Keystone
ULTIME NOTIZIE Svizzera
VALLESE
9 min
Travolto dagli alberi che aveva tagliato, morto un boscaiolo
L'incidente sul lavoro è avvenuto ieri in un bosco di Ernen. La vittima è un 24enne dell'Alto Vallese.
SVIZZERA
37 min
Accordo quadro, Parmelin è a Bruxelles
Il Presidente della Confederazione inconterà Ursula von der Leyen per tentare di sbloccare i negoziati.
SVIZZERA
1 ora
Trasferire chi non si vaccina: l'idea che non piace ai sindacati
Non vuoi il vaccino? Vieni riassegnato ad altre mansioni. L'USS non ci sta: sarebbe come un obbligo indiretto
SVIZZERA
10 ore
«Questo è un obbligo di vaccinazione nascosto»
Quando almeno il 40-50% della popolazione sarà immunizzato, potrebbero scattare dei privilegi
FOTOGALLERY E SONDAGGIO
ZURIGO
12 ore
Gli svizzeri vogliono lavorare per queste aziende
Dopo la pandemia, una posto sicuro è diventato più importante dell'equilibrio tra vita privata e lavorativa.
SVIZZERA
14 ore
Passaporto vaccinale: «Nessuno potrà proibirvi di prendere l'autobus»
Delegato al Consiglio d'Europa, il parlamentare neocastellano Damien Cottier fornisce una visione d'insieme sul tema.
GRIGIONI
14 ore
Il WEF vuole tornare a Davos nel 2022
Quest'anno a Singapore, ma si vuole «restare fedeli alla tradizione»
SVIZZERA
15 ore
Carcere per l'ex poliziotto che trafficava armi
Il 59enne è stato condannato a 28 mesi di detenzione, di cui 8 da scontare.
SVIZZERA
15 ore
L'Openair Frauenfeld non ci sarà, rimandato al 2022
Gli organizzatori: «Abbiamo sperato, lottato, pianificato e aspettato il più al lungo possibile».
SVIZZERA
08.12.2020 - 20:460

Le nuove misure dividono i partiti

La sinistra e il PPD sono favorevoli ai provvedimenti proposti dal Consiglio federale.

Decisamente più scettici PLR, secondo cui non c'è un piano coerente, e UDC, che respinge l'idea di anticipare la chiusura dei ristoranti a livello nazionale.

BERNA - PS, PPD e Verdi hanno accolto favorevolmente la decisione del Consiglio federale di proporre ulteriori misure a livello nazionale per lottare contro la pandemia di coronavirus. Contraria invece l'UDC.

UDC: «Misure arbitrarie» - Il gruppo parlamentare democentrista respinge l'idea di anticipare la chiusura dei ristoranti a livello nazionale e la limitazione degli orari di apertura dei negozi, misure che definisce «arbitrarie» in una presa di posizione diramata ancora prima dell'inizio della conferenza stampa del Consiglio federale. Quest'ultimo non deve sovrastare le competenze dei cantoni, tanto più che la situazione non è la stessa ovunque, afferma il partito.

PLR: «Non c'è un piano coerente» - Per il PLR l'annuncio odierno consolida l'immagine veicolata dal Consiglio federale nelle ultime settimane che continua a reagire in situazione di emergenza, senza un piano coerente. Per il partito è chiaro che i cantoni devono assumersi le loro responsabilità. La Svizzera romanda ha adottato misure severe nelle ultime settimane e viene comunque penalizzata dal Consiglio federale. Ora è importante dare ai cantoni il tempo di valutare l'efficacia delle misure. Se la situazione non migliora rapidamente, allora il Consiglio federale potrà introdurre misure più severe.

PS: «Cantoni troppo esitanti» - Il PS si rammarica che questo passo «si sia reso necessario», ha indicato all'agenzia di stampa Keystone-ATS. La scelta del Consiglio federale è stata la logica conseguenza dell'atteggiamento troppo esitante di molti cantoni nelle ultime settimane. «Il PS è soddisfatto che il governo si assuma ora le sue responsabilità», ha dichiarato il partito. E si aspetta che continui a farlo fino alla fine della pandemia. Il partito lo aveva d'altronde già chiesto due settimane fa. I socialisti inoltre invitano la Confederazione ad aumentare e ampliare gli aiuti economici, parallelamente alle misure restrittive: non è più accettabile lasciare per la terza o quarta volta i settori interessati e i lavoratori nell'incertezza.

PPD: «Solidarietà necessaria» - Anche il PPD, in un tweet, ha accolto con favore le nuove regole a livello nazionale, anche se questo significa grandi restrizioni per tutti. «La solidarietà e la responsabilità sono ora necessarie ancora una volta per ridurre l'incidenza dell'infezione e anche per i settori colpiti», scrive il PPD.

Verdi: «Fine delle esitazioni» - «Fine delle esitazioni e dei rinvii», esige da parte sua il gruppo parlamentare dei Verdi in un comunicato stampa. In un documento di 12 pagine sul Covid-19, adottato oggi, si chiede una chiara strategia di contenimento per proteggere i più deboli. Il presidente del partito, Balthasar Glättli, critica le esitazioni di Confederazione e cantoni. «Il Consiglio federale deve presentare una strategia vincolante per contenere il coronavirus e orientare le misure verso obiettivi predefiniti (ad esempio in termini di numero di casi o di tassi di riproduzione)», si legge tra l'altro nel documento di posizione.
 

Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-04-23 09:24:03 | 91.208.130.86