Immobili
Veicoli
Keystone
Un parco giochi a Torino
ITALIA
12.03.2021 - 09:430
Aggiornamento : 13:56

Fino a 14 regioni italiane verso la zona rossa e la Pasqua sarà blindata

Sono le stime avanzate in vista della pubblicazione del monitoraggio settimanale e del conseguente nuovo decreto.

ROMA - Fino a 12, c'è chi ipotizza anche 14 regioni italiane, più della metà del totale, potrebbero trovarsi lunedì in zona rossa. È quanto si ipotizza in attesa del monitoraggio settimanale e della conseguente firma, prevista per oggi, di un nuovo decreto per il contrasto della pandemia di Covid-19. In vista anche una Pasqua "blindata" per tutto il Paese.

Potrebbero finire nel massimo livello di allerta Piemonte, Lombardia, Veneto, Marche, Emilia-Romagna, Friuli-Venezia Giulia e Trentino-Alto Adige/Südtirol, ipotizza il Corriere della Sera. Ora questi territori si trovano in fascia arancione.

Ad esse potrebbero aggiungersi persino Lazio e Calabria (ora gialle). Basilicata, Campania e Molise sono già rosse. Repubblica prevede un possibile scivolamento al massimo livello di allerta anche di Toscana e Abruzzo (ora arancioni).

Queste stime si basano sulla valutazione di alcuni dei parametri determinanti per l'attribuzione delle singole regioni e province autonome a una determinata fascia di rischio, come indice di riproduzione Rt e livello di occupazione dei reparti di cure intense. L'ultima parola spetterà al governo, sulla base dei dati del monitoraggio. 

Con nuove infezioni in aumento (+25'673), +373 decessi in 24 ore e un indice di positività al 6,9%, l'Italia vede in generale i dati del contagio peggiorare.

Per questo, si prevede una stretta in tutto il Paese in occasione delle festività di Pasqua, come già avvenuto lo scorso Natale. Le restrizioni, in quella settimana, dovrebbero toccare tutto il territorio nazionale a prescindere dalla fascia di rischio di appartenenza.       

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
seo56 10 mesi fa su tio
Mi auguro che la Svizzera ne approfitti e segua il suo esempio!
Gio58 10 mesi fa su tio
@seo56 Come no?! Ottimo suggerimento davvero.
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2022 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2022-01-22 13:50:03 | 91.208.130.85