Immobili
Veicoli
La qualificazione al Mondiale? Premi milionari per la Svizzera

QATAR 2022La qualificazione al Mondiale? Premi milionari per la Svizzera

26.11.21 - 07:00
Superando l'Italia, la Svizzera ha vinto alla lotteria. E i milioni non si "fermeranno" nelle casse dell'ASF
keystone-sda.ch (URS FLUEELER)
La qualificazione al Mondiale? Premi milionari per la Svizzera
Superando l'Italia, la Svizzera ha vinto alla lotteria. E i milioni non si "fermeranno" nelle casse dell'ASF
Le ritardatarie del Mondiale? Hanno ancora una possibilità.

ZURIGO - Italia, Portogallo, Svezia e altre nove conosceranno oggi, nel sorteggio di Zurigo, gli ostacoli da superare sulla strada che porta a Qatar 2022. 

Andare al Mondiale? Dovranno penare. Queste preoccupazioni non toccano la Nazionale che, triturando la Bulgaria nel match decisivo e superando proprio l’Italia allo sprint, ha già potuto festeggiare. Quel che pochi sanno è che la qualificazione al primo colpo non ha arricchito - moralmente - solo giocatori e tifosi; ha arricchito, nel significato vero e proprio del termine, tutti quelli che, grazie al calcio, in Svizzera possono permettersi di campare e sognare. Già perché, per chi non l’avesse ancora capito, andare al Mondiale è un affare colossale.

Partecipare a una Coppa del Mondo porta infatti prestigio ma soprattutto denari. Tanti denari. Visto l’interesse planetario, tra sponsorizzazioni e diritti televisivi la FIFA riesce infatti sempre a mettere insieme un vero e proprio tesoro, che spartisce con magnanimità con tutte le federazioni partecipanti. Una fetta della torta si ferma a Zurigo, dove ci sono gli uffici di Gianni Infantino, le altre vengono invece distribuite a seconda dei risultati ottenuti nel mese di sfide.

Di che cifre si parla?

Da Germania 2006 in avanti, per non confrontarsi con i numeri “ridicoli” del passato remoto, il budget riservato alle nazionali è cresciuto esponenzialmente. È partito da 246 milioni di dollari per poi toccare i 348 (nel 2010 in Sudafrica), i 358 (nel 2014 in Brasile) e i 400 nell'ultimo Mondiale (Russia 2018). Per il Qatar l’aumento previsto è spaventoso: +75%: le trentadue partecipanti arriveranno a dividersi 700 milioni.

In che modo? Nell’ultima Coppa del Mondo la Svizzera ha incassato 1,5 milioni come premio di partecipazione e 8 milioni per la presenza nella fase a gironi. La qualificazione agli ottavi ha poi portato a Muri un nuovo bonifico da 4 milioni di dollari. A questi sono inoltre stati aggiunti almeno altri 2,5 milioni tra marketing e premi arrivati dagli sponsor. Totale 16 milioni. Tanti? Battere la Svezia negli ottavi avrebbe portato altri 4 milioni. Vincere il titolo (difficile, certo), avrebbe invece spinto la FIFA a versare nelle casse dell’ASF ulteriori 26 milioni.

Soldi per tutti

Tutti questi quattrini non sono in ogni caso finiti nelle tasche dei dirigenti rossocrociati: sono piovuti su un movimento che, molto spesso, dipende purtroppo moltissimo dai risultati della prima squadra. Senza i risultati ottenuti da Shaqiri&Co nel 2018, tutto il calcio rossocrociato sarebbe infatti stato costretto ad annaspare. A boccheggiare. Invece i giovani sono stati sostenuti con 4,2 milioni, 2,3 milioni sono stati immessi nel calcio di base, 4,3 milioni sono stati utilizzati per formare e stipendiare gli arbitri e ben 5,2 milioni hanno spinto il pallone femminile.

Il futuro potrebbe essere ricco

Essere arrivati in Qatar permetterà alla Federazione di continuare a garantire standard altissimi a tutto il movimento. Le cifre in questione sono infatti inizialmente simili a quelle del passato, per poi subire un’incredibile impennata.

Aver beffato l’Italia nelle qualificazioni garantirà all’Associazione 12 milioni, tra premio di partecipazione e qualificazione al primo turno. Passare agli ottavi varrebbe ulteriori 2 milioni e poi su fino all’incredibile assegno da 50 milioni per chi metterà le mani sulla coppa.

Forse la Svizzera non vincerà il Mondiale; la Federazione svizzera ha però già vinto alla lotteria.

*****

Dodici contendenti per tre posti. Niente sfide “andata e ritorno” ma solo gare secche. Le ritardatarie del Mondiale hanno davanti a loro un percorso a ostacoli. Lungo, difficile, pericoloso. 

Trappole e insidie verranno piazzate nel sorteggio di questo pomeriggio (ore 17, a Zurigo), dove il destino delle sei teste di serie (Italia, Portogallo, Russia, Scozia, Galles e Svezia) e delle sei non teste di serie (Turchia, Polonia, Ucraina, Macedonia, Austria e Repubblica Ceca) sarà deciso.

Come funziona? Il sistema è semplice: saranno composti tre gironi, ognuno dei quali comprendente due selezioni provenienti dalla prima urna e due dalla seconda. A fine marzo le quattro squadre si sfideranno in semifinali (in casa della nazione top) e finale (campo da sorteggiare). Le vincitrici, una per girone, guadagneranno il diritto di volare in Qatar, dove troveranno la Svizzera e le altre qualificate. Le sconfitte dovranno invece puntare tutto sul Mondiale… del 2026.

COMMENTI
 
Tato50 8 mesi fa su tio
Voglio installare la termopompa e il fotovoltaico. C'è un indirizzo in Qatar dove poter richiedere un aiutino ? ;-)
NOTIZIE PIÙ LETTE
ULTIME NOTIZIE SPORT