Tipress
ULTIME NOTIZIE Ticino
CANTONE
4 ore
Nuovo corso alla Corsi
CANTONE
5 ore
Soccorritori e sub si esercitano in vista dell'estate
CANTONE
8 ore
Patriziati riuniti in assemblea
CAMORINO
8 ore
Portali aperti al cantiere Alptransit
CANTONE
11 ore
Bellinzona diventa “Fair Trade Town”
CANTONE
11 ore
100 anni del Dono nazionale svizzero
LUGANO
11 ore
Nuda e in stato confusionale sul lungolago
AIROLO
13 ore
Incidente sull'A2, feriti due occupanti del bus
AIROLO
14 ore
Incidente in autostrada, coinvolto un bus
CAMPIONE D’ITALIA
15 ore
«Campione colpito da calamità»
GORDOLA
15 ore
I bimbi sperimentano con le loro mani
CANTONE
15 ore
Flussi migratori e pressione alla frontiera nell'incontro con i Cantoni
AGNO
17 ore
Interruzioni notturne sulla linea FLP
GAMBAROGNO
1 gior
Centocampi in bilico: il giovane agricoltore getta la spugna?
LUGANO
1 gior
Lo Stato alla caccia delle imposte non pagate dal direttore della Aston
LUGANO
20.04.2019 - 15:180

Cardiocentro, PS: «Si stanno superando tutti i limiti della decenza»

Il Partito Socialista chiede un intervento deciso da parte del Governo e del Gran Consiglio

LUGANO - Dopo gli ultimi eventi che hanno visto coinvolto il Cardiocentro (vedi sms inviato dal coordinatore del gruppo “Grazie Cardiocentro), il PS ritiene che la situazione sia ormai «intollerabile». Pertanto chiede al Consiglio di Stato e al Gran Consiglio di intervenire con decisione.

«L’inaccettabile pressione su un membro della Commissione sanitaria per sostenere l’iniziativa è l’ennesimo caso legato alla volontà del Consiglio di fondazione di non rispettare gli accordi sottoscritti» ha dichiarato oggi il PS, che chiede inoltre al Governo di rispondere con urgenza e nel dettaglio all’interrogazione “Le prime 18 domande sul Cardiocentro”. «In assenza di queste risposte non sarà infatti possibile portare avanti un dossier i cui contorni sono sempre più opachi e preoccupanti».

Il PS chiede inoltre al Gran Consiglio e alla nuova Commissione sanitaria di far allestire un parere indipendente, da parte di un costituzionalista svizzero, sulla tenuta dell’iniziativa popolare, e di chiedere un parere preliminare all’autorità di vigilanza sui diversi aspetti non regolamentati della nuova fondazione che, secondo le intenzioni degli iniziativisti, dovrebbe nascere dopo il 2020.

«Se il Cardiocentro ha il merito di aver portato in Ticino le cure cardiache, che prima si dovevano effettuare oltralpe, ora si stanno superando tutti i limiti della decenza e si sta mettendo il Cantone di fronte ad una lotta di potere d'altri tempi, che rischia di nuocere alla sanità e alla formazione universitaria ticinese».

1 mese fa SMS choc del Cardio al deputato: «Non ti sarà indolore»
Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-05-26 01:54:44 | 91.208.130.86