Immobili
Veicoli

BERNABerna potrebbe aumentare la collaborazione con la NATO

24.05.22 - 15:11
Una forte partnership sarà mantenuta anche con l'adesione di Finlandia e Svezia.
keystone
BERNA
24.05.22 - 15:11
Berna potrebbe aumentare la collaborazione con la NATO
Una forte partnership sarà mantenuta anche con l'adesione di Finlandia e Svezia.
Lo ha assicurato la consigliera federale Viola Amherd in un incontro con il segretario generale dell'Alleanza atlantica.

BERNA - La Svizzera e la NATO potrebbero rafforzare la loro cooperazione. Incontrando oggi la consigliera federale Viola Amherd, il segretario generale dell'Alleanza atlantica ha detto che una forte partnership con Berna sarà mantenuta anche con l'adesione di Finlandia e Svezia.

Il norvegese si è detto «aperto» a una relazione più stretta, ha detto Amherd a Keystone-ATS a Davos (GR) a margine del Forum economico mondiale (WEF). L'iniziativa deve però venire dalla Svizzera. «Stiamo studiando la questione» ha aggiunto la titolare del Dipartimento della difesa (DDPS). Un rapporto in materia è atteso per ottobre. Tra le possibilità, potrebbero esserci esercitazioni comuni supplementari.

D'altra parte, l'adesione non è chiaramente un'opzione, così come la possibilità di consegnare armi o munizioni che sarebbero poi utilizzate in un conflitto, come vorrebbe fare la Germania con Ucraina.

La Svizzera fa parte del Partenariato per la pace della NATO. Se Finlandia e Svezia diventassero membri dell'Alleanza atlantica lascerebbero questo dispositivo. Ahmerd non nasconde di essere preoccupata da ciò. Ma Stoltenberg «mi ha rassicurato» su questo punto, ha aggiunto.

Il prossimo vertice della NATO si svolgerà alla fine di giugno a Madrid. La possibilità che la Svizzera venga invitata non è stata discussa, precisato la consigliera federale.

COMMENTI
 
S.S.88 1 mese fa su tio
Votare le cose importanti no???
S.S.88 1 mese fa su tio
Ma siamo fuori??? No comment
OrsoTI 1 mese fa su tio
Come se la svizzera fosse invincibile nel mondo. No collaborazioni esterne, no ue, no nato, no tutto…. Ma davvero pensate che siamo l’eden del mondo?:) se vogliono ci schiacciano solo schioccando le dita. Fisicamente ed economicamente. Se solo ue mettesse i dazi ai prodotti svizzeri, faremmo default in pochi mesi. Non siamo in europa, potrebbero metterci i dazi in ogni momento facendo alzare il Prezzo svizzero dei prodotti del 20%. Poi quando le fabbriche chiuderanno….. pregherete l’ue di accoglierci! Pensateci bene prima di parlare
RV50 1 mese fa su tio
Non è che noi siamo invincibili ... ma da quanto mi risulta UE ci prende per Paperon di Paperon paghiamo" ricatti" democratici per poter essere indipendenti , ma in compenso non otteniamo nulla o poco ... esempio intermodale Milanese si può fare se la Svizzera sborsa 80.000.000 come partecipazione ... la nostra Alp transit c'é se l'abbiamo costruita con i nostri soldi e non quelli degli altri stati confinanti Italia e Germania quindi é ora di smetterla che qualche politico di poco conto insista per entrare in UE visto anche il fallimento europeo ... il popolo ha deciso il popolo conta ancora o andiamo a votare per perditempo ... e se non ti sta bene questa scelta puoi andartene
Esse 1 mese fa su tio
Nemmeno nel 39, quando li sí che si schiacciavano nazioni con le dita, eravamo parte di chissà quale coalizione
Mattiatr 1 mese fa su tio
La neutralità giova alla stabilità di un paese, piuttosto volerci allineare a un ''fronte'' ci porta automaticamente contro l'altro, il ché vuol dire guerra (cosa alla quale la NATO ha partecipato negli ultimi decenni). Il nostro esercito non può permettersi una guerra, per il semplice fatto che è pensato per la difesa dei confini e che la milizia non è idonea a operazioni tattiche, per non parlare del fatto che semplicemente nessuno ci vuole andare (a meno che tu sei disposto a prendere il fucile ed andare).¶ Distruggere l'industria di una nazione per poi annetterla all'UE è pressoché folle, hanno già le loro grane con vari paesi dell'est. Ovviamente l'Unione Europea ha tutto l'interesse in un inserimento della Svizzera fra i suoi ranghi, il nostro capitale umano è di alto valore, come i servizi e beni da noi prodotti, difatti lo si nota dai toni aggressivi della classe politica quando si parla di trattati (vedi reazioni alla caduta del quadro e dalle rimostranze del parlamento a concedere il secondo miliardo di coesione, somma che nemmeno siamo tenuti a pagare, il ché mostra molto chiaramente che all'unione ricevere soldi non basta). Il problema è semplice, il nostro sistema politico si adatta poco a quello europeo e semplicemente non ci conviene aderire. Il problema è che ora la Svizzera ha voluto infrangere la tradizione neutrale per applicare sanzioni alla Russia, quindi non possiamo prevedere gli sviluppi futuri (notare tra l'altro che nemmeno dopo un mese dall'introduzione delle sanzioni, sono già girati commenti inopportuni da uffici statunitensi riguardo un nostro sostegno alla Russia per aggirare le sanzioni, il ché denota una scarsa considerazione degli americani nei confronti di nazioni terze, trattamenti simili anche verso gli stessi membri nato, il ché a mio parere non è ottimale).
Eli 1 mese fa su tio
Ma si vota per qualsiasi cosa..per queste cose non si vota mai?!
Fkevin 1 mese fa su tio
Che schifo. Spero mai
Ala 1 mese fa su tio
Sette nani sempre più pagliacci. Subito una raccolta di firme per frenare questa inutile e servile deriva americanista (pure quella europeista)
RV50 1 mese fa su tio
Per favore non andiamo a cercare rogne che nel mondo c'è ne sono gia in giro troppe .... stiamo nel nostro campicello e cerchiamo di non farci coinvolgere ulteriormente ne dalla Nato ne dall' UE
NOTIZIE PIÙ LETTE
ULTIME NOTIZIE SVIZZERA