19, si temono gli incidenti sulle piste. Ed ecco che i Grigioni si chiedono se ci siano sufficienti letti anche per sciatori e snowboarder infortunati. Il Governo retico sta dunque valutando di trasferire i turisti feriti nelle strutture sanitarie del loro cantone di domicilio, come scrive oggi il Tages Anzeiger.

Un'idea, questa, che trova però poco entusiasmo nei cantoni di pianura. Anche i loro ospedali sono infatti al limite della capacità. «Abbiamo contattato diverse strutture sanitarie nei cantoni di provenienza dei nostri turisti, chiedendo se avrebbero posto per gli sciatori feriti. Le risposte sono state deludenti» afferma Peter Peyer, direttore della sanità grigionese, interpellato dal quotidiano zurighese.

Della questione si è parlato anche lunedì, nell'ambito dell'incontro tra il consigliere federale Alain Berset e la Conferenza dei direttori cantonali della sanità (CDS). È stata sollevata proprio da Peyer. Berset avrebbe risposto che se gli ospedali saranno al limite, allora le stazioni sciistiche dovranno chiudere.

Sulla base della decisione che il Consiglio federale ha preso lo scorso 4 dicembre, per ora le piste possono comunque restare aperte. Ma a partire dal prossimo 22 dicembre dovranno essere in possesso di un'apposita autorizzazione rilasciata dalle autorità cantonali. Un'autorizzazione che potrà essere rilasciata soltanto se le strutture sanitarie sono ancora in grado di accettare sia pazienti col coronavirus sia le persone infortunate sulle piste.

Senza la disponibilità degli altri cantoni, come andrà a finire la stagione sciistica grigionese? Non è attualmente chiaro se saranno date le condizioni per mantenere l'apertura natalizia degli impianti, come scrive ancora il Tages Anzeiger. La decisione spetta al Governo retico, che si chinerà sulla questione il prossimo martedì. «Se non avremo sufficienti riserve nelle cure intense, dovremo limitare o interrompere l'attività degli impianti di risalita» afferma Peyer.

Secondo la Suva, nel 2019 in tutta la Svizzera 14'870 persone si sono ferite sciando. Un numero che è aumentato del 6,9% rispetto all'anno precedente.

Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-09-23 07:32:17 | 91.208.130.87