Immobili
Veicoli
Depositphotos (archivio)
ULTIME NOTIZIE Ticino
BELLINZONA
1 ora
"Fuori tutto!" in stazione a Bellinzona
Da venerdì ci sarà l'occasione di iscriversi come volontari in un museo e imparare i segreti delle collezioni
FOTO
RANCATE
2 ore
Medacta si espande (e assume 300 persone)
L'azienda ha aperto una nuova sede a Rancate e ha in programma investimenti per diversi milioni
LUGANO
4 ore
Hannibal arriva in Ticino
Le temperature raggiungeranno i 30 gradi nel weekend. I consigli del DSS
DOMODOSSOLA-LOCARNO
4 ore
Centovallina interrotta per una frana
Bloccata anche la statale 337 che collega la Valle Vigezzo al Ticino
LUGANO
4 ore
Sesso con un 14enne: «Mi scuso. Ho capito che i bambini non si toccano»
Condannato a due anni e quattro mesi di carcere, di cui 20 mesi sospesi, un 55enne residente nel Luganese.
VEZIA
5 ore
Il Municipio di Vezia ha incontrato i suoi 18enni
A essere stati invitati all'incontro con l'Esecutivo sono stati però anche i 18enni delle annate 2021 e 2020.
FOTO
CANTONE
5 ore
I cavalli del Bisbino sono tornati sul Generoso
Anche quest'anno è avvenuta la transumanza. Di nuovo a “porte chiuse”, per lasciare più spazio agli animali
CANTONE
7 ore
Il Consiglio di Stato incontra la Deputazione ticinese
Si è svolta oggi la tradizionale riunione che precede la sessione parlamentare estiva.
CANTONE
8 ore
Da predatore a preda
Il Governo ha dato il via libera all'abbattimento del predatore che lo scorso 26 aprile uccise 19 pecore a Cerentino.
LUGANO
10 ore
«Voleva uccidere»
La 29enne dovrà rispondere di tentato assassinio e di violazione alla legge che vieta i gruppi Al-Qaïda e Stato islamico
CANTONE
10 ore
Da Bellinzona a Losanna senza mai cambiare treno
Le FFS hanno presentato il progetto d'orario 2023. Diverse le novità, anche per i viaggiatori ticinesi.
CANTONE
26.03.2021 - 06:000
Aggiornamento : 10:05

È allarme per i bocconi avvelenati: cosa sta succedendo?

Il caso di un cane morto a Sant'Antonino. Il tam tam "esagerato" dei social. E la preoccupazione dei veterinari.

Due specialiste analizzano il problema: «L'uomo può essere crudele. È vero. Ma spesso le sostanze nocive per gli animali si trovano in casa nostra».

SANT'ANTONINO - Lo hanno trovato di pomeriggio con la schiuma alla bocca. Il giorno dopo Miky, 9 anni, pointer inglese, è morto. Per avvelenamento, sancirà il veterinario. È accaduto a Sant'Antonino, in via Dei Salici, dove nelle ultime settimane serpeggia un certo timore in merito a presunti bocconi avvelenati in circolazione. «Miky è stato avvelenato nel nostro giardino – sottolinea Samanta Pinto, proprietaria dell'animale –. È stato un grande dolore per noi. Chi fa queste cose va fermato subito».  

Esplosione di segnalazioni – Già, ma chi fa "queste cose"? Negli ultimi mesi sui social sono state tantissime le segnalazioni relative a bocconi avvelenati. Dal Luganese al Bellinzonese, passando per altre regioni. Di recente una signora ha raccontato come il suo cane sia stato avvelenato durante una passeggiata lungo la golena del fiume a Bellinzona. Sempre nella zona di Sant'Antonino circola un messaggio via whatsapp in cui si invitano i residenti con animali a fare attenzione a presunti bocconi avvelenati. 

«Non per forza c'è il dolo» – «Un esperto può decretare che un cane è stato avvelenato – sostiene Marta Morini-Lanfranconi, veterinaria e membra del comitato dell'Ordine dei veterinari ticinesi –. Questo non significa che l'episodio sia doloso. Non si può negare che il fenomeno dell'avvelenamento volontario esista. Ma è piuttosto ridotto. Lo dimostra anche un recente sondaggio svolto tra una cinquantina di miei colleghi allertati dal continuo tam tam sui social network». 

Le responsabilità dei padroni – «Una cosa però va detta – puntualizza la veterinaria Petra Santini –. Ci sono sempre più cani nella Svizzera italiana. E molti di questi animali non sono tenuti in maniera corretta. Li si lascia abbaiare sempre o li si lascia scorrazzare ovunque. Questo può causare in alcuni individui sentimenti di rabbia. Non è escluso che qualcuno, purtroppo, arrivi a soluzioni crudeli. Il rispetto reciproco tra proprietari di cani e altre persone potrebbe aiutare molto». 

Attenzione a quello che si ha sotto il naso – Più spesso, tuttavia, gli avvelenamenti dei cani sono riconducibili a veleni che si possono trovare in casa o in giardino. «Nei giardini – dice Morini-Lafranconi – ci sono tanti pesticidi per le piante. Occhio anche al veleno per le lumache, per i topi o per le formiche, così come ai detersivi o al liquido antigelo che si possono trovare nei garage. Nei prati pubblici il cibo avariato o qualche resto organico possono provocare gravi conseguenze per il cane che li ingerisce».

Piante e cibi nocivi – «Ci sono anche piante che possono essere nocive – riprende Santini –. Dall'edera all'oleandro. Così come le cipolle, il cioccolato, in alcuni casi l'uva. Sono tutti elementi che teniamo alla nostra portata e che riteniamo innocui per l'animale. Non è così».

Dalle lamette ai chiodi – I bocconi avvelenati? Ancora Santini: «Ci sono. Nei bocconi potrebbero esserci lamette da barba, chiodi, schegge di altri materiali taglienti oppure anche sostanze di vario genere. A volte l'essere umano può essere terribile. Però si tratta tutto sommato di rarità».

Un messaggio che si diffonde a macchia d'olio – Ma dunque, se i casi di vero avvelenamento doloso sono così rari, da dove arriva tutto questo allarmismo? «Coi social è facile – replica Morini-Lanfranconi –. Una persona lancia un messaggio di apprensione e questo si diffonde a macchia d'olio in maniera incontrollata. Quello che conta sono i fatti oggettivi. Se si trovano bocconi sospetti è meglio raccoglierli e metterli in un sacchetto. E poi portarli alla polizia. Sarà possibile farli analizzare. Solo di fronte a dati certi si può parlare di avvelenamenti dolosi». 

Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2022 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2022-05-18 22:06:10 | 91.208.130.89