Keystone
ULTIME NOTIZIE Svizzera
SVIZZERA
2 ore
Un po' di neve che fa sorridere i ghiacciai
La perturbazione delle scorse ore ha fatto scendere il limite delle nevicate nelle Alpi
BERNA
3 ore
Errore sui luoghi di contagio, ora c’è chi vuole vederci chiaro
La politica si fa domande. Il PLR: «Come è stato possibile?». Parla l'ex medico cantonale di Berna: «Uno sbaglio grave»
SVIZZERA
7 ore
«Le accuse contro Infantino sono infondate»
È quanto ha ribadito oggi la FIFA, che non esclude il complotto
ZURIGO
8 ore
Atto di inciviltà: lancia un petardo nel tram per il primo di agosto
Dopo pochi secondi l’esplosione. Il video è stato pubblicato su Instagram.
VALLESE
9 ore
Il sindaco accusato di molestie rinuncia alla candidatura sulla lista PPD
A poche settimane dalle elezioni, nel comune di Collombey-Muraz è scoppiato un piccolo "sex-gate"
FOTO
LUCERNA
9 ore
Capannone agricolo divorato dalle fiamme
L'incendio è divampato venerdì sera a Menznau. Sul posto sono intervenuti oltre 100 pompieri
SVIZZERA
10 ore
Operazione al timpano per Palazzo federale
L'anno prossimo verrà lanciato un concorso per decorare una delle parti più in vista dell'edificio.
ZURIGO
10 ore
Il Leopardo Villy è stato addormentato, aveva 17 anni
Si trovava allo Zoo di Zurigo dal 2006, ma era malato da tempo.
GRIGIONI
11 ore
Un incendio manda in fumo casa e automobili
Le tre persone che si trovavano nell'abitazione di Wiesen sono riuscite a mettersi in salvo.
LUCERNA
12 ore
Fuochi d'artificio contro un ristorante, 13 persone (leggermente) ferite
Una batteria di fuochi si è ribaltata e almeno un razzo è partito in direzione della terrazza.
BERNA / ITALIA
08.03.2018 - 08:000

Editori stranieri e prezzi delle riviste: «Sembra che ce ne approfittiamo? Ci spiace»

Berna sta vagliando il dossier. Il distributore svizzero? Può fare un po' quel che vuole: «È l'unico operatore»

BERNA / ROMA - Un piccolo passo avanti è giunto a inizio settimana: il Consiglio Nazionale ha approvato una mozione che dovrebbe incaricare il Consiglio federale di trovare una soluzione ai prezzi troppo alti delle riviste straniere in Svizzera. A fissarli sono gli editori esteri, assicura il gestore dei chioschi “K Kiosk” Valora, che si rifornisce dal grossista svizzero 7Days Media.

In vista del voto, avevamo contattato sei editori italiani per chiedere loro perché si ostinino a fissare prezzi anche del 170% più alti per il mercato elvetico. A distanza di giorni, solo uno di loro ha risposto: GEDI Gruppo Editoriale che pubblica l’Espresso (3 euro in Italia, 6.60 franchi in Ticino: +90%) e il National Geographic (4,90 euro in Italia, 10.50 franchi in Svizzera: +86%).

«Fissiamo noi il prezzo» - «È vero che il prezzo di vendita viene determinato dall’editore», conferma un portavoce di GEDI. La cifra non è però decisa in base ai costi di logistica di ogni singolo Paese, ma tentando di stabilire «un prezzo medio uniforme» per le vendite fuori dall’Italia. L’importatore svizzero, assicura l'editore, non suggerisce in alcun modo il prezzo di vendita.  

«Sembra che ce ne approfittiamo? Ci dispiace» - La Svizzera non è particolarmente più gabbata di altri, insomma, ma non vi scoccia passare per degli approfittatori? «Dispiace che venga percepito come un abuso - assicura l’editore -, ma di fatto non lo è proprio perché il comparto estero va considerato nel suo insieme e dipende dall’andamento del mercato».

Margine più alto per il distributore svizzero - Vendendo all’estero, del resto, l’editore ha un margine più ridotto. Se in Italia il distributore si prende il 25% del prezzo di copertina defiscalizzato, all'estero si intasca generalmente il 50%, spiega GEDI. In Svizzera «leggermente» di più, precisa.

Un circolo vizioso - E non è tutto: «Valora (7Days), in quanto unico operatore, può chiedere di far fronte ai sempre maggiori costi di trasporto/distribuzione con richieste unilaterali di aumento», afferma l’editore, segnalando una situazione di quasi monopolio già denunciata da Mister Prezzi. Il grossista svizzero, insomma, può aumentare il proprio margine con relativa facilità, costringendo in qualche modo l’editore straniero a tenere alti i prezzi in un circolo vizioso di cui di sicuro non beneficia il consumatore svizzero.

Eventuali contromisure preoccupano - Ma vi preoccupa che il Consiglio federale possa mettere mano alla materia rendendo possibile la vendita delle vostre riviste a prezzi più bassi? «Evidentemente sì», ammette schietto il portavoce.

La mozione approvata dal Consiglio Nazionale passa ora al Consiglio degli Stati.  

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Annadimelide Annadimelide 2 anni fa su fb
da noi 4 fr non lamentatevi se andiamo in Italia costa 1 euro
Annadimelide Annadimelide 2 anni fa su fb
da noi 5
matteo2006 2 anni fa su tio
Chissà quanti posti di lavoro andranno persi con queste riduzioni.
Equalizer 2 anni fa su tio
Se l'articolo indica le parole veramente dette dal portavoce di GEDI, beh questa risposta contiene tutto lo spirito italiano: «Sembra che ce ne approfittiamo? Ci dispiace» - La Svizzera non è particolarmente più GABBATA di altri.......

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter


Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-08-04 01:52:45 | 91.208.130.86