tipress
ULTIME NOTIZIE Ticino
CANTONE
1 ora
Affitti abusivi: «Il Parlamento ha perso un'occasione»
L'ASI punta il dito contro il Granconsiglio, dopo la bocciatura dell'iniziativa popolare. E guarda alle urne
CONFINE
1 ora
Vaccinazione di massa a Viggiù: «Prima i frontalieri»
L'intera popolazione del Comune, che dal 16 febbraio si trova in zona rossa, sarà sottoposta al vaccino anti-Covid.
CANTONE
1 ora
«Non vogliamo una Pasqua come quella del 2020»
Norman Gobbi, presidente del Consiglio di Stato ticinese, ospite di Piazza Ticino. Guarda il video.
CANTONE
2 ore
100'000 franchi dal Cantone per gli ex dipendenti dell'aeroporto
Il Gran Consiglio ha votato il contributo a fondo perso che sarà gestito dalla Città per allestire il piano sociale
CANTONE
2 ore
Già più di mille over-75 hanno riservato la vaccinazione
Partenza razzo per la procedura d'iscrizione online lanciata ieri e valida per il nuovo centro cantonale di Giubiasco.
CANTONE
3 ore
Berna ha deciso: la reazione di Norman Gobbi
Il presidente del Consiglio di Stato ticinese ora live su piazzaticino.ch. Guarda la diretta video.
CANTONE
3 ore
Decreto d'abbandono nei confronti di don Chiappini
Si chiude così l'indagine attorno alla vicenda della donna che viveva nell'abitazione del prete luganese
CANTONE
4 ore
La pernice bianca è salva
Il Gran Consiglio ha dato sostegno all'iniziativa che chiedeva di vietarne la caccia in Ticino
MENDRISIO
4 ore
Processioni storiche: verso un’edizione speciale
L’edizione 2021 avrà uno svolgimento inedito, pensato per rispettare la delicata situazione pandemica.
CANTONE
5 ore
Lotta alla pandemia, i deputati ticinesi appoggiano il Consiglio di Stato
Si è tenuta oggi la consueta riunione fra la Deputazione ticinese alle Camere e il Governo cantonale.
BODIO
6 ore
La Posta si sposta... in farmacia
Anche a Bodio il gigante giallo "trasloca" nel settore sanitario
CANTONE
6 ore
L'UDC chiede meno disparità sui casi di rigore
Con una mozione si chiede di aprire a chi ha costituito azienda dopo il 1. marzo 2020 ma era già intenzionato a farlo
CANTONE
25.01.2021 - 18:160

Sviluppato un anticorpo che protegge dal Covid e dalle sue varianti

La scoperta arriva dai ricercatori dell'IRB di Bellinzona.

I test mostrano un'elevata e immediata efficacia.

BELLINZONA - L’Istituto di Ricerca in Biomedicina (IRB), affiliato all’Università della Svizzera italiana (USI), apre nuove prospettive terapeutiche contro SARS-CoV-2 e le sue varianti grazie all’immunoterapia.

I ricercatori di Bellinzona hanno sviluppato un anticorpo "doppio" di seconda generazione in grado da un lato di proteggere dalle varianti e dell’altro di impedire al virus di mutare per sfuggire alla terapia.

I test preclinici su questo anticorpo, svolti nel contesto di un consorzio di ricerca europeo, mostrano un’elevata e immediata efficacia. Buone le possibilità di utilizzo sia nella prevenzione della malattia, sia nella cura di pazienti.

La terapia immunologica - L’immunoterapia, basata su anticorpi monoclonali, si è già dimostrata efficace contro la COVID-19, ma ha due sfide da affrontare: funzionare contro le varianti in circolazione ed impedire la formazione di nuove varianti, che possono insorgere velocemente con meccanismi simili a quelli che causano la resistenza batterica agli antibiotici.

Il problema è stato risolto dai ricercatori di Bellinzona unendo due anticorpi naturali in una singola molecola artificiale, in gergo chiamata ‘anticorpo bispecifico’, in grado di attaccare contemporaneamente due regioni diverse del virus.

Test preclinici hanno dimostrato che questo anticorpo bispecifico protegge da SARS-CoV-2 e dalle sue varianti, inclusa la variante UK già diffusa in Svizzera ed Europa. A differenza di anticorpi della prima generazione, inoltre, impedisce al virus di cambiare la propria struttura per resistere alla terapia.

L’anticorpo bispecifico ha elevata efficacia e caratteristiche che lo rendono un ottimo candidato per la sperimentazione clinica, con buone possibilità di utilizzo sia nella prevenzione della malattia sia nella cura di pazienti.

«Abbiamo sfruttato la nostra conoscenza della struttura molecolare e proprietà biochimiche del virus per fondere due anticorpi umani e ottenere un’unica molecola che lo attacca contemporaneamente in due siti distinti e necessari per l’infezione», ha commentato Luca Varani, direttore di laboratorio dell’IRB e primo autore del lavoro. «Simulazioni al supercomputer ci hanno permesso di raffinare e validare il design dell’anticorpo bispecifico, poi prodotto e testato in laboratorio. Sebbene il virus sia in grado di resistere all’attacco di un anticorpo di prima generazione, abbiamo dimostrato che non riesce a mutare per sfuggire alla duplice azione del bispecifico».

L’Istituto di Ricerca in Biomedicina (IRB), affiliato all’Università della Svizzera italiana (USI), fa ricerca di base da più di 20 anni. Finanziato da istituzioni private e pubbliche e da finanziamenti competitivi, attualmente l’IRB conta tredici gruppi di ricerca e 125 ricercatori impegnati nello studio dei meccanismi di difesa dell’organismo contro infezioni, tumori e malattie degenerative. Le attività di ricerca vanno ora oltre l’immunologia ed includono campi di ricerca quali la riparazione del DNA, le malattie rare, la biologia strutturale e quella cellulare. Con più di 720 pubblicazioni nelle principali riviste scientifiche, l’IRB gode di fama internazionale quale centro di eccellenza per l’immunologia e la biologia cellulare: www.irb.usi.ch

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
pillola rossa 4 sett fa su tio
Se il nostro sistema immunitario non è in grado di produrre anticorpi è buona cosa fargliene avere per superare l'infezione, ma questo non risolve il problema alla radice. Alla prossima infezione si ripresenterà lo stesso problema.
Don Quijote 4 sett fa su tio
@pillola rossa A 85 anni con diverse malattie pregresse, per un colpo di freddo la medicina può aiutarti quanto un prete!
Dani 4 sett fa su tio
Abbiamo bisogno di Buone notizie...
Alessio 4 sett fa su tio
La scienza ha fallito, operano cervelli e spostano organi e poi non riescono a trovare un vaccino concreto ahahah dai
1Fiorino 1 mese fa su tio
il regalo che vorrei .... ed è fatto in casa :)
Don Quijote 1 mese fa su tio
@1Fiorino Io preferisco un piatto di lasagne!

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-02-24 18:57:35 | 91.208.130.89