ULTIME NOTIZIE Ticino
CANTONE
22 min
Frate cappuccino alla sbarra a dicembre
CANTONE
1 ora
Gobbi sul radar di Camorino: «Lo scopo preventivo è quantomeno discutibile»
CANTONE
2 ore
Swiss sui voli cancellati: «Siamo in stretto contatto con Adria Airways»
CANTONE / SVIZZERA
2 ore
Lavoratori distaccati: «No a maggiori diritti verso gli appaltatori»
CANTONE
3 ore
Casse malati, l’Ordine dei medici sta con Raffaele De Rosa
BIASCA
5 ore
Licenziato dall'Ocst: «Sono distrutto»
CANTONE
5 ore
Prevenzione o radar trappola? A Camorino è strage di multe
CANTONE
5 ore
Martina Hirayama ricevuta da Manuele Bertoli
CANTONE
6 ore
Consuntivo 2018, c'è l'ok del Gran Consiglio
CANTONE
6 ore
Troppi voli cancellati: «Non si può andare avanti così!»
CANTONE
6 ore
Pau-Lessi: «Mai coperto nessuno». E chiede di essere sentito dal Gran Consiglio
CANTONE
7 ore
Mountain bike elettriche da condividere fra Biasca e Blenio
LOCARNO
7 ore
Carte di credito, cellulari e leasing con identità altrui. Arrestata
CANTONE
8 ore
Terza corsia sull'A2? «Basta con le soluzioni prefabbricate»
BELLINZONA
10 ore
Frena per evitare lo schianto, 15enne in ospedale
CAPRIASCA
30.05.2019 - 21:320

"Amici del Bigorio", il comitato si allarga

Durante l'Assemblea annuale è stato fatto il punto della situazione sulle tante e diverse novità

BIGORIO - Mercoledì sera 29 maggio si è tenuta l’annuale Assemblea Ordinaria dell’Associazione “Amici del Bigorio”: occasione per fare il punto della situazione sulle tante e diverse novità legate al cinquecentesco Convento della Capriasca.

L’incontro, come sempre organizzato all’interno della chiesa conventuale dedicata a S. Maria, è stato aperto da fra’ Roberto Pasotti, vice-presidente dell’“Associazione Amici del Bigorio”, sodalizio da lui voluto nel 2011.

L’ “Associazione” per statuto deve occuparsi anche della conservazione e promozione dei beni artistici e del patrimonio librario conservato al suo interno. Un impegno testimoniato col resoconto delle attività 2018, snocciolate sia da fra’ Roberto, in veste di coordinatore delle attività culturali, sia dalla responsabile di commissione, Gemma Fumasoli. Un lavoro proficuo, «ricco di grandi soddisfazioni»: l’inaugurazione lo scorso maggio del nuovo museo, il libro sulla Pala della Madonna con Bambino del prof. Stefano de Bosio, poi la mostra alla pinacoteca Züst di Rancate e in dicembre la personale di fra’ Roberto, invitato ad esporre le sue opere nelle sale del Municipio di Balerna. Un menù arricchito da Fumasoli che ha voluto ricordare anche la mostra “Cantico delle creature” allestita dalla ticinese Simonetta Martini, esposizione anticipata in marzo con
l’ormai consolidata rassegna “Musica dipinta”.

Appuntamenti dunque di grande qualità e sicuro richiamo, che rappresentano un sicuro fiore all’occhiello per il Convento ma che devono essere affiancati da attività più redditizie le cui entrate vadano ad affiancarsi alle donazioni degli oltre mille soci.

Frà Roberto, in qualità di coordinatore delle attività culturali e dei corsi, ha presentato i risultati dell’attività ricettiva del Convento che nel 2018 ha visto arrivare al Bigorio ben 1.565 partecipanti suddivisi in 97 gruppi.

Sempre parlando di attività lucrative, Bruno Lepori ha messo in evidenza come le entrate relative alla produzione di Ratafià, Grappa, distillati e miele rappresentino una voce importante del bilancio annuale del Convento e per questo ha presentato e fatto approvare all’Assemblea un importante apporto finanziario che l’”Associazione” elargirà nel corso del 2019 per la posa del nuovo alambicco e l’isolazione dell’apiario.

Approvati dunque i conti e il rapporto di revisione, la parola è tornata a Fumasoli che ha tracciato l’impegno della Commissione Attività Culturali in questa prima parte dell’anno 2019.

A questo si aggiunge il non indifferente sforzo dei lavori di catalogazione informatizzata della biblioteca: un patrimonio di oltre quattromila volumi oggi inseriti nel sistema bibliotecario cantonale.

Lepori infine ha chiesto e ottenuto l’unanime approvazione del preventivo annuale con alcune modifiche statutarie, tra le quali il numero del comitato elevato da sette a undici membri. Due nuove presenze al suo interno: Simona Genini, avvocato e da anni impegnata presso la Divisione delle contribuzioni del Canton Ticino ed Edgardo Galfetti, imprenditore elettricista, oggi impegnato in ambito immobiliare, come Genini da anni vicino e amico del Bigorio.

Due presenze che vanno ad affiancare i membri di Comitato e quelli della Commissione culturale che sono i
seguenti:

Il Comitato dell’Associazione Amici del Bigorio
1. Bruno Lepori presidente
2. Fra Roberto Pasotti vice presidente
3. Edo Bobbià segretario
4. Fra Michele Ravetta
5. Marcello Bernardi
6. Gemma Fumasoli
7. Marco Peverelli
8. Peter Keller
9. Simona Genini
10. Edgardo Galfetti
11. Roberto Mazzantini

La Commissione culturale
1. Fra Roberto Pasotti
2. Gemma Fumasoli
3. Marcello Bernardi
4. Edoardo Agustoni
5. Ivano Proserpi
6. Fabio Soldini
7. Giovanni Maria Staffieri
8. Marco Peverelli
9. Christian Gilardi
10. Roberto Mazzantini

Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-09-18 22:37:59 | 91.208.130.85