Archivio Tipress
CANTONE
23.03.2020 - 18:560

I partiti di governo sostengono la decisione ticinese

Nel “conflitto” con Berna prendono la parola PLR, Lega, PPD e PS

BELLINZONA - Nel “conflitto” tra Berna e il Ticino sulla decisione di sospendere tutte le attività commerciali e produttive private non indispensabili per rallentare la diffusione del nuovo coronavirus, tutti i partiti di governo (PLR, Lega, PPD e PS) stanno dalla parte di Bellinzona.

«In una situazione d'emergenza straordinaria come quella che il Ticino e la Svizzera stanno vivendo in queste settimane, l'autorità meglio preparata a valutare quali siano le misure da adottare è certamente quella locale» si legge in un comunicato congiunto dei quattro partiti. «È evidente che la situazione pandemica in Ticino sia più grave che nel resto della Svizzera». 

L'Ufficio federale di giustizia ha assunto una posizione critica nei confronti della decisione del Governo ticinese. E quest'ultimo ha ribadito di voler mantenere la propria decisione. «Sia ben chiaro: il Canton Ticino non rifiuta di applicare le misure decise dal Consiglio federale bensì ne propone un’applicazione più restrittiva in considerazione della specifica situazione nel Cantone e privilegiando la salvaguardia della salute pubblica e dell’operatività delle strutture ospedaliere» sottolineano i partiti di governo.

Partiti che confermano quindi il loro sostegno al Consiglio di Stato, ritenendo che «le misure proposte dal Ticino» sono «proporzionate e adeguate alle specificità della situazione sanitaria del cantone».

Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-04-05 16:15:09 | 91.208.130.87