Tamedia
SVIZZERA
23.11.2021 - 14:100

«Mantenere il “3G” per gli eventi»

Lo chiedono gli organizzatori: «La strategia è consolidata e funziona bene»

BERNA - Gli organizzatori di eventi vogliono che la Confederazione continui a seguire la cosiddetta strategia delle “3G”, ovvero a prevedere un pass sanitario che permetta di accedere alle manifestazioni alle persone vaccinate, guarite o testate. Inoltre, il settore auspica che Berna torni a farsi carico del costo dei tamponi del Covid-19.

In un comunicato diffuso oggi, viene fatto notare che l'organizzazione di eventi è un esempio di applicazione positiva delle misure “3G” (dal tedesco "geimpft" per vaccinati, "genesen" per guariti e "getestet" per testati) su grande scala. Secondo il ramo, tale strategia è infatti «consolidata, funziona bene» e permette alla società di «partecipare di nuovo alla vita economica e culturale».

Per di più, il dispositivo “3G” consente al settore di sopravvivere. La possibilità di allestire eventi, fiere o congressi è in effetti essenziale. Nuovi rigidi provvedimenti, sotto forma di divieti o restrizioni, «stroncherebbero sul nascere le attività economiche in fase di rilancio», portando a una situazione che «non potrebbe più essere assorbita», si legge nella nota dell'alleanza che riunisce le associazioni attive in questo ambito.

Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-12-07 19:35:46 | 91.208.130.85