Keystone
STATI UNITI
07.08.2020 - 07:270

Trump rivendica il rilancio della Nasa, ma un astronauta lo bacchetta

La polemica era nata a seguito del rientro sulla Terra della capsula Crew Dragon di SpaceX.

Il presidente: «La Nasa era morta, finché io non l'ho rilanciata». La moglie dell'astronauta: «Quando mio marito era nello spazio lei annunciava la sua candidatura per la presidenza».

WASHINGTON - Botta e risposta su Twitter tra Donald Trump e l'astronauta statunitense Scott Kelly, che nel 2015 ha battuto il record di permanenza nello spazio rimanendovi per oltre un anno.

La polemica sulla scia del rientro sulla Terra della capsula Crew Dragon di SpaceX, l'azienda di Elon Musk. Il tycoon si è preso tutti i meriti del successo della missione che rilancia la Nasa, nonostante il programma sia stato avviato dall'amministrazione Obama. «La Nasa era chiusa, morta, finché io non l'ho rilanciata. Questo non sarebbe accaduto con Sleepy Joe», ha affermato riferendosi a Joie Biden.

Secca la risposta di Kelly, che probabilmente non ha gradito la politicizzazione dell'operato della Nasa, chiedendo al tycoon maggiore umiltà: «I grandi leader si prendono le colpe e distribuiscono i meriti», ha twittato '@StationCDRKelly'. Il carico da 11 poi lo ha messo la moglie Amiko Kauderer, ex della Nasa, che rivolgendosi al tycoon ha a sua volta twitatto: «Quando mio marito era nello spazio lei era ancora sulla scala mobile che annunciava la sua candidatura alla presidenza». Il riferimento è a quando Trump nel 2015 disse per la prima volta di correre dalla Casa Bianca sulla scala mobile della Trump Tower a New York. 

Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-08-05 05:59:32 | 91.208.130.85