Immobili
Veicoli

SVIZZERAABB, un congedo parentale senza più distinzioni fra generi

18.06.21 - 19:00
La misura fa parte della strategia di inclusione e diversità lanciata dall'azienda
Keystone
Fonte ats
ABB, un congedo parentale senza più distinzioni fra generi
La misura fa parte della strategia di inclusione e diversità lanciata dall'azienda

ZURIGO - Dal 1° gennaio 2022 vi saranno novità per i neogenitori in organico al gruppo industriale elvetico-svedese ABB. Chi verrà identificato come la persona principalmente responsabile del bambino riceverà un congedo di dodici settimane, mentre chi sarà definito tutore secondario avrà diritto a quattro settimane. Scompaiono dunque le differenze fra sessi.

Stando a un comunicato odierno dell'azienda, ciò varrà per ogni impiegato nel mondo che rientra in diverse categorie. Il congedo parentale retribuito concerne infatti anche casi di adozione (sotto i tre anni) e di maternità surrogata, oltre ovviamente chi diventa genitore nel senso "tradizionale".

La misura è da collegare alla strategia su diversità e inclusione globale lanciata da ABB lo scorso autunno per garantire al personale parità di trattamento. Eliminando qualsiasi distinzione di genere, la società intende infatti fornire a tutti la possibilità di trascorrere più tempo con i propri figli neonati, si legge nella nota.

Il congedo parentale potrà essere preso entro il primo anno dalla nascita o dall'adozione. I regolamenti interni ad ABB verrebbero a cadere nel caso in cui le norme locali di un Paese superassero quelle dell'azienda, ovvero se la legge imponesse un permesso più lungo delle settimane offerte dal datore di lavoro.

COMMENTI
 
NOTIZIE PIÙ LETTE
ULTIME NOTIZIE ECONOMIA