BREAKING NEWS
Inizia adesso la conferenza stampa sul Covid-19 da Bellinzona, seguila su tio.ch
Keystone
Una foto della Grand Princess, poi attraccata in California con a bordo diversi casi di coronavirus (e anche 4 svizzeri).
AUSTRALIA
26.03.2020 - 09:060
Aggiornamento : 11:53

L'Australia non ha concesso l'attracco a tre navi da crociera

Perché, dopo i diversi casi di focolai Covid-19 a bordo, si teme possa peggiorare l'epidemia in corso

SYDNEY - Sono tre, e non due come era emerso inizialmente, le navi da crociera bloccate dalle autorità al largo delle costa occidentale dell'Australia. Una di queste, riporta la Cnn, è la Msc Magnifica che si era fermata a Fremantle e stava rientrando a Dubai quando la società armatrice ha deciso di fermare tutta la sua flotta.

«Nessuno a bordo, né tra i passeggeri né tra i membri dell'equipaggio ha febbre o segni di insufficienza respiratoria», ha fatto sapere Msc in un comunicato. La seconda nave bloccata è la tedesca Artania con circa 800 passeggeri a bordo, la maggior parte tedeschi, di cui 7 positivi al coronavirus. A proposito di questi ultimi il premier del Western Australian Mark McGowan ha assicurato che se richiedono assistente sanitaria urgente saranno portati in un base dell'aviazione australiana e da lì faranno rientro in Germania.

L'ultima nave è la Vasco da Gama sulla quale viaggiano 800 australiani, 109 neozelandesi, 33 britannici e turisti di altre nazionalità. Sarebbe dovuto attraccare a Fremantle ma invece è stata dirottata sull'isola di Rottnest dove è stato allestito un centro per la quarantena degli australiani. Gli altri dovranno restare a bordo.

Dopo il caso della Ruby Princess, attraccata a Sydney dalla quale sono sbarcati 147 passeggeri positivi al Covid-19, l'Australia considera le navi da crociera potenziali focolai. Il caso della Ruby ha scatenato polemiche nel Paese poiché i 2'700 passeggeri a bordo, tra i quali decine con i sintomi influenzali, sono stati fatti scendere senza essere prima sottoposti a nessun controllo medico.

Intanto i casi nel Paese continuano ad aumentare, sono 2'550 al momento con 12 morti.

Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-04-03 19:00:49 | 91.208.130.85