Cerca e trova immobili

UDC TICINODeputazione ticinese alle Camere: lacrime di coccodrillo

14.07.23 - 16:34
UDC Ticino
TIPRESS
Deputazione ticinese alle Camere: lacrime di coccodrillo
UDC Ticino

 

Con la recente lettera all’attenzione della Confederazione, la deputazione ticinese chiede che il Consiglio federale agisca, rapidamente e con misure incisive presso il Centro federale di Chiasso.

I tre comuni del basso Mendrisiotto coinvolti avevano stipulato con la Confederazione un accordo per ospitare 350 persone a Pasture e a Chiasso, da mesi il numero oscilla tra i 550 e i 600. Inoltre, parecchie di queste persone non rientrano alla sera; quindi, sono in giro sul territorio durante la notte e nessuno sa bene che cosa fanno. Secondo la Capo dicastero di Chiasso, mancherebbero infine anche le basi legali per contrastare i reati che vengono commessi: furti, danneggiamenti, molestie e liti. La situazione rischia di degenerare nei prossimi mesi a causa del previsto aumento della pressione migratoria. 

Esattamente un mese fa, al Consiglio nazionale e al Consiglio agli Stati, sono state bocciate, nell’ambito della sessione speciale sulla migrazione richiesta espressamente dall’UDC, le seguenti mozioni depositate dal partito:

Mozione: Porre fine al caos nel settore dell'asilo. Tornare allo Stato di diritto e a condizioni d'ordine conformemente al diritto internazionale e all'Accordo di Dublino; 
Mozione: Adozione di misure conformemente agli articoli 55 LAsi (circostanze eccezionali) e 25 segg. del codice frontiere Schengen; 
Mozione: Creazione di zone di transito per lo svolgimento di tutte le procedure d'asilo conformemente all'articolo 22 Lasi, 
Mozione: Sospendere il programma di reinsediamento 2024/25, 
Mozione: Offensiva nell'ambito dei rimpatri ed espulsione sistematica degli autori di reati e delle persone potenzialmente pericolose

Prima di chiedere dunque alla Confederazione di agire, la deputazione dovrebbe dimostrare coerenza e unità sui temi che toccano i cittadini ticinesi. Solo i deputati UDC e della Lega hanno sostenuto con determinazione queste richieste nell’interesse del nostro Cantone.

Lo scritto indirizzato a Berna è dunque paragonabile alle lacrime di coccodrillo. La dimostrazione dell’importanza e dell’attenzione al tema della migrazione e dell’asilo doveva essere dimostrato coi fatti già un mese fa, ora è solo campagna elettorale. 

Ancora peggio, il concetto espresso pubblicamente dal Consigliere nazionale Farinelli: «…il rischio è che poi le persone diventino più intransigenti e in qualche modo meno disposte ad accettare queste persone che vengono nel nostro Paese». Farinelli non si preoccupa del benessere della popolazione ticinese ma della buona accettazione dei migranti. È utile ricordare al deputato PLR che le ticinesi e i ticinesi diventano intransigenti se non si tratta di rifugiati minacciati nella loro incolumità ma di migranti illegali giunti a mezzo di passatori transitando attraverso Paesi sicuri prima di giungere in Svizzera. 

 

Entra nel canale WhatsApp di Ticinonline.
COMMENTI
 

Panoramix il Druido 11 mesi fa su tio
Quelli dell'UDC la conoscono bene, la campagna elettorale...

franco1951 11 mesi fa su tio
Certo, bisogna trovare una soluzione, giusta e umana. Non certo alla "daghel al negher" come fanno lega e udc, che giocano sui sentimenti più bassi della popolazione. E a chi grida, portali a casa tua dico solo che non è compito del singolo cittadino, ma dello stato in quanto tale. Ma siamo esseri umani o qualcosa d'altro? E se un giovane finisce per suicidarsi pare interessi poco o nulla a lega e udc, anzi bisogna stringere ulteriormente.

Voilà 11 mesi fa su tio
Perché non posso scrivere niente del povero ragazzo morto suicida nel centro di Cadro?

Voilà 11 mesi fa su tio
[url rimossa]

Nimuee 11 mesi fa su tio
Se non sono rifugiati lo si decide dopo l'audizione sui motivi di asilo, e, appunto, se non lo sono, vengono rinviati. Senza audizione non è possibile decidere del loro futuro, ovviamente. Sveglioni.

PanDan 11 mesi fa su tio
che Farinelli se li tenga a casa sua a sue spese
NOTIZIE PIÙ LETTE