Cerca e trova immobili

CONFINERicercato per violenza su un minore, si nascondeva in Svizzera

21.09.23 - 15:28
La persona aveva adescato un undicenne. Catturato ed estradato, dovrà scontare la pena di 3 anni 7 mesi e 9 giorni di reclusione.
Questura Como
Fonte Polizia frontiera Como
Ricercato per violenza su un minore, si nascondeva in Svizzera
La persona aveva adescato un undicenne. Catturato ed estradato, dovrà scontare la pena di 3 anni 7 mesi e 9 giorni di reclusione.

CHIASSO/ COMO - Un uomo, originario della Puglia, è stato arrestato venerdì scorso dalla polizia di frontiera di Como.

Il 26enne dovrà scontare la pena di 3 anni 7 mesi e 9 giorni di reclusione per i reati continuati di violenza sessuale aggravata, corruzione di minorenne e adescamento di minorenni. I fatti sono stati commessi dal 2016 al 2019 nella provincia di Bari e nei confronti di un bambino di 11 anni.

A seguito del mandato di arresto europeo emanato nei suoi confronti, l’uomo è stato quindi rintracciato in Svizzera dalle forze dell’ordine e da queste catturato ed estradato in Italia ove è stato trasferito nel carcere di Pavia.

L’arrestato, all’epoca dei fatti 22enne, si sarebbe introdotto all’interno di un gruppo di minori che abitualmente si ritrovava in zone pubbliche di Bari per praticare skateboard e bmx: gruppo di cui l’undicenne ne faceva parte.

In tale contesto, l’imputato era riuscito ad adescare il minore attirandolo all’interno della sua abitazione e, continuando a comunicare con il ragazzino attraverso il sociale WhatsApp, a fargli compiere atti sessuali anche in videochiamata.

Sostieni anche tu la Vallemaggia e la Mesolcina.
Entra nel canale WhatsApp di Ticinonline.
NOTIZIE PIÙ LETTE