Cerca e trova immobili

GUERRA IN UCRAINAAllarme missili, interrotta la conferenza stampa di Berset e Zelensky

25.11.23 - 14:36
In precedenza il presidente della Confederazione aveva assicurato il sostegno «a lungo termine» a Kiev
keystone-sda.ch (ANTHONY ANEX)
Fonte Ats
Allarme missili, interrotta la conferenza stampa di Berset e Zelensky
In precedenza il presidente della Confederazione aveva assicurato il sostegno «a lungo termine» a Kiev

KIEV - La conferenza stampa del presidente della Confederazione Alain Berset e del capo dello stato ucraino Volodymyr Zelensky, tenutasi oggi a Kiev, è stata interrotta a causa di un allarme per missili balistici lanciato dalla Russia, come Keystone-ATS ha appreso sul posto da fonti ucraine.

Nessuno sembra essere in pericolo ma Berset è stato ugualmente condotto in un luogo sicuro, ovvero il seminterrato del palazzo nel quale era in corso il meeting. L'allerta è rientrata dopo 20 minuti. Il consigliere federale ha poi potuto proseguire la sua visita insieme al primo ministro ucraino Denys Shmyhal.

In precedenza Berset e Zelensky hanno avuto un colloquio durato 45 minuti. «La Svizzera rimane al fianco dell'Ucraina anche in questi tempi segnati da numerose crisi», ha dichiarato il consigliere federale nelle prime fasi della conferenza stampa. Nel corso del colloquio personale con Zelensky è stato confermato che il leader ucraino potrà contare «a lungo termine» sulla solidarietà della Svizzera, che non sarà messa in discussione dalle «molte crisi parallele» di cui soffre il mondo.

17 veicoli da Berna a Kiev

Nel corso della visita di Berset è stato annunciato che la Svizzera invierà in Ucraina altri 17 veicoli di soccorso e salvataggio. Inoltre, esperti svizzeri forniranno una formazione in loco ai pompieri ucraini. Entro dicembre saranno consegnate all'Ucraina dieci ambulanze finanziate dalla Direzione dello sviluppo e della cooperazione (DSC) per un valore complessivo di 650mila franchi, sei autopompe e attrezzature antincendio del Dipartimento della difesa per un valore di circa 2,3 milioni di franchi e una usata del distretto di Affoltern (ZH). Diversi veicoli erano già stati consegnati in precedenza.

Compresa la nuova consegna, la Svizzera ha inviato all'Ucraina un totale di 25 ambulanze e 13 camion dei pompieri dall'inizio dell'aggressione militare russa, il 24 febbraio 2022. Il valore è di circa 3,9 milioni di franchi.

Il sistema sanitario ucraino è sottoposto a enormi tensioni, scrive la Confederazione. In particolare, sono urgentemente necessarie ambulanze e autopompe, molte delle quali sono state distrutte durante i combattimenti. Inoltre, la guerra continua a mietere vittime ogni giorno.

COMMENTI
 

TeresaBaliresa 3 mesi fa su tio
Smettiamola di dare soldi a quei criminali.

Nic Nad 3 mesi fa su tio
….mannaggia…era la volta buona…due piccioni enormi con una fava 😂😂😂

Fra Francesco 3 mesi fa su tio
Berset per fortuna se ne va e insieme a lui deve andarsene quel fenomeno italico di Cassis.

Fra Francesco 3 mesi fa su tio
Appoggio al popolo ucraino si a Zelensky assolutamente no.

Libero&Svizzero 3 mesi fa su tio
Ma complimenti al nostro Berset, ancora a sottomettersi e genuflettersi al "fenomeno" di Kiev !!

TheQueen 3 mesi fa su tio
Risposta a Libero&Svizzero
Nessuno invece si genuflette al mostro del cremlino, tranne tu e qualche altro senza 🎱del forum

WhatwrongCH 3 mesi fa su tio
Risposta a Libero&Svizzero
Purtroppo è proprio cosi, non solo Kiev….US compresa.

Sciguetto 3 mesi fa su tio
L’ultima trovata del guitto ucraino… 😂😂😂

Mar963 3 mesi fa su tio
Senza calcolare tutti quelli che sono qua con i macchinoni... Adesso hanno pure imparato a intestati a altri e così prendono gli aiuti con le nostre tasse....

Mar963 3 mesi fa su tio
Basta noi sempre a pagare e berset va a farsi bello, bello fare il diverso col sedere degli altri

Simo22 3 mesi fa su tio
A loro regalano milioni di veicoli, a me invece tassano i veicoli come sostanza nelle imposte. E i nostri anziani in AVS non meritano la 13ima. Mi vergogno della mia nazione come mai prima.

MrBlack 3 mesi fa su tio
Risposta a Simo22
Ma povero ciccino. Già fortunati loro che sono in guerra e tu invece devi soffrire pagando le tasse. Che mondo ingiusto. Dai magari un giorno anche tu potrai svegliarti con un miss ile in testa e potrai finalmente saltare (in aria) di gioia. Che tristezza dover leggere certi commenti…

Gemelli57 3 mesi fa su tio
Risposta a MrBlack
👍👍👍👏 Il bello e' che non si vergognano di quanto dicono. Solidarieta' questa sconosciuta.

Libero&Svizzero 3 mesi fa su tio
Risposta a MrBlack
Hanno iniziato loro nel Donbass.. e chi semina vento 😉

Keope1963 3 mesi fa su tio
Risposta a MrBlack
Esatto 👏👍

Keope1963 3 mesi fa su tio
Risposta a Libero&Svizzero
Se veramente molto fuori strada!

TheQueen 3 mesi fa su tio
Risposta a Libero&Svizzero
Tu hai letto un po’ troppi canali telegram del cremlino mi sa

Sig der sauer 3 mesi fa su tio
Risposta a Libero&Svizzero
Libero&Svizzero, in verità no! Il tutto è iniziato già prima con la Crimea che qualcuno ha pensato bene di annettersi arbitrariamente!

medioman 3 mesi fa su tio
Risposta a Gemelli57
Quanta solidarietà hai fatto con i palestinesi?

Libero&Svizzero 3 mesi fa su tio
Risposta a medioman
Esatto!! ma qui le cose vanno a senso unico, supportare il regime di Kiev e solidarizzare con in Sionisti!! "From the land to the sea Palestine will be free" 🇵🇸

Bigman2 3 mesi fa su tio
Già... poi il popolo indigeno può anche avere mille difficoltà che è irrilevante ai fini dell'apparire e della "democrazia diretta" (che per fortuna non è inversa)... Barra a dritta e avanti tutta

Gemello 3 mesi fa su tio
Per loro i soldi ci sono sempre ma per il popolo svizzero difficile trovarli ci spennano sempre di più vergogna!!

curiuus 3 mesi fa su tio
Chissà che l'allarme missili non ci abbia fatto risparmiare un sacco di soldi.... 🤣🤣🤣

Libero&Svizzero 3 mesi fa su tio
Risposta a curiuus
🤣🤣🤣

Dex 3 mesi fa su tio
Viaggio d’affari

Pensopositivo 3 mesi fa su tio
Bravo, bisogna difendere le democrazie dagli aggressori.

CV 3 mesi fa su tio
Risposta a Pensopositivo
Ma di che democrazia parliamo Il pagliaccio per 8 anni uccideva la gente tra l'altro Ucraini ne Dombas e adesso parla di democrazia. Premetto che non sono d'accordo con attacco di Russia ma aiutare a lungo termine quella gente e solo buttare via i soldi.

Marco2023 3 mesi fa su tio
Risposta a CV
d' accordissimo...bisognerebbe solo dare una definizione di democrazia...e che l' ONU dovrebbe difendere...(secondo me..)

TheQueen 3 mesi fa su tio
Risposta a CV
Ah ecco un altro che ha la veritain tasca. Probabilmente eri esperto anche di covid, adesso di questione palestinese ed in futuro vedremo.

Sig der sauer 3 mesi fa su tio
Risposta a CV
CV, scusa, lo sai almeno che Zelensky è presidente solo dal 2019? 8 anni cosa…! Da questo si capisce quanto non sai!

brumawe1 3 mesi fa su tio
come gettare i nostri soldi..🤮🤮🤮

Keope1963 3 mesi fa su tio
Risposta a brumawe1
La diplomazia ha un costo, prendere posizione e schierarsi anche, non farlo può costare molto più caro! Al di là dei costi il discorso è etico/morale. Vogliamo. Era mente lasciare campo libero ai tiranni?

WhatwrongCH 3 mesi fa su tio
Risposta a brumawe1
Bruma: hai ragione, è un brutto garbuglio.

Rosso Blu 3 mesi fa su tio
Risposta a brumawe1
Già! Gettare i nostri soldi e mantenerli per più di 2 anni. Fa solo rabbia e siamo stufi

Dex 3 mesi fa su tio
Risposta a Rosso Blu
Fai a qualcosa! Invece di reclamare e basta. Ganasa

WhatwrongCH 3 mesi fa su tio
Risposta a Rosso Blu
I miliardi che buttiamo via, ma sai quanti? Non mi identifico più nella svizzera.

TheQueen 3 mesi fa su tio
Risposta a WhatwrongCH
Allora levati dalle 🎱, vai a mosca ti aspettano

Marcello detto Marcello 3 mesi fa su tio
Risposta a TheQueen
Potresti andare anche tu no? Le brigate internazionali non ti direbbero di no... sentiamo la tua scusa per non andare...

WhatwrongCH 3 mesi fa su tio
Risposta a TheQueen
TheQueen: Buona parte degli Svizzeri ( a conferma di ciò si guardi quali siano i partiti maggioritari in Svizzera) avrebbero piacere ad una politica capace di gestire guerre, migrazioni, richiedenti l’asilo e quant’altro senza minare la neutralità storica di cui godiamo e quantomeno la solidarietà di cui siamo capaci ma pur sempre con rispetto dei contribuenti perché i soldi vengono da loro. Semplice.
NOTIZIE PIÙ LETTE