Immobili
Veicoli
Ecco cosa pensano i ticinesi di Ignazio Cassis

CANTONE/SVIZZERAEcco cosa pensano i ticinesi di Ignazio Cassis

14.09.22 - 08:33
Alcune opinioni raccolte in vista dei festeggiamenti odierni in onore del Presidente della Confederazione
Davide Giordano / Tio / 20M
Ecco cosa pensano i ticinesi di Ignazio Cassis
Alcune opinioni raccolte in vista dei festeggiamenti odierni in onore del Presidente della Confederazione

LUGANO - Recentemente, un sondaggio svolto a livello nazionale ha rivelato che il Presidente Ignazio Cassis è il meno amato, tra i consiglieri federali. In vista del suo arrivo odierno in Ticino per i festeggiamenti di un anno di Presidenza, organizzati dal Cantone, abbiamo chiesto ai ticinesi cosa ne pensano del "nostro" politico.

Come si può vedere nel video, le opinioni di una buona parte delle persone interpellate sono in linea con quelle del sondaggio: Cassis non è riuscito a fare breccia nemmeno tra i cittadini del nostro Cantone, nonostante qualche eccezione.

In ogni caso, sono diverse le motivazioni e gli aspetti toccati dagli interpellati. C'è chi ammette di sostenerlo visto che «è un ticinese», ma che è deluso in generale dalla politica federale e chi invece è dell'opinione che dovrebbe «essere un po' più svizzero», citando ad esempio la sua posizione in relazione alla neutralità, e che sarebbe il momento di valutare «un'altra direzione».

Altre opinioni seguono un binario simile tra di loro, ed è quello della mancanza di incisività: «Non si percepisce la sua presenza», «manca di spalle, anche se si dà da fare», «in un ruolo come il suo, che non è facile, ci vorrebbe qualcuno che abbia più preparazione mentale», sono alcune delle opinioni condivise dai cittadini al nostro microfono.

In ogni caso, non mancano lodi e comprensione: «È una brava persona», sostiene qualcuno, «ha un ruolo difficile che forse tutti gli altri consiglieri federali non vorrebbero» qualcun altro, «non vorrei mai essere al suo posto».

Nel corso della giornata di oggi, con qualche mese di ritardo a causa della pandemia, si festeggerà infine la sua nomina a Presidente della Confederazione. Alle 11, lo ricordiamo, un treno speciale partirà da Berna e porterà in Ticino lo stesso Cassis e le delegazioni ufficiali (di Confederazione e Cantoni). Un momento pubblico, al quale è calorosamente invitata tutta la popolazione ticinese, è previsto a partire dalle 15.15 in Piazza della Riforma.

Nel tardo pomeriggio e in serata, i festeggiamenti proseguiranno poi al Centro Esposizioni di Lugano, con una cerimonia riservata agli invitati ufficiali.

NOTIZIE PIÙ LETTE