Imago / Xinhua
Le persone in coda per vaccinarsi a Ruili.
CINA
02.04.2021 - 21:300

La Cina mira a vaccinare un'intera città in 5 giorni

Il motivo è un focolaio di coronavirus: negli ultimi giorni sono stati riscontrati 18 casi

Finché tutti i residenti non avranno il vaccino, la città sarà in lockdown

RUILI - Le autorità di Ruili, una città cinese in cui è stato riscontrato un focolaio di coronavirus, ha annunciato di aver iniziato una campagna per vaccinare tutti i suoi 300'000 abitanti in cinque giorni.

Come riporta l'agenzia AP, le immagini fornite dall'emittente statale CCTV mostrano le persone in fila per farsi vaccinare a Ruili, nella provincia dello Yunnan, dove da martedì sono stati confermati 18 casi di Covid-19.

Nel frattempo, mentre si procede con la vaccinazione di massa, le strade sono vuote: i funzionari hanno ordinato a tutti di stare a casa in lockdown e hanno ordinato la chiusura delle attività commerciali, escluse quelle essenziali come i supermercati e le farmacie.

La città ha anche detto che avrebbe rafforzato i controlli al confine con il Myanmar, per cercare di fermare chiunque provi ad attraversare illegalmente la frontiera.

Questa è la prima volta che la Cina vaccina un'intera città in risposta a un nuovo focolaio, ed è una mossa che arriva poco dopo l'annuncio del Governo di aver accelerato la campagna di vaccinazione a livello nazionale.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
pillola rossa 5 mesi fa su tio
il dottor Geert Vanden Bossche – un virologo con 30 anni di esperienza – prevede che l’immunizzazione di massa potrebbe trasformare “un virus relativamente innocuo in un’arma biologica di distruzione di massa” e “spazzare via gran parte della nostra popolazione umana”. Bossche, che ha lavorato in posizioni di vertice presso la Bill and Melinda Gates Foundation e la Global Alliance for Vaccines and Immunization (GAVI ), ha pubblicato mercoledì un ” documento chiave ” su “vaccinazione di massa e fuga immunitaria”. Questo documento segue la sua lettera del 6 marzo all’OMS.
Ro 5 mesi fa su tio
C’è sempre da imparare se non è da Cuba dalla Cina. Ci riusciranno ? Glielo auguro. Sicuramente le pandemie si tengono sotto controllo con delle regole rigide che tutti rispettano. Non ci vuole nessuna bacchetta magica se non la responsabilità della popolazione e dei governi. Destra, sinistra o centro si dovrebbero annullare davanti a certi eventi disastrosi come una pandemia, dovrebbero. Ed invece da noi in Occidente ci sono politici che pensano solo alle loro poltrone e creano ostacoli su ostacoli ai governi per aggiungere ancora elettori nei loro partiti/movimenti. Non è piacevole scriverlo, ma siamo occidentali, viziati ed irresponsabili in special modo una parte dei giovani e questo fa male, poiché non capiscono che certe restrizioni sono per la loro salute e libertà un domani. C’è ne da fare dopo questa pandemia ma ..... chi si prenderà la responsabilità di iniziare ? La vedo così giusto o sbagliato che sia.
Axio 5 mesi fa su tio
18 casi su 300000 una città in quarantena? Che la cina ci nasconde qualcosa??
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-09-18 04:43:43 | 91.208.130.86