Immobili
Veicoli

SVIZZERANel 2023 Nestlé aumenterà in prezzi, ma assicura che lo farà «in modo responsabile»

04.10.22 - 10:40
«Dobbiamo decidere, per categoria e per paese, fino a che punto possiamo spingerci» ha dichiarato il Ceo Mark Schneider
Depositphotos (andresvic)
Fonte Ats
Nel 2023 Nestlé aumenterà in prezzi, ma assicura che lo farà «in modo responsabile»
«Dobbiamo decidere, per categoria e per paese, fino a che punto possiamo spingerci» ha dichiarato il Ceo Mark Schneider

ZURIGO - Nestlé continuerà ad aumentare i prezzi nel 2023, ma non sarà in grado di compensare tutti gli aumenti dei costi: lo afferma il presidente della direzione Mark Schneider in un'intervista concessa a Themarket.ch, un portale per investitori.

«Quello che posso dire con certezza è che continueremo ad aumentare i prezzi in modo responsabile», afferma il Ceo. «Dobbiamo decidere, per categoria e per paese, fino a che punto possiamo spingerci». Di fronte a una "recessione abbastanza probabile in Europa e negli Stati Uniti" le incertezze rimangono però elevate, in particolare in relazione all'impatto dei costi energetici sulle famiglie.

Secondo Schneider le crisi precedenti hanno mostrato che i prodotti di basso costo e quelli di alta gamma «si comportano meglio in una recessione», mentre a soffrire del calo del potere d'acquisto dei consumatori sono soprattutto gli articoli di fascia media. Il manager con nazionalità tedesca e americana non vuole comunque parlare «automaticamente» di prospettive fosche per questa categoria: «Dobbiamo semplicemente adattare il marketing e lavorare con promozioni mirate».

Per quanto concerne gli aumenti salariali il 57enne nota delle differenze tra un mercato e l'altro. Ad esempio la Svizzera registra un'inflazione più elevata del solito, ma di gran lunga inferiore a quella dei paesi vicini. Vi sono anche differenze tra Europa e Stati Uniti, ma pure a livello di singole funzioni. «Il rincaro salariale è molto elevato nei settori manifatturiero e della distribuzione negli Stati Uniti», fa notare il dirigente con studi all'HSG di San Gallo e alla Harvard Business School.

Nestlé sta anche ancora valutando nuove acquisizioni, in particolare nei settori del caffè, dell'alimentazione animale e della nutrizione (Health Science). Schneider vede «maggiori opportunità nel settore delle acquisizioni di piccole e medie dimensioni».

NOTIZIE PIÙ LETTE