Tipress
ULTIME NOTIZIE Ticino
CANTONE
18 min
Swissaid denuncia: «Controlli insufficienti sull'oro in Ticino»
Emergono dubbi in particolare sulle procedure di controllo effettuate dalla Valcambi di Balerna.
LUGANO
1 ora
Fitch conferma il rating di Corner
BBB+ per la banca luganese. Che resiste, nonostante la crisi da Covid
BIASCA
1 ora
Spartyto rinuncia al 30°Open Air di fine agosto
In trent’anni è la prima volta che Biasca rimane orfana della manifestazione.
FOTO
MAGLIASO
1 ora
Panchine "vestite" dagli artisti, che si possono adottare
È il progetto dell'associazione "Donne della terra". Resteranno per almeno sei mesi ai bordi del Ceresio
CANTONE
2 ore
L'intelligenza artificiale contro il tumore del colon
Al San Giovanni di Bellinzona agli occhi del gastroenterologo si aggiungono quelli di un algoritmo
CANTONE
3 ore
Il prodotto locale si trova con una mappa
È lo strumento sviluppato dall'USI per promuovere ulteriormente il chilometro zero
CANTONE
3 ore
Ristoranti: mascherina obbligatoria per gli addetti alla clientela
Il Governo ha prorogato al 9 agosto le disposizioni cantonali in materia di covid.
CANTONE
4 ore
Tilo Pigiama sostituiti con bus
Si verificherà nella notte tra il 18 e 19 luglio, tra Bellinzona e Lugano.
LAVERTEZZO
4 ore
Verzasca intasata: arrivano i securini
I Comuni della Valle corrono ai ripari contro il traffico
CANTONE
4 ore
Covid: i nuovi casi sono 9
Dopo i 5 casi di ieri, la curva dei contagi registra una nuova crescita.
CANTONE
4 ore
Mascherine a scuola: «Docenti sì, allievi no»
Il Decs ha reso noto il piano per il rientro nelle aule a settembre. Tre gli scenari possibili
CANTONE
5 ore
L'impegno contro il CO2 “premiato” con 11,9 milioni di franchi
È il contributo 2020 che la Confederazione ha previsto per il Ticino
CANTONE
6 ore
I ricorsi scolastici fanno anticamera a Palazzo
Il caso della decisione su una bocciatura rimasta a bagnomaria per 271 giorni. E non è il record
CANTONE / BELGIO
7 ore
I belgi che tornano dal Ticino... vanno in quarantena
Il nostro è l'unico cantone elvetico interessato dalla misura stabilita da Bruxelles
CANTONE
8 ore
«Mi ha morso una zecca. Ora non posso più mangiare carne»
La storia di S., ticinese che ha contratto una malattia rara dopo "l'incontro" con il parassita
AGNO
15 ore
L'altra faccia del Luna Park: «Genitori aiutateci»
Le serate d'estate riservano qualche spiacevole sorpresa e il comune di Agno è confrontato con una situazione delicata.
CANTONE / SVIZZERA
18 ore
«La pandemia ci ha fatto riscoprire il chilometro zero»
In Ticino come nel resto della Svizzera in molti hanno iniziato a fare la spesa in fattoria invece che al supermercato
FOTO E VIDEO
RIVIERA
19 ore
«Ecco il mio ritrovamento raro»
Il gufo reale si trovava nei pressi della palestra di Osogna. Elvis ha atteso l'arrivo della Protezione animali
CHIASSO
20 ore
Perché quel parco è praticamente inaccessibile?
Orari restrittivi e aleatori per i giardini accanto alle scuole di Chiasso, denuncia un'interrogazione.
MURALTO
20 ore
«Io, transgender, non permetto più a nessuno di ferirmi»
Kendra si è raccontata su PiazzaTicino, per aiutare chi come lei non si sente a suo agio nel corpo in cui è nato.
LOCARNO
21 ore
Mappo-Morettina brevemente chiusa, traffico in tilt sul piano
Un lieve incidente ha causato l'interruzione momentanea del traffico in entrambe le direzioni. Il tunnel è ora aperto.
FOTO
SAN VITTORE (GR)
22 ore
La nuova vita del grotto Matafontana
Il termine centrale è “bene comune”: cibo locale a prezzi contenuti, attività ricreative e aggregazione
CANTONE
22 ore
Ecco tutti i diplomati de "La Commerciale"
Consegnati gli attestati federali e i diplomi di commercio per gli allievi che hanno ultimato i loro studi quest'anno.
CANTONE
1 gior
Caldo sopportabile? È grazie al ritorno "delle Azzorre"
Quest'anno l'anticiclone proveniente dall'arcipelago nell'Atlantico sembra prevalere su quello Africano.
FOTO E VIDEO
LUGANO
1 gior
Ecco il nuovo LuganoDante
Presentata la rinnovata e ambiziosa veste dell'hotel.
LOCARNO
1 gior
«Io ragazzo transgender di 23 anni»
Su PiazzaTicino.ch incontriamo Kendra, che ci racconta la sua esperienza di vita
MENDRISIO
1 gior
A che punto siamo con la bio-piscina?
I consiglieri comunali chiedono alla Città di Mendrisio lumi sul progetto ad Arzo
CANTONE
1 gior
Le risorse umane dell'EOC passano a Monica Ghielmetti
Dal prossimo 1. gennaio sostituirà Piero Luraschi. Sarà la quarta donna a far parte della direzione generale dell'Ente
LUGANO
1 gior
Lugano Bike Emotions salta al 2021
Il motivo? Non ci sono le condizioni per far rispettare le misure di protezione lungo tutto il percorso
BELLINZONA
1 gior
Opere di pavimentazione a Carasso
Il cantiere è in programma tra lunedì 20 e venerdì 31 luglio lungo via Galbisio
CANTONE
1 gior
Covid, 5 nuovi casi in Ticino
Non si segnalano nuove ospedalizzazioni, e nessun nuovo decesso.
CANTONE
1 gior
A2, veicolo in avaria nel S. Salvatore
Chiusa la corsia di destra in direzione nord.
CANTONE / SVIZZERA
1 gior
Concorso di danza del Percento culturale Migros, ticinese premiata
È la locarnese Mara Peyer, che studia a Zurigo
AGNO
1 gior
Ragazzi che "creano problemi": «Sospendiamo il Luna Park»
Il municipale e vicesindaco Andrea Bernasconi chiede una «presa di posizione energica» e ronde da parte della polizia.
GAMBAROGNO
1 gior
Un nuovo look per Casenzano
L'investimento? Di poco inferiore al mezzo milione di franchi
CANTONE
1 gior
«Dopo il caso Woodstock, troppa paura»
Covid 19: vita notturna ticinese sempre più in crisi. Gli esercenti incrociano le dita.
LUGANO
1 gior
Dopo l'omicidio, nuovi guai
Via Odescalchi: uno dei condannati protagonista di un pestaggio in carcere.
CANTONE
1 gior
Covid, in Ticino università sul chi vive
Mascherina obbligatoria, sì o no? Usi e Supsi si preparano al rientro a settembre. Ecco come
ISONE
1 gior
«È un giorno triste per l'esercito»
Il portavoce delle Forze Armate Stefan Hofer esprime il proprio sconforto per la morte del granatiere in una marcia.
CANTONE
1 gior
Un taxi “giallo” per la Val Verzasca
Il servizio, in fase di test nella valle, sarà aperto a tutti durante il prossimo fine settimana
VIDEO
LUGANO
1 gior
Salute dei ghiacciai: presentato il progetto Recogn.ice
Una cornice è stata posizionata sul San Salvatore per sensibilizzare l'opinione pubblica.
PARADISO
1 gior
Anche il Conca d'Oro getta la spugna
Il Lido di Paradiso ha deciso di non aprire quest'anno a causa dei vincoli imposti dalla pandemia.
LUGANO
1 gior
Aggredì la famiglia: «incapace di intendere e di volere»
La corte delle assise criminali ha disposto una presa a carico terapeutica intensiva.
BELLINZONA
2 gior
La Città sostiene gli apprendisti
Il Municipio di Bellinzona ha deciso di creare un fondo da 200'000 franchi per la loro assunzione.
CANTONE
2 gior
Recluta muore durante una marcia
È stata ritrovata dopo una breve ricerca. Inutili i tentativi di rianimazione.
LUGANO
2 gior
Parcheggi moto a pagamento: «Ecco un altro balzello»
Interrogazione della Lega al Municipio sulla possibilità di introdurre tasse di parcheggio anche per le due ruote
CAPRIASCA
2 gior
Addio a Carlo Nobile
Classe 1938, era noto per le sue attività di attore, doppiatore e docente. Oggi i funerali a Lugano.
CANTONE
23.05.2019 - 09:250

Lo spropositato costo in Ticino di riviste e vestiti

Paghiamo più del doppio rispetto all’Italia. Confrontati i prezzi  di 115 giornali e riviste. Un esempio? Quattroruote costa da noi quasi tre volte di più. L’ACSI: «È ora che la politica intervenga»

LUGANO  - Lo abbiamo definito spropositato, perchè tale è. Laura Regazzoni Meli, segretaria generale dell’Associazione Consumatori della Svizzera italiana (ACSI) lo definisce “ingiustificato”. Stiamo parlando del prezzo di giornali e riviste, ma anche di vestiti.

Giornali e riviste - Già in passato avevamo denunciato l’eccessivo costo delle riviste italiane nelle nostre edicole. Oggi arriva la presa presa di posizione dell’ACSI e delle sue consorelle Konsumentenschutz e FRC, le quali hanno confrontato ad aprile i prezzi di 115 periodici venduti in Svizzera con quelli dei paesi limitrofi. Ebbene c’è da non stare allegri. In Ticino dobbiamo sborsare più del doppio che in Italia per acquistare una rivista, per l’esattezza +127%.

Un paniere di giornali identici costa nel nostro paese in media 50.9% di più che in Germania. In Francia la differenza di prezzo è del 56.5% in meno.

Nel confronto di prezzi realizzato dalle associazioni in difesa dei consumatori, si può notare come i periodici “Quattroruote” (+245.1%), “Abitare” (+199.1%) e “Marie Claire” (+173%) presentino la differenza di prezzo maggiore. Mentre la differenza di prezzo minore si è registrata per i periodici “Sole 24 ore” (+41.6%), “PC Professionale” (+72.8%), “Gente” (+77.0%) e “Panorama” (+77.0%).

«In Ticino - fa notare l’ACSI -  le pubblicazioni costano ben più del doppio, l’esempio di “Quattroruote” è eclatante». Inoltre la differenza di prezzo dei periodici è leggermente aumentata negli ultimi cinque anni: a giugno 2014, i periodici costavano in Svizzera in media il 49% di più rispetto che in Germania, la differenza di prezzo con la Francia era del 55% e del 124% con l’Italia.

I vestiti - Stando alla denuncia dell’ACSI in Svizzera i vestiti sono più costosi del 25% che in Germania, Francia e Italia, come dimostrato da un paragone dei prezzi di 150 prodotti delle catene Esprit, H&M, Mango, Vero Moda e Zara venduti online. «Senza considerare l’IVA, le differenze di prezzo sarebbero chiaramente più evidenti, in quanto la Svizzera ha l’aliquota IVA minore dei quattro paesi considerati» fanno notare le associazioni di categoria. Dallo studio realizzato si apprese dunque che il “supplemento Svizzera” varia in modo diverso a dipendenza delle diverse catene: da H&M è “solo” del 16.7%, mentre da Esprit Svizzera, gli stessi vestiti costano il 32.1% di più rispetto ai paesi limitrofi. Nel mezzo si posizionano Vero Moda con un “supplemento Svizzera” del + 21.8%, Mango con +23.1% e Zara con + 28.4%.

“Queste differenze di prezzo restano importanti e ingiustificate – sottolinea Laura Regazzoni Meli -  è ora che la politica adotti misure efficaci per mettere fine agli abusi delle imprese straniere che approfittano del potere d’acquisto dei consumatori svizzeri.”

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Alex Tehnnison 1 anno fa su fb
Rendiamoci conto che oltretutto le riviste sono praticamente solo in tedesco....
Luisa Brugnetti 1 anno fa su fb
vado a ponte tresa me li riservano e vado una volta al mese x ritirarli
Sabrina Prestinari-Bellintani 1 anno fa su fb
Ma ci si rende conto solo adesso?
Martina D'Andrea 1 anno fa su fb
TUTTA COLPA DEGLI AFFITTI SPROPOSITATI!
Mohamed El Zeki 1 anno fa su fb
Se parliamo di food "la melanzana " al Microsoft 6 chf / kilo mentre in Italia pago 1€
Mattia Palmeri 1 anno fa su fb
Ah perché non erano lì per bellezza???? Comunque le riviste italiane sono già troppo care...
Mamo Medolago 1 anno fa su fb
Per me possono arrotolarseli ed infilarseli su su su.....
Sonia Merzaghi 1 anno fa su fb
….riviste in special modo
Victoria Maria Navarro 1 anno fa su fb
Come per tutto il resto, costa tutto due volte di più, dal cibo alla casa ecc.... Ma non è una novità in Ticino è da anni così
Rosanna Barni 1 anno fa su fb
Victoria Maria Navarro ma anche gli stipendi svizzeri sono il triplo che in Italia !
Victoria Maria Navarro 1 anno fa su fb
Rosanna Barni Sicuramente in dentro però!!!!
Cristiano Canonica 1 anno fa su fb
Luca ciao ...lè xchè nun sem sciuri
Ravi Von Verwandt 1 anno fa su fb
A me piaccionoTopGear e Evo ( riviste di auto ). 12.90 fr.
Marina Lanza 1 anno fa su fb
La signora Laura Regazzoni Mele dovrebbe analizzare tutti i fattori che fanno si che i prezzi siano più alti. Per quanto riguarda i giornali i quotidiani e le riviste i prezzi sono imposti e non sono decisi dal negoziante, infatti sono stampati. Per quanto riguarda le merci e vero che la Svizzera ha un’ iva più bassa ma le spese di trasporto sono molto piu alte, la merce deve essere sdoganata e la pratica ha un costo da aggiungere i dazi in base al paese di provenienza e a varie tipologie di materiali. Certo che se un consumatore acquista on line e si fa spedire la merce in Italia il discorso cambia. Sul prezzo finale al consumatore incide tutto affitto, assicurazioni, personale.... falso dire che i salari non incidono, certo non incidono assumendo frontalieri a 1500.- franchi al mese ....
Patrizia Franchini 1 anno fa su fb
Marina Lanza Infatti la signora Laura R.M. ha parlato delle imprese estere e non dei negozianti ticinesi. Gli editori decidono il prezzo per il Ticino, la Svizzera,... e quel prezzo lo fanno stampare. I prezzi di trasporto per Ponte Tresa Italia o Ponte Tresa Svizzera oppure per il Trentino o Lugano (da una tipografia di Milano per esempio) sono uguali... in considerazione entrano solo le spese doganali.
Patrizia Franchini 1 anno fa su fb
Marina Lanza Perché non si può correggere i commenti? È la quarta volta che ci provo, senza successo. Laura e non Kaura.
Marina Lanza 1 anno fa su fb
Patrizia Franchini per quanto riguarda i giornali il prezzo viene deciso dalle redazioni Per quanto riguarda gli altri acquisti il discorso resta
Simone Fiocchetta 1 anno fa su fb
Marina Lanza , i giornali tedeschi costano quasi come in Germania...quelli italiani più del doppio, come mai?
Patrizia Franchini 1 anno fa su fb
Marina Lanza Redazioni? No guarda, gli editori, tipo la Mondadori (Fininvest), la RCS (Rizzoli),... Società per azioni con azionisti che vogliono profitti e dividendi.
Armend Laura Hyseni 1 anno fa su fb
1,90€ era marcato sul giornalino, l’ho pagato 7,90fr
Rosy Lavigna 1 anno fa su fb
Senza contare che tolgono anche i gadget
Ivanice Maria 1 anno fa su fb
Il che; invoglia tanti a fare km per andare al di là... per risparmiare 🤷🏽‍♀️
miba 1 anno fa su tio
Mah....tante teorie, polemiche, malcontenti, lamentele ecc ecc ecc. Alla sostanza le cose (semplici) sono due: o guardi concretamente il tuo borsellino oppure sei disposto/a a finanziare lobby e/o cartelli vari che con 1000 scuse e/o pretesti vorrebbero giustificare i loro pro-sacocia. Concivido in pieno quanto ha postato Monello prima di me: in effetti ieri sono stato a Verbania ed oltre al negozio dei cinesi (caricatore Samsung 5 euro e un gilè 10 euro) e la spesa (carrello stracolmo 98 euro) ci è stato anche il pranzo per 2 persone a 18 euro (assieme, non a testa...) con primo penne ai gamberetti, secondo braciola ai ferri con patate al forno ed insalata, 1/2 di vino rosso e un'acqua minerale non gasata. Buona giornata a tutti
Antonella Ferilli 1 anno fa su fb
Perché, c’è ci compra le riviste italiane in Ticino? 😂
Laura Bernasconi 1 anno fa su fb
Su alcune pubblicazioni è già l' editore che indica in prezzo per la svizzera 😥😥😥
Paolo Mac 1 anno fa su fb
Appunto! Che la politica intervenga per sgravare degli oneri fiscali ed assicurativi i piccoli imprenditori! Se chi sostiene che in Svizzera tutto costa di più senza una causa, si sbaglia di grosso! Chiedetevi quanto alte siano le spese di un’attività commerciale, compreso avere del personale
Paolo Passamonti 1 anno fa su fb
Paolo Mac Ciao Mac... quanto sono i costi, specialmente in TASSE, di un piccolo imprenditore in Italia?
Paolo Mac 1 anno fa su fb
Paolo Passamonti ciao Rain Mi risulta siano più che qui Comunque io intendevo da noi!
Paolo Passamonti 1 anno fa su fb
Paolo Mac Esatto. Quindi un edicolante (che è un piccolo imprenditore) in Italia è più tassato di un edicolante qui ma le sue riviste costano molto meno. Ho forti dubbi che sia tutta colpa della politica e che possa intervenire con efficacia.
Paolo Passamonti 1 anno fa su fb
Paolo Mac ...e che il problema sia sgravare dagli oneri fiscali i piccoli imprenditori come hai scritto. Sono sicuro che se lo facessero le nostre riviste continuerebbero a costare molto di più. Secondo me il problema è altrove, non sono gli oneri in CH.
Paolo Mac 1 anno fa su fb
Paolo Passamonti ma Paul non si tratta solo di tassazione, che è più alta ma percentualmente, bensì degli stipendi che devi corrisporre a chi abita qui, nonché gli oneri sociali ed assicurativi e non da ultimo le spese per la gestione “fisica “ dell’attività e del costo di importazione ( dazi e affini) della merce ed i bassi margini di guadagno! Che ci sia chi poi ci marcia un po’ su non lo discuto
Paolo Mac 1 anno fa su fb
Paolo Passamonti eh ti farei provare a tenere in piedi un negozio e ricavarne uno stipendio.....lottando inoltre con le multinazionali
Paolo Passamonti 1 anno fa su fb
Paolo Mac lo so posso capirlo ma qui si parlava di prezzi, in particolare delle riviste (ma il discorso vale per altre merci secondo me). I negozianti in Italia non è che se la passano meglio in fatto di tasse ma i loro prodotti costano meno. Ne deduco che forse il problema non sono oneri e tasse ma sta da un altra parte.
Paolo Passamonti 1 anno fa su fb
Paolo Mac Appunto. Prendiamo gli affitti ad esempio. Se un negozio di x m2 a bellinzona costa 3000 di affitto (invento)... lo stesso negozio in una cittadina italiana quanto pippero dovrebbe costare in proporzione? 😱 Da questo punto di vista siamo sempre stati fuori mercato. Ti ricordi quando eravamo giovini e belli? In Ita con 10'000 lire facevi serata... con gli stessi soldi qui invece non mangiavi una pizza 😐
Paolo Mac 1 anno fa su fb
Paolo Passamonti appunto in Italia non pagheranno mai 3000 € di affitto! Prova a pensare cosa pagano alcuni negozi in piazza a Locarno! Se poi hanno anche 2 o 3 dipendenti.....svizzeri, fammi un po’ di conti! Io so cosa costa tenere un negozio aperto.....senza avere un guadagno pur avendo buone entrate!
Gus 1 anno fa su tio
In Ticino i più svantaggiati sono ancora una volta quelli delle Valli superiori, lontani dal confine. E per questo motivo che la politica se ne frega. Non c'è un partito che pensi seriamente alle Valli
Alessandro Mathieu 1 anno fa su fb
e poi si lamentano che andiamo a prendere certe cose in Italia... va bene. Solo per dire, il prezzo del Dylan Dog: Italia: 3,50 Euro Svizzera: 12,90 Franchi
Valerio Castellani 1 anno fa su fb
Italia 🇮🇹 con tutte le riviste che girano quasi tutte con le stesse notizie per forza devono avere prezzi bassi altrimenti chi vende per il resto noi un pugno 🤛 di mosche come dite bene sveglia ⏰ e chi deve trovi soluzioni chiedete al giornale 📰 del popolo 🌹🐺
Max Bartolini 1 anno fa su fb
ah beh sono 30 anni che è cosi....
Simone Fiocchetta 1 anno fa su fb
E i fumetti italiani, costano il triplo!
Salbra 1 anno fa su tio
La politica non vuole aiutarci...le creste sono allucinanti ! Dove è il problema ......10 Km e compero tutto in Italia..problema risolto ! Quando poi i crestaioli la finiranno d'esagerare ( ma con tutto...alimentari compresi!!)..si ricomincerà a comperare in Svizzera ! Discussione chiusa !!
Romy Ribi 1 anno fa su fb
Perciò si va in Italia all'edicola e al supermercato! Almeno che si è ricchi e si ha soldi da buttare via!!!
KilBill65 1 anno fa su tio
Adesso capisco il perche' di persone con la propria famiglia va ad abitare dopo il confine!!!.....Oppure di pensionati che se ne vanno dal Ticino per andare a vivere in altri paesi attrattivi es. Spagna, Portogallo, ecc……...
moma 1 anno fa su tio
@KilBill65 Vero, però prima hanno guadagnato qui, in Svizzera. Molti se ne vanno all'estero, ma con i risparmi ottenuti grazie alla Svizzera. Vediamo cosa prende un pensionato della zona UE. Una miseria.
senzapretese53 1 anno fa su tio
purtroppo la cresta non la fanno solo sui giornali e sulle riviste ma anche sui libri (controllate p.es. i cambi applicati rispetto a quelli di mercato). E' forse l'editore che fa la cresta? Mah ….
Mattia Middioni 1 anno fa su fb
Ma perché c'è ancora gente che compra in Ticino con vicino Como e Milano? 😀
Alex Polli 1 anno fa su fb
Perche' se io abito a Biasca o piu' a Nord non vado fino in Italia per prendere una rivista, quindi se voglio qualcosa di particolare la prendo e basta.
Andy Vaerini 1 anno fa su fb
Perché c'è gente che saggiamente sostiene l'economia locale. Quelli che vanno in Italia a fare la spesa poi sono gli stessi che si lamentano perché in Ticino aumenta la disoccupazione...
Cesare Saldarini 1 anno fa su fb
Andy Vaerini sostenere saggiamente l’economia locale non è pagare una rivista che costa 4.5€ in Italia 10.50 chf in Svizzera.
Alex Polli 1 anno fa su fb
Concordo...si puo^sostenere l'economia locale ma questa cosa delle riviste e' una presa in giro..fra la cresta dell'editore ( alcune riviste hanno la dicitura Canton Ticino sulla copertina per il prezzo ), dazi doganali ecc...
Myriam Tognetti 1 anno fa su fb
Andy Vaerini rido solo, ogni commento è superfluo...
Mauro Gaggini 1 anno fa su fb
Andy Vaerini sostenere l’economia locale ok! Ma passare per gonzi é un’altra cosa😡 ti pare normale che un cerotto della DR.Scholl in farmacia in Svizzera lo paghi 68 CHF mentre lo stesso medesimo prodotto lo trovi in farmacia a Ponte Tresa a 29 Eur. Poi ci lamentiamo perché i costi sanitari esplodono😡😡
Luana Jelmolini 1 anno fa su fb
io faccio la spesa in Ticino, ma mi rifiuto di comprare le riviste qui. Quelle volte che le compro, lo faccio in Italia. Ma non vado apposta per andare in edicola.
Andreza Zaugg 1 anno fa su fb
Andreza Zaugg 1 anno fa su fb
Andy Vaerini
Damiano Iannino Schipilliti 1 anno fa su fb
Andy Vaerini questo non è sostenere l economia questo è farsi derubare
Alex Aquino 1 anno fa su fb
Ma dai??? Non lo sapevo!!! 👏🏻👏🏻
prophet 1 anno fa su tio
bisognerebbe fare una distinzione in quanto in certi casi sono le riviste stesse che applicano prezzi diversi, NON sempre sono i rivenditori CH che maggiorano indiscrimanatamente il prezzo...bensì già loro stessi hanno un prezzo di acquisto maggiorato
Alessandro Milani 1 anno fa su fb
Se credete ancora nell politica e chi ci cfede ancora .chi vive sperando muore cagando
max0920 1 anno fa su tio
e poi si lamentano se non ce lavoro e se i negozi falliscono.
Monello 1 anno fa su tio
...dimenticavo anche gli acquisti che faccio online li faccio inviare in Italia ,cosi evito il costo spropositato della posta !
Monello 1 anno fa su tio
Io compro tutto in Italia ..oltre a tutto la sera faccio anche una bella cenetta in un ristorante Italiano !
pontsort 1 anno fa su tio
@Monello Per tanto così puoi anche andarci a vivere e lavorarci.
Luca Bonanomi 1 anno fa su fb
Da questo articolo si capisce l'interesse di certa politica a creare conflitti con l'UE, uscire da Schengen e chiudere le frontiere. Quello della sicurezza è solo uno specchietto per le allodole. O meglio per gli allocchi.
Telassim Alberti 1 anno fa su fb
Per fortuna che c'é lei ad aprirci gli occhi Signor Bonanomi! Perché a lei.... non la si fa! Hip Hip Urrà! 😄
Telassim Alberti 1 anno fa su fb
Eh beh... non tutti sono illuminati come lei. Ma per fortuna la si vede distribuire saggezza e chiaroveggenza in tutti i post di Ticinoonline 😊. #grato
Luca Bonanomi 1 anno fa su fb
Telassim Alberti già, ognuno distribuisce ciò che può... 😉
Telassim Alberti 1 anno fa su fb
... o quello che "crede che può" 😄
Luca Bonanomi 1 anno fa su fb
Telassim Alberti già, anche in modo inconsapevole.
Telassim Alberti 1 anno fa su fb
Certo! Ma "Meno male che Luuuuca c'éééééé!" 😄
Edoardo Succio 1 anno fa su fb
Telassim Alberti secondo me è colpa di putin 😂🤣😂🤣
Maurizio Roggero 1 anno fa su fb
Se alla politica sta bene così vuol dire che è complice e ci guadagna pure lei in tutto questo!
franco1951 1 anno fa su tio
E i medicinale fino sei volte di più, anche se prodotti in Svizzera!!! Più caro ci sta, ma troppo spesso si esagera.
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter


Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-07-16 15:20:04 | 91.208.130.89