Cerca e trova immobili

LUGANOSergio Zanetti mister del Lugano U21

08.07.24 - 11:43
Alexander Gerndt sarà l'allenatore individuale degli attaccanti
TI-Press
Sergio Zanetti mister del Lugano U21
Alexander Gerndt sarà l'allenatore individuale degli attaccanti
Fratello del nerazzurro Javier, nel 2023 l’allenatore ha brevemente guidato il Bellinzona.
CALCIO: Risultati e classifiche

LUGANO - Chiuso con Ludovico Moresi, il Lugano ha deciso di affidare la U21 a Sergio Zanetti. Poco meno di una settimana: tanto ha impiegato la società bianconera a trovare il sostituto dell’ex allenatore e del suo assistente Dario Rota, sollevati dal loro incarico con una mossa che solo all’esterno è parsa “a sorpresa”.

Fratello dell’interista Javier, Sergio Zanetti conosce il Ticino per averlo frequentato da calciatore - ormai una ventina di anni fa - e per aver, brevemente, allenato il Bellinzona nel 2023.

Di seguito il comunicato ufficiale del club bianconero:
L’FC Lugano è lieto di comunicare che Sergio Zanetti sarà il nuovo allenatore dell’FC Lugano U21. Il 56enne possiede il diploma UEFA Pro e nella primavera 2023 è stato sotto contratto con l'AC Bellinzona come allenatore della Prima squadra in Challenge League.

Il cittadino argentino-italiano porta con sé una grande esperienza nel calcio di formazione di alto livello, avendo allenato diverse squadre giovanili, tra cui l’FC Internazionale Milano, l’AC Monza, il Como 1907 e l’F.C. Pro Vercelli 1892.

Come giocatore, Sergio Zanetti ha giocato in Svizzera per il FC Locarno e per l'AC Bellinzona. Oltre al nuovo allenatore dell'U21 Sergio Zanetti, l’FC Lugano dà il benvenuto anche a Alexander Gerndt come "allenatore individuale attaccanti". Strutturalmente, l'ex calciatore professionista sarà aggregatoalla squadra U21 e supporterà principalmente i giocatori di quella squadra. Tuttavia il 37enne svedese condividerà la sua vasta esperienza anche con la Prima squadra e con i giocatori talentuosi delle Next Gens a Tenero.

L’FC Lugano accoglie con entusiasmo Sergio e Alexander e augura loro le migliori soddisfazioni professionali e personali in bianconero.

Ecco lo staff completo dell’FC Lugano U21:
- Sergio Zanetti (allenatore)
- Lorenzo Bossi (preparatore atletico)
- Luca Redaelli (allenatore portieri)
- Alexander Gerndt (allenatore individuale attaccanti)
- Mijat Maric (talent manager)
-Jacopo Bulgheroni (fisioterapista)
- Gianluca Cresto (fisioterapista)
- Edoardo Caroglio (team manager)
- Mauro Marcon (accompagnatore)
- Armando Galasso (kit manager)

Sostieni anche tu la Vallemaggia e la Mesolcina.
Entra nel canale WhatsApp di Ticinonline.
COMMENTI
 

cle72 1 sett fa su tio
Incomprensibile quanto fatto a Rota e co. Altro esempio che il fattore umano e riconoscenza nella nuova società, non contano più. Mi sembra che si è concentrati solo al business.

F/A-19 1 sett fa su tio
Risposta a cle72
È il tuo finanziatore americano che tiene in piedi la tua tanto amata squadra di calcio, già dicevi che gli americani a tuo dire hanno le mani sporche di sangue, ora vedi un po’ come gestiscono il patrimonio umano ed anche il nuovo stadio lo ha in parte finanziato ma ha già fatto saltare 2000 posti a sedere ( alla faccia dei tifosi/ supporters) per i suoi business. Poi porti rancore per l’HCL per le note vicende che ogni tanto tiri fuori ma ti guardi bene di criticare il tanto amato FCL, due pesi e due misure? Coerenza, questa sconosciuta.....

vulpus 1 sett fa su tio
Risposta a F/A-19
I 2000 posti in meno alla faccia di tifosi/supporters..... hai dimenticato alla faccia dei cittadini votanti della città, che hanno ordinato lo stadio completo con un prezzo ben preciso. Ora che i soldi sembrano già non più abbastanza , si tagflia sul progetto. E la città retta da una maggiornaza...qualificata è silente. L'onorevole arrivato da Berna cosa ne pensa della fregatura?

F/A-19 1 sett fa su tio
Risposta a vulpus
Intanto bisogna precisare che lo stadio ha passato la votazione perché tra i favorevoli c’erano anche nonni, bisnonni, cani e gatti mentre al cittadino medio di Lugano che lavora e sgobba , dello stadio non importa più di quel tanto, o forse anche si ma non spendendo più di mezzo miliardo come invece sarà e nemmeno basteranno visto i sorpassi di cui abbiamo potuto leggere sui giornali del 30 % solo per i lavori di movimento terra e fondazioni con tanto di licenziamento di chi ha osato far venire a galla la questione. Non entro nel merito delle delibere forfettarie con clausole ghigliottina che HRS intende offrire ai vari artigiani ed imprese. Un cappio al collo farebbe meno male ma si sa che a qualcuno piace soffrire.

nuska 1 sett fa su tio
auguri
NOTIZIE PIÙ LETTE