Cerca e trova immobili

SVIZZERA«I test Covid gratis solo fino a marzo 2023. Poi paghi il paziente»

04.11.22 - 14:21
È la richiesta avanzata dalla Commissione della sicurezza sociale e della sanità del Consiglio degli Stati
Archivio Keystone
«I test Covid gratis solo fino a marzo 2023. Poi paghi il paziente»
È la richiesta avanzata dalla Commissione della sicurezza sociale e della sanità del Consiglio degli Stati

BERNA - La Confederazione dovrà continuare a sostenere i costi dei test per il coronavirus solo fino alla fine di marzo 2023. È l'opinione della Commissione della sicurezza sociale e della sanità del Consiglio degli Stati (CSSS-S), che su questo punto si discosta dal Consiglio Nazionale.

La legge Covid-19, in vigore da quasi due anni, scade il 31 dicembre 2022. La situazione epidemiologica si è stabilizzata, ma il virus non è scomparso. Il Consiglio federale vuole quindi mantenere alcune disposizioni al di là della fine di quest'anno, estendendoli ai prossimi due inverni.

La CSSS-S segue in linea di massima la proposta governativa, ma propone un'alternativa per quanto riguarda il rimborso dei test di screening. Fino al 31 marzo essi saranno di competenza della Confederazione, poi dal primo aprile del prossimo anno saranno a carico dei pazienti stessi e non dei Cantoni, come previsto dal Consiglio federale.

La decisione è stata presa con 6 voti contro 5, precisano oggi i servizi del Parlamento in una nota. Il Consiglio nazionale intendeva mantenere l'attuale ripartizione delle responsabilità fino alla fine di giugno 2024.

COMMENTI
 

Tracy 1 anno fa su tio
lo dico prima se no la lungimiranza di Mina mi anticipa!! sono anche Bea che commenta su TN, cui invece si può commentare e mi fa piacere, Tracy perché si continua o meglio si riparte. Finalmente le verità sulla gestione Covid cominciano a venire a galla e mi fa piacere che molti di noi avevamo capito che qualcosa non quadra. Un bel articolo su quello che ha fatto la Signora Von der leyen farà sicuramente riflettere i ben-pensanti. https://www.lecodelsud.it/gestione-covid-dal-caso-von-der-leyen-pfizer-alla-commissione-d-inchiesta-in-italia-sui-metodi-utilizzati

MissKirova 1 anno fa su tio
Risposta a Tracy
Brava,ora torna a navigare nell’ ignoranza!

Tracy 1 anno fa su tio
Risposta a MissKirova
MissKirova, ti auguro con tutto il cuore di potere ridere ancora in futuro. Nel frattempo studia che ti farà bene😉

Lorenzo62 1 anno fa su tio
"La situazione epidemiologica si è stabilizzata, ma il virus non è scomparso'. E MAI scomparirà, pertanto viviamo sereni e chi è soggetto sensibile si protegga. Fine

Nina 1 anno fa su tio
Risposta a Lorenzo62
👍

Lukystrike 1 anno fa su tio
certo ecco il modo migliore per far si che nessuno si testi più

Nina 1 anno fa su tio
Risposta a Lukystrike
vedremo .....fino a marzo 2023

Nina 1 anno fa su tio
ottimo ! risparmieremo sui costi della salute 😊

andrea28 1 anno fa su tio
I test non sono mai serviti a nulla visto che gli scienziati hanno confermato che solo 1 positivo su 4 mostrava sintomi, gli altri 3 giravano per il paese senza nemmeno sapere di essere contagiati. Ma tant'è continuiamo a buttare milioni dalla finestra.

Nina 1 anno fa su tio
Risposta a andrea28
....ma smettila di scrivere falsità 😒.....dimostralo !!

Princi 1 anno fa su tio
Risposta a andrea28
concordo hanno solo riempito le tasche di case farmaceutiche e medici

Tracy 1 anno fa su tio
Risposta a andrea28
@andrea28, ci sono stati dei test falsificati ed è vero, non solo in Italia ma in Francia, Germania. Una cosa è chiara oggi che il vaccino non impedisce la contagione e nemmeno tra i vaccinati. Si tratta ora di vedere cosa verrà fuori dall'inchiesta in corso. Pertanto è già sotto pressione la Von Der Leyen.

MissKirova 1 anno fa su tio
Risposta a andrea28
Novax ignoranti funzionali at work!!😂

Tracy 1 anno fa su tio
Risposta a MissKirova
MissKirova, ti auguro con tutto il cuore di potere ridere ancora tra 15/20 anni. Nel frattempo studia che ti farà bene😉

Nina 1 anno fa su tio
Risposta a Princi
sciocchezze , hanno permesso di arginare l'epidemia
NOTIZIE PIÙ LETTE