Immobili
Veicoli

L'OSPITE - STEFANO TOGNI«CdM in Svizzera l'anno prossimo? C'è ancora la pandemia, non è una buona idea»

20.04.20 - 08:00
Nel 2021 la Coppa del Mondo potrebbe avere luogo a Zurigo e Losanna: «Costi troppo alti... e mancherebbero le stelle di NHL»
Keystone, archivio
«CdM in Svizzera l'anno prossimo? C'è ancora la pandemia, non è una buona idea»
Nel 2021 la Coppa del Mondo potrebbe avere luogo a Zurigo e Losanna: «Costi troppo alti... e mancherebbero le stelle di NHL»
«Personalmente cambierei la formula: alternerei le Olimpiadi e i Mondiali ogni due anni, esattamente come si fa nel calcio con Europei e CdM. Sarebbe più interessante per tutti»

LUGANO - I Mondiali di hockey del 2020 – previsti inizialmente nel mese di maggio in Svizzera e annullati a causa dell'emergenza Covid-19 – potrebbero essere rinviati di un anno.

Il comitato organizzativo della CdM di Minsk e Riga (2021), così come quello della Finlandia (2022), hanno infatti reso noto che sarebbero pronti a discutere un eventuale slittamento dei loro rispettivi tornei, per permettere alla Svizzera di poter recuperare la propria edizione.

Questa ipotesi sembra fattibile, anche se il rischio è quello di doverci rimettere decisamente troppo a livello finanziario. Ci sarebbero diverse questioni assicurative da chiarire e alcuni risarcimenti da pagare... «Personalmente non penso che sia una buona soluzione per la Svizzera», è intervenuto l'ex attaccante di Lugano e Ambrì degli anni '90 Stefano Togni. «Intanto la pandemia è ancora in corso. Poi ci sarebbero molte pratiche burocratiche da sbrigare, troppi soldi da spendere e ne sono già stati sperperati tanti. L'edizione del 2021 è in corso di organizzazione da tempo in Bielorussia (e in Lettonia, ndr) e sono già stati firmati dei contratti con gli sponsor. Sarebbe tutto da rivedere. Oltre a questo – in ogni caso – penso che il prossimo Mondiale sia comunque destinato a perdere un po' di spettacolo, anche perché il rischio di non poter ammirare molte stelle di NHL è reale. Il prossimo campionato in Nord America dovrebbe infatti ripartire più tardi rispetto al solito e finire di conseguenza dopo. Quindi...».   

Come potrebbe risolversi positivamente questa situazione per la Svizzera? «Personalmente credo che l'unica soluzione plausibile per ridare smalto alla Coppa del Mondo casalinga, sia quella di riprogrammare la manifestazione fra qualche anno, appena c'è uno spazio libero. Ogni decisione presa adesso sarebbe comunque prematura. Bisognerà aspettare la fine dell'emergenza legata al coronavirus e capire che impatto avranno avuto le sue conseguenze sulla nostra società. È necessario pensare alla salute, non avere fretta e ponderare bene la situazione. A tempo debito si troverà una soluzione ideale per tutti».

Pensi che sia giunto il momento di rivedere il programma della CdM e magari non disputarla più annualmente? «Personalmente alternerei le Olimpiadi e i Mondiali ogni due anni, esattamente come si fa nel calcio con Europei e CdM. L'evento avrebbe più impatto mediatico e sarebbe molto più interessante per sponsor, giocatori e tifosi. E vedremmo gli stadi sempre pieni...».

COMMENTI
 
Mat78 2 anni fa su tio
Togni, raramente dispensi perle, oggi invece una serie di scempiaggini incredibile. Taci va che è meglio...se ragionassimo tutti come te saremmo ancora nel gruppo B...
SSG 2 anni fa su tio
invece se ragioniamo come te quanti mondiali vince la Svizzera?
NOTIZIE PIÙ LETTE
ULTIME NOTIZIE SPORT