Cerca e trova immobili

CANTONEFrontalieri, la Lega è contro il nuovo accordo sul telelavoro

23.04.23 - 08:23
Per il Movimento l'intesa andrebbe ulteriormente «ad aumentare l'attrattività del mercato del lavoro ticinese per i pendolari italiani».
Deposit
Frontalieri, la Lega è contro il nuovo accordo sul telelavoro
Per il Movimento l'intesa andrebbe ulteriormente «ad aumentare l'attrattività del mercato del lavoro ticinese per i pendolari italiani».

BELLINZONA - «La Lega dei Ticinesi ribadisce la propria contrarietà a questa opzione». Attraverso un comunicato, il Movimento di via Monte Boglia si oppone all'intesa ratificata negli scorsi giorni dalla consigliera federale Karin Keller-Sutter e il ministro delle finanze italiano Giancarlo Giorgetti.
 
«Si ricorda - precisa la nota - che i frontalieri che possono svolgere il telelavoro non sono né gli operai edili e nemmeno il personale curante. Dello “smartworking” può usufruire chi lavora nel terziario, in ufficio. Ovvero quei frontalieri che non rispondono ad alcuna carenza di manodopera ticinese, ma che la sostituiscono, e il cui numero continua a crescere senza alcun controllo, creando pesanti distorsioni sul mercato del lavoro del nostro Cantone».

Come indicano gli ultimi dati UST, «nel corso del 2022 - ricorda la Lega - nel terziario i permessi G in Ticino sono cresciuti del 5,6%, a fronte di una crescita complessiva del frontalierato del 4,4%. Il settore terziario ticinese impiega ormai 52mila frontalieri su 80mila. Una cifra che è addirittura quintuplicata in due decenni. Va pure ricordato che, in barba alle statistiche della SECO, i due terzi dei ticinesi disoccupati sono proprio lavoratori del terziario. La débâcle di Credit Suisse creerà migliaia di nuovi bancari disoccupati da ricollocare. In queste circostanze, un’ulteriore agevolazione dei frontalieri del terziario tramite home-office è improponibile. Essa non farebbe che aumentare l’attrattività del mercato del lavoro ticinese per i pendolari italiani. Nel settore terziario andrebbe, al contrario, decretata una moratoria sul rilascio di nuovi permessi G».

La Lega dei Ticinesi ha già presentato a Berna nei mesi scorsi una mozione che chiede di non sottoscrivere alcun nuovo accordo con l’Italia sul telelavoro dei frontalieri. «Continuerà pertanto a battersi in tal senso».

Sostieni anche tu la Vallemaggia e la Mesolcina.
Entra nel canale WhatsApp di Ticinonline.
COMMENTI
 

S.S.88 1 anno fa su tio
Ma la CH quanto cala le braghe? Doveva essere un NO tassativo all’accordo sul telelavoro… stanno in Italia e prendono lo stipendio Svizzero e magari lavorano la metà di quello che è pattuito perché fanno i pifferi loro? Roba da matti

Se7en 1 anno fa su tio
.... 🫣😵‍💫 nel terziario oltre 55'000 posti su 80'000 sono occupati dai frontalieri e poi ti vengono a dire che i frontalieri fanno i lavori che il residente non vuole fare e peggio ancora, ti raccontano che non ci sono persone qualificate in Ticino...., in un Cantone dove il 98% dei residenti è formato, istruito e lavora o ha lavorato in quel settore con tanto di diplomi e/o bachelor in tasca ...., e buona parte con conoscenze delle lingue nazionali… e poi vanno a prendere i frontalieri dove hanno la metà dei requisiti, ...senza neanche la benché minima conoscenza delle lingue nazionali... e ti azzeccano un congiuntivo su dieci della propria lingua madre. Non ho più parole e soprattutto “insulti”, da esprimere per tutte quelle aziende pubbliche o private che hanno rovinato il mercato del lavoro assumendo a sproposito manodopera straniera..! Signori, prima o poi la ruota gira per tutti…, è solo questione di tempo.... poi chi oggi piange, un giorno riderà ...! E buona parte della responsabilità è anche del nostro Cantone, che rilascia quotidianamente permessi G a go go. Basta blaterare, agite o reagite una volta per tutte….! 🤮

S.S.88 1 anno fa su tio
Risposta a Se7en
Pienamente d’accordo!

OrsoTI 1 anno fa su tio
Quindi…. Portano traffico….ma anche se con telelavoro diminuisce il traffico…non va bene lo stesso:). Creano distorsione ma abbiamo pochissimi disoccupati3%

dan007 1 anno fa su tio
Infatti è poi cosa vogliono di più

io79 1 anno fa su tio
I frontalieri vogliono solo i soldi per fare i signori nel loro paese! Qui non spendono nemmeno un centesimo! Loro hanno case di proprietà e auto comprate con i soldi svizzeri. Noi arranchiamo e loro vivono bene. Bella politica… per noi non ci sono mai soldi, e non ci saranno nemmeno più posti di lavoro. A sto punto andiamo a vivere in Italia e facciamo i frontalieri pure noi!!

Pensopositivo 1 anno fa su tio
Risposta a io79
Io79 i mediocri sempre a lamentarsi mentre i virtuosi colgono le occasioni... Vada a lavorare nel Lichtenstein , se ne ha le capacità...

Anti ch 1 anno fa su tio
Risposta a io79
Vai pure ti aspettano a braccia aperte....visto cosa pensi di loro ....tambur

navy 1 anno fa su tio
Vogliamo un Ticino ancora più desertico di quanto è già oggi? Altro che salvare le zone periferiche! Il Ticino è già la periferia Lombarda! Detto ciò la Lega ha rotto…..fate qualcosa di concreto e non solo proclami!!!

S.S.88 1 anno fa su tio
E rendere attrattivo il Ticino o comunque la Svizzera! Basta!!

S.S.88 1 anno fa su tio
Basta agevolare i frontalieri!!!

Adegheiz 1 anno fa su tio
Ho fatto bene a dare loro solo 30 seggi. Prima votavo solo loro. Ma dopo 8 anni di insuccessi e lo stato di polizia che si è palesato con i molinari, li ho dati al centro e a TicinoeLavoro. Vediamo se la stangata delle elezioni li fa rinsavire

UnoQualunque1 1 anno fa su tio
Risposta a Adegheiz
Idem!

M70 1 anno fa su tio
datori di lavoro e politici ma non vi vergognate? qui le scuole migliori , siamo tutti formati e con voglia di lavorare ma loro preferiscono gli altri..infatti si vede la qualità del lavoro e delle prestazioni...ticinesi svegliamoci e cominciamo a favorire attività e commerc a direzione e personale locale e poi vedremo che chiuderanno baracca e burattini..

Manang1404 1 anno fa su tio
Risposta a M70
In svizzera mancano i laureati. Scuole migliori, sicuramente, ma poco frequentate dagli svizzeri.

Se7en 1 anno fa su tio
Risposta a Manang1404
🫣😵‍💫 ….si certo come no, adesso pure i laureati ci mancano…. Oh my god 🙈🙉

Bandito976 1 anno fa su tio
Risposta a Se7en
Laureati? le laure in Italia é discutibile

Axio 1 anno fa su tio
Risposta a Se7en
I grandi dirigenti svizzeri si sono quasi tutti laureati all estero, tra italia inghilterra e USA. Il mio medico di base svizzero si è laureato in italia per farti un esempio

Se7en 1 anno fa su tio
Risposta a Axio
… certo perché in Svizzera c’è il numero chiuso….”medicina”,… costi di formazione molto salati e molto ma molto più difficile diventare medico che in Italia…!

cle72 1 anno fa su tio
Risposta a Se7en
Ma falla finita. In Italia più facile diventare medico 😅🤣😂 hai studiato in Italia, hai fatto l'università in Italia per dire scemenze simili? O semplicemente di basi sulle dicerie comuni? Strano perché molti professori, chirurghi, astrologi, scienziati, ricercatori, premi Nobel, ecc ecc. famosi, sono italiani. 🤔Strano

Se7en 1 anno fa su tio
Risposta a cle72
😆😆 …si certo, l’importante è esserne convinti,… vai a raccontare le tue c.XX.te a Zelig i…a

Se7en 1 anno fa su tio
Risposta a Bandito976
… infatti sono d’accordo con te…! Io contesto il fatto che “Manang” dice che non abbiamo laureati, come se in Ticino fossimo tutti dei manovali…!

Gus 1 anno fa su tio
Anche nel Bellinzonese sempre più frontalieri in giro. E a Bellinzona (zona Nocca) vi sono auto italiane parcheggiate per 4-5 ore in barba al limite max di 2 ore (arrivano alle 7.00 e alle 11.00 sono ancora lì). Stessa cosa al parcheggio vicino al Malakof (lì, tra l'altro, all'inizio di via Belsoggiorno sulla sinistra, ci sono sempre auto in zona vietata.

Anti ch 1 anno fa su tio
Risposta a Gus
Vai a dargli la multa🤣🤣🤣

Se7en 1 anno fa su tio
Risposta a Gus
… questa è la nostra polizia, pronti a sanzionare i residenti e ostili a sanzionare i frontalieri che fanno sempre quel ….. che vogliono. Nel Luganese e dintorni è la stessa cosa…! Posteggiano ovunque e sempre a gratis alla faccia nostra che paghiamo. Invia in polizia un bel email con tanto di foto, con un bell’invito di svegliarsi che sono stipendiati con i nostri soldi delle tasse…!

centauro 1 anno fa su tio
Risposta a Se7en
La frustrazione qui galoppa!!! quanta tristezza nei vostri cuori!

Se7en 1 anno fa su tio
Risposta a centauro
… la mia tristezza arriva quando leggo i tuoi commenti ! Povero i…a!!

centauro 1 anno fa su tio
Risposta a Se7en
Dichiari con le tue stesse parole che la polizia sanziona sempre i CH, pertanto si deduce che i CH commettono infrazioni in barba alle regole così come certi stranieri, questo aumenta la tua frustrazione?

Se7en 1 anno fa su tio
Risposta a centauro
… ascolta, … non mi dilungo più di tanto perché non ne vale la pena, …. quello che so è che vedo spessissimo auto “I” posteggiate ovunque e mai una multa, …. Posteggiate in zone blu dalla mattina alla sera e mai una multa, posteggiate in prossimità di cantieri e mai una multa,…. tu sgarri di 5-10 min e ti ritrovi la contravvenzione sul parabrezza…. ! 😵‍💫🫣

centauro 1 anno fa su tio
Risposta a Se7en
Ti garantisco che spesso vedo CH al volante che superano i limiti o fanno manovre pericolose, specialmente quelli di una certa età, io ci sorvolo su queste cose in quanto la polizia non guarda la targa ma l'infrazione compiuta, poi che ciascuno pianga dei propri mali.

Se7en 1 anno fa su tio
Risposta a centauro
… 😆😆 oh my god che livelli,… ma che paragoni fai?! … vabbè comincia a piangere te dei tuoi mali…! Sogni d’oro 😴

Don Quijote 1 anno fa su tio
Ho sempre sostenuto che il terziario ha dimensioni sproporzionate che pesano troppo su chi produce. Per il momento la maggior parte delle aziende hanno sistemi di gestione informatica arcaica, sopratutto quelle statali. Ci sono molti PC ma pochi utenti in grado di sfruttare un minimo del potenziale informatico, la prossima generazione vedrà lo sterminio del terziario, polli avvisati...

Meiroslnaschebiancarlengua 1 anno fa su tio
Risposta a Don Quijote
Scommettiamo? Ta 25 anni il settore terziario sarà ancora più rappresentato nella nostra realtà svizzera (insegnamento, salute, sicurezza, gestione, amministrazione, consulenza, ricerca e sviluppo, marketing, attività commerciali, turismo, ristorazione, ecc.). Quanche posto amministrativo sparirà (come sono spariti con la sostituzione della macchina da scrivere col PC), ma niente più. A livello produttivo ci sarà molta più automatizzazione e digitalizzazione, quindi meno posti di lavoro nel settore secondario. Il settore primario resterà a valori simili a quelli attuali. Scommettiamo?
NOTIZIE PIÙ LETTE