Immobili
Veicoli

SVIZZERATeenager attaccati allo smartphone settanta ore alla settimana

01.02.22 - 06:00
Anche a causa della pandemia, i giovani passano sempre più tempo davanti al display. Ecco come uscirne
Imago
Fonte 20 Minuten
Teenager attaccati allo smartphone settanta ore alla settimana
Anche a causa della pandemia, i giovani passano sempre più tempo davanti al display. Ecco come uscirne

ZURIGO - «La mia figlia di diciassette anni a volte guarda Netflix anche mentre fa i compiti». Così un padre preoccupato, che negli ultimi tempi ha notato che le sue due figlie sono sempre più spesso attaccate allo smartphone. Non solo per Netflix, ma anche Instagram e Tiktok, per citare solo alcune delle app più diffuse. Una situazione, questa, che non si verifica solo nella famiglia in questione.

Negli Stati Uniti, per esempio, durante la pandemia il tempo che i ragazzi passano col telefonino è infatti raddoppiato, come emerso da un recente studio pubblicato sul periodico Jama Pediatrics. I giovani di età compresa tra i dieci e i quattordici anni trascorrono ogni giorno otto ore col dispositivo tra le mani. In precedenza erano quattro.

Il fenomeno si riscontra pure in Svizzera, conferma Joachim Zahn, pedagogo mediale di Zischtig.ch. Anche da noi il motivo è da ricondurre alla pandemia. Per svariati mesi i giovani hanno dovuto rinunciare agli amici o alle loro passioni, e si sono affidati al telefonino. E ora sono molti i genitori preoccupati e in cerca di aiuto. «C'è chi si chiede se vada bene che i propri figli trascorrano settanta ore alla settimana attaccati allo smartphone» osserva l'esperto.

Concentrazione a rischio - Molti giovani utilizzano il proprio dispositivo per riprodurre un rumore di sottofondo mentre fanno i compiti. Per esempio con Netflix o della musica. Altri usano invece il telefonino come sfogo, per scacciare sentimenti spiacevoli o calmarsi. Ma prendendolo in mano anche soltanto per un attimo, la concentrazione viene a mancare. «E ci vogliono poi dai dieci ai venti minuti per ritrovarla».

Come smettere? - Come uscirne? Zahn consiglia innanzitutto di andare alla scoperta di nuove attività da svolgere senza lo smartphone. Ma se proprio non si riesce a farne a meno, l'esperto suggerisce altri stratagemmi. Non si tratta per forza di cancellare delle app, ma piuttosto di disattivare il maggior numero possibile di notifiche push e ordinare le applicazioni in cartelle. «Un adesivo con la scritta “Stop” sul dispositivo potrebbe anche aiutare a pensarci due volte prima di prenderlo in mano» conclude Zahn.

NOTIZIE PIÙ LETTE
ULTIME NOTIZIE SVIZZERA