keystone-sda.ch (Ben Stansall)
Dal 1° gennaio entrano in vigore i nuovi accordi tra Svizzera e Regno Unito.
ULTIME NOTIZIE Svizzera
LUCERNA
3 ore
Delitto alla stazione di servizio, la vittima è un 20enne
A perdere la vita durante lo scontro, che ha coinvolto una dozzina di persone, un 20enne kosovaro
Berna
5 ore
Decessi Covid nelle case per anziani, i Cantoni si preparano alla terza dose
Secondo Stefan Fux, Direttore di una casa di riposo, «la vaccinazione sta perdendo la sua efficacia»
ZURIGO
7 ore
Colpito dal tram, muore in ospedale
Un 45enne tedesco ha perso la vita in seguito a uno scontro con un tram zurighese
FRIBURGO
9 ore
Un colpo di sonno, e giù nel ruscello
Un giovane conducente si è addormentato al volante sull'A12, finendo in un corso d'acqua
BERNA
10 ore
Partecipazione al voto superiore alla media degli ultimi anni
Tra i meno diligenti anche il Ticino, fermo sotto il 48%.
BERNA
10 ore
«Chi si ama e vuole sposarsi deve poterlo fare»
Sul Matrimonio per tutti «i cittadini hanno votato chiaramente», ha detto Karin Keller-Sutter.
BERNA
11 ore
Un alpinista muore allo Schreckhorn
L'uomo si trovava in alta quota per un'escursione in solitaria
Berna
13 ore
Donne viste come materassi del sesso nell'esercito
Diversi casi sono approdati davanti al tribunale militare secondo cui «non c'è spazio per determinati comportamenti»
SVITTO
14 ore
I costi delle PC AVS/AI a carico del cantone
Finora la metà della spesa era assunta dai comuni.
BERNA 
14 ore
Iniziativa 99%: «Peccato, era moderata»
Regula Rytz e Tamara Funiciello esprimono la propria delusione per l'esito della votazione.
BERNA 
15 ore
«Giorno nero per i bambini»
C'è delusione tra gli oppositori, anche se le speranze erano già svanite da tempo.
BERNA
15 ore
Matrimonio per tutti: gioia fra i favorevoli
A Berna ci si sta già preparando a festeggiare per quello che sembra un esito ormai scontato.
SAN GALLO
15 ore
36enne accoltellato, fermati due presunti colpevoli
Gli agenti hanno trovato l'uomo ferito in un appartamento.
BERNA
15 ore
Sì al "matrimonio per tutti", no al 99 per cento
Approvata l'iniziativa sulle coppie omosessuali (64 per cento). Respinta la tassazione dei capitali (67%)
SVIZZERA/TICINO
16 ore
Urne aperte, chi la spunterà?
Matrimonio per tutti, 99 per cento, pigioni abusive e altro ancora. Si vota su due iniziative federali e tre cantonali
SVIZZERA
17 ore
«Sono estremisti monotematici»
I No Pass e No Vax in Svizzera stanno alzando il tiro. La Rete per la sicurezza: «Rischio radicalizzazione»
ZURIGO
18 ore
Va a fuoco un'azienda di rifiuti
Le fiamme sono divampate questa notte a Glattburg (ZH). I pompieri al lavoro fino all'alba
LUCERNA
19 ore
Ucciso a coltellate nella stazione di servizio
Una rissa tra diverse persone è finita tragicamente ieri sera a Geuensee (LU)
Ginevra
1 gior
Covid, dopo i vaccini si punta ai rimedi da banco
Alcuni sono già raccomandati, altri in fase avanzata, mentre altri ancora sono già stati scartati
SVIZZERA / REGNO UNITO
29.12.2020 - 14:240

Dal 1° gennaio in vigore i nuovi accordi tra Berna e Londra

Sono il risultato della strategia "Mind the Gap" del Consiglio federale e del lavoro degli scorsi anni e mesi

BERNA - Con la fine del periodo di transizione successivo alla Brexit gli accordi bilaterali tra la Svizzera e l’Unione europea (UE) non saranno più validi per il Regno Unito. 

Il 31 dicembre il Regno Unito lascerà il mercato interno e l’unione doganale dell’UE, e gli accordi internazionali dell’UE non saranno più validi per il Regno Unito. Di conseguenza inizierà una nuova fase anche per le relazioni tra la Svizzera e il Regno Unito. Se infatti gli accordi bilaterali Svizzera-UE sono rimasti validi per il Regno Unito durante il periodo di transizione, con l’anno nuovo non lo saranno più. Da quel momento si applicheranno i nuovi regolamenti previsti, in particolare vari accordi tra la Svizzera e il Regno Unito.

Per la Svizzera queste soluzioni sono il risultato della strategia "Mind the Gap" del Consiglio federale, adottata nell’ottobre del 2016 – pochi mesi dopo il voto popolare britannico sulla Brexit del 23 giugno – il cui obiettivo era mantenere, ove possibile, ed eventualmente ampliare i diritti e gli obblighi vigenti tra il nostro Paese e il Regno Unito. Per coordinare i lavori il Consiglio federale ha istituito un gruppo direttivo interdipartimentale sotto la guida dal Dipartimento federale degli affari esteri (DFAE).

La Svizzera e Regno Unito sono riusciti ad assicurare in larga misura il prosieguo del loro attuale rapporto giuridico. Complessivamente il Consiglio federale ha negoziato sette accordi con il Governo britannico.

• L’Accordo sui trasporti aerei (firmato il 17 dicembre 2018) garantisce il proseguimento senza lacune delle normative vigenti per l’aviazione civile e garantisce alle compagnie aeree gli attuali diritti in materia di trasporto. L’accordo entra in vigore il 1° gennaio 2021.

• L’Accordo sul trasporto stradale (firmato il 25 gennaio 2019) stabilisce che, per quanto riguarda il traffico merci, non è necessaria un’apposita autorizzazione e che continua a essere possibile il reciproco accesso per i trasporti di persone e merci. L’accordo entra in vigore il 1° gennaio 2021.

• L’Accordo sulle assicurazioni (firmato il 25 gennaio 2019) consente alle società assicurative svizzere che si occupano di assicurazione diretta contro i danni di aprire e gestire succursali nel Regno Unito (e viceversa). L’accordo entra in vigore il 1° gennaio 2021.

• L’Accordo commerciale (firmato l’11 febbraio 2019) traspone vari accordi fondamentali con l’UE nei rapporti tra Svizzera e Regno Unito, tra cui l’Accordo di libero scambio (1972), l’Accordo sugli appalti pubblici (1999), l’Accordo sul reciproco riconoscimento in materia di valutazione della conformità (1999), l’Accordo sul commercio agricolo (1999) e l’Accordo sulla lotta contro la frode (2004). L’Accordo commerciale entra in vigore il 1° gennaio 2021. Alcune delle disposizioni replicate non saranno applicabili poiché richiedono un’apposita regolamentazione tra il Regno Unito e l’UE.

• L’Accordo sui diritti dei cittadini (firmato il 25 febbraio 2019) tutela i diritti delle Svizzere e degli Svizzeri nel Regno Unito acquisiti in virtù dell’Accordo sulla libera circolazione delle persone (ALC): il diritto di soggiorno, i diritti in materia di assicurazioni sociali e il riconoscimento delle qualifiche professionali. Lo stesso vale per le cittadine e i cittadini britannici in Svizzera. L’accordo sarà applicato in via provvisoria dal 1° gennaio 2021 e, nel campo della sicurezza sociale, viene integrato da una decisione del comitato misto Svizzera-UE dell’ALC volta a estendere la tutela dei diritti ai cittadini e alle cittadine degli Stati membri dell’UE.

• L’Accordo sulla mobilità dei servizi (firmato il 14 dicembre 2020) riguarda la fornitura transfrontaliera di servizi di breve durata da parte di persone fisiche. L’accordo è inizialmente limitato a due anni e sarà applicato in via provvisoria dal 1° gennaio 2021.

• L’Accordo di cooperazione in materia di polizia (firmato il 15 dicembre 2020) rafforza e approfondisce la cooperazione con le autorità di polizia britanniche, in particolare nella lotta. alla criminalità e al terrorismo. Questo aumenterà la sicurezza interna di entrambi i paesi e svilupperà ulteriormente le relazioni con il Regno Unito («Mind the gap Plus»). L’accordo dovrebbe entrare in vigore nella seconda metà del 2021.

Svizzera e Regno Unito, sottolinea il Dipartimento federale degli affari esteri DFAE, hanno lavorato per plasmare le loro relazioni future anche al di là di questi sette accordi. Una dichiarazione congiunta del 30 giugno scorso, per esempio, prevede una cooperazione più intensa nel campo dei servizi finanziari. Con un’altra dichiarazione del 21 dicembre la Svizzera e il Regno Unito si dicono intenzionati a esplorare nuove vie per rafforzare la cooperazione nel settore della migrazione. L’Accordo commerciale prevede inoltre che i due Paesi avviino colloqui sullo sviluppo e l’approfondimento delle relazioni economiche e commerciali.

Il mercato del lavoro - Poiché alla fine dell’anno la libera circolazione delle persone tra la Svizzera e il Regno Unito non sarà più in vigore, dal 1° gennaio 2021 l’accesso al mercato del lavoro sarà regolato dalle rispettive normative nazionali. Per la Svizzera si applica la legge federale sugli stranieri e la loro integrazione (LStrI). Per il 2021 il Consiglio federale ha stabilito contingenti separati per lavoratori provenienti dal Regno Unito (3500).

Una storia di relazioni amichevoli - Le relazioni tra la Svizzera e il Regno Unito sono tradizionalmente strette e amichevoli, e i due Paesi hanno legami in vari ambiti. In particolare rivestono una certa importanza gli scambi economici: nel 2019 il Regno Unito è stato il terzo partner commerciale della Svizzera, con un volume di scambi di 44,6 miliardi di franchi. Il Regno Unito è il quinto Paese di destinazione d'investimenti diretti svizzeri (78,3 miliardi di franchi alla fine del 2018) ed è il terzo Paese di provenienza d'investimenti diretti in Svizzera (65,9 miliardi). Nel 2019 più di 56mila voli hanno collegato i due Paesi. Nel Regno Unito vivono circa 37mila cittadine e cittadini svizzeri e in Svizzera risiedono quasi 42mila cittadine e cittadini britannici.

Poco prima della fine del periodo di transizione, l’UE e il Regno Unito hanno concluso un Accordo commerciale e di cooperazione. «Il DFAE è lieto che in questo modo si sia potuta evitare un’uscita del Regno Unito dall’UE senza accordo. Il testo dell’Accordo è attualmente all’esame del DFAE e degli altri dipartimenti interessati».

Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-09-27 03:40:15 | 91.208.130.87