TiPress
GORDOLA
11.01.2019 - 10:030

Ancora 5 anni alla Compodino: «Serve una rivoluzione?»

Un cittadino patrizio di Gordola si lamenta in merito alla decisione della commissione speciale per la pianificazione del territorio che non prevede alcun nuovo impianto per il Locarnese

GORDOLA - Un nuovo impianto per lo smaltimento dei rifiuti nel Locarnese non è necessario. È la conclusione a cui è giunta - come riferisce La Regione - la commissione speciale per la pianificazione del territorio, chiamata a esprimersi sul Piano di utilizzazione cantonale del Parco del Piano di Magadino.

Al Piazzante, dunque, non sorgerà alcun nuovo impianto. Il Governo viene invitato a trovare una soluzione alternativa, mentre l’attività della Compodino Sa si ritiene debba cessare «entro e non oltre 5 anni con una dismissione graduale dell’attività e la conseguente bonifica dell’area».

Una decisione che farà arrabbiare molti, considerato che - oltre alle puzze - sono trent’anni che l’impianto di compostaggio opera senza licenza edilizia in zona agricola e non industriale.

Tra “gli indignati” Oswaldo Codiga, scrittore cittadino patrizio di Gordola, che si è rivolto con una lettera ad alcuni politici e agli uffici cantonali: «Ecco come si fa a prendere letteralmente per i fondelli gli abitanti, si permette a una ditta abusiva di continuare per altri 5 anni (che, conoscendo i "modi" e soprattutto i "tempi" politici sicuramente diventeranno molti di più) a operare ancora e sempre contro legge disturbando una buona parte della popolazione». «Cosa si può fare per far rientrare lo Stato del Canton Ticino nei parametri della legge? - chiede provocatoriamente -. Magari una bella rivoluzione contro lo stesso Stato?».

6 mesi fa Compodino, 30 anni d'illegalità: un record che imbarazza il Governo
6 mesi fa Compodino: «Gestione infedele del Governo?»
7 mesi fa Il PPD interroga il Governo sulla Compodino SA
7 mesi fa Compodino, irregolare ma ancora operativa: «Il Cantone se n'è lavato le mani»
8 mesi fa Verdi contrari al compostaggio nel Piano di Magadino
1 anno fa Non solo puzza: il Tribunale federale revoca l’appalto alla Compodino
2 anni fa I Verdi contro la Compodino SA: «Opera abusivamente»
2 anni fa Compodino, impianto fuori legge?
13 anni fa Puzze, la Compodino rispedisce le accuse al mittente
13 anni fa Da dove viene la puzza? La popolazione: dal compostaggio
Commenti
 
Nmemo 1 sett fa su tio
Questo è il Ticino dove decide l’amministrazione cantonale (funzionari) e i responsabili della politica, direttori di dipartimento non mettono becco. Fattispecie analoghe si ripetono in altri dipartimenti.
vulpus 1 sett fa su tio
Le puzze sono generate sopratutto dall'impianto depurazione, e non solo dalla Compodino. Per quanto concerne l'avversità ad uno spostamento al Pizzante, è una nuova dimostrazione della limitatezza della visione dei nostri politici. Eliminare questa deponia in questa zona vuol dire giocoforza trasportare altrove il materiale: visto che il casino stradale è già elevato, perchè privare la zona di un tale servizio facendo spostare tonnellate di materiale verso Cadenazzo o Bellinzona? Commissione che non fa sicuramente l'interesse della popolazione,ma forse solo quella dei trasportatori.
Tags
impianto
gordola
nuovo impianto
rivoluzione
compodino
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-01-21 03:07:04 | 91.208.130.87