Keystone
ITALIA
12.03.2021 - 13:560
Aggiornamento : 15:07

Abolito il giallo e Pasqua in zona rossa ma con visita ai parenti

Il Consiglio dei ministri italiano ha approvato un nuovo decreto per il periodo che va dal 15 marzo al 6 aprile.

ROMA - Addio zone gialle, zona rossa automatica nel caso di contagi settimanali superiori ai 250 ogni 100'000 abitanti e tutto il Paese in massima allerta sotto Pasqua, ma con la possibilità di far visita ad amici e parenti. Sono questi i contorni del nuovo decreto approvato oggi dal governo di Roma che regolerà la vita degli italiani dal 15 marzo al 6 aprile.

Come riferisce Repubblica, da metà marzo al 2 aprile (Venerdì Santo) e il 6 aprile tutte le regioni che rientrerebbero in zona gialla (ora sono sei) diventeranno comunque arancioni. Durante le festività pasquali invece - 3, 4 e 5 aprile - tutto il Paese passerà in zona rossa, eccezion fatta per le regioni "bianche" come, al momento, la Sardegna.

Questo rosso pasquale, però, sarà stemperato, come a Natale, dalla possibilità, normalmente non ammessa, di fare visita in un massimo di due adulti una volta al giorno a una sola abitazione privata diversa dalla propria all'interno dello stesso comune.     

Gli ultimi dati del monitoraggio nazionale parlano di un Rt a 1,16 con oltre 225 nuovi casi alla settimana ogni 100mila abitanti. L'attribuzione delle regioni alle diverse fasce di rischio spetta ora al Ministero della Salute. 

Per quanto riguarda gli spostamenti, la zona gialla prevede la possibilità di muoversi liberamente all'interno della propria regione. Quella arancione limita invece questa possibilità al solo comune di residenza. In entrambe le zone è possibile fare visita al massimo una volta al giorno in massimo due adulti a una sola abitazione privata diversa dalla propria. In zona rossa non è possibile uscire di casa se non per motivi di lavoro, salute o urgenza o per fare una passeggiata o attività sportiva individuale nei pressi di casa. Le visite ad altri nuclei familiari non sono normalmente ammesse. Su tutto il territorio nazionale, eccetto in zona bianca, vige il coprifuoco dalle 22 alle 5.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
seo56 7 mesi fa su tio
Bene e la Svizzera, contro corrente, vuole riaprire 😡😡
MrBlack 7 mesi fa su tio
@seo56 La corrente per la Svizzera non la decide l’Italia. Se i numeri ed il nostro sistema sanitario lo permette...bene riaprire dove/come si può. Sennò possiamo anche copiare il modello Italia anche per gli aiuti e vediamo dove porta la corrente.
Lore61 7 mesi fa su tio
@seo56 Beh, trasferisci in Italia, o in Corea del Nord, se ti piacciono le restrizioni imposte, lì applicano il coprifuoco tutto il giorno, quindi a fronte del covid sei in sicurezza totale, e se metti fuori il naso, ti sparano sul posto dandoti poi fuoco per sanare il posto... XD
Tato50 7 mesi fa su tio
@Lore61 Ho mama, allora Gianni Morandi ha messo fuori il naso e ha preso fuoco mentre sanava il posto dalle sterpaglie ;-))
Alessandro 69 7 mesi fa su tio
🤡🤡🤡🤡
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-10-17 17:43:08 | 91.208.130.85