20min / Michael Scherrer
ZURIGO
04.07.2021 - 18:000
Aggiornamento : 20:02

Gli autotest gratuiti sono disponibili solo per i non vaccinati

Coloro che sono completamente vaccinati non possono più riceverli. Così ha deciso l'UFSP.

Chi ha ricevuto entrambe le dosi, però, rischia di sentirsi discriminato. E nemmeno i farmacisti sembrano essere contenti di questa nuova regolamentazione.

ZURIGO - NB*, recentemente, ha voluto ritirare i suoi cinque autotest in farmacia, proprio come ogni mese. Alla cassa la sorpresa: «Mi hanno detto che erano gratuiti solo per i non vaccinati. Per le persone vaccinate, i costi sono stati segretamente fissati a 60 franchi per cinque test», spiega la 32enne a 20 Minuten.

Questo cambiamento la infastidisce: «Ho ricevuto le due dosi, ma per motivi di sicurezza vorrei farmi testare ancora. Anche perché potrei comunque contrarre e trasmettere il virus».

La donna, che ritiene ci sia stata una comunicazione carente, si sente presa in giro dal Governo federale: «Tutto ciò non ha alcun senso. Lavoro in ambito sanitario con pazienti che non sempre obbediscono alle regole e che a volte vengono in terapia quando sono malati. Non sempre te ne accorgi subito e la mia unica salvezza è quella di potermi testare dopo situazioni del genere». Proprio per questo l'operatrice sanitaria non riesce a capire come mai ora debba pagare di tasca propria per farlo.

Secondo B, ciò potrebbe persino portare a rinunciare alla vaccinazione: «In modo da poter continuare ad avere test gratuiti».

«Le persone vaccinate sono discriminate» - Anche la lettrice MS* non comprende le nuove regole: «Lavoro nel commercio al dettaglio, ho molti contatti con i clienti. Presto terremo una festa con tutto lo staff e, sebbene io sia completamente vaccinata, non si può escludere che possa contrarre il virus. Per proteggere gli altri, vorrei quindi potermi testare dopo la festa. Voglio fare la mia parte, ma in questo modo vengo discriminata. Non è giusto».

«I clienti sono infastiditi» - Lukas Korner, della farmacia di Gränichen, conferma: «Giovedì scorso abbiamo ricevuto un'e-mail dall'associazione di categoria pharmaSuisse. Diceva questo: "Gli autotest per vaccinati e chi ha contratto il virus non saranno più gratuiti da sabato"». Ciò ha creato confusione: «Per esempio, non si spiega chi si ritiene ancora guarito. È qualcuno che ha contratto il virus anche 12 mesi fa?».

Il cambiamento delle regole sta causando nervosismo anche tra i clienti: «Molti sono infastiditi dal fatto che ora devono pagarsi i test. Dobbiamo quindi spiegare loro che questa è una decisione dell'UFSP ».

«Chi è vaccinato non ha bisogno dell'autotest» - Contattato, l'Ufficio federale della sanità pubblica conferma che solo coloro che non sono stati vaccinati possono ottenere autotest gratuiti: «Per le persone completamente vaccinate e guarite, il test è raccomandato solo quando ci sono sintomi e dopo il contatto con casi positivi. In questi casi, tuttavia, gli autotest non sono molto sensibili e raccomandiamo un test PCR», afferma la portavoce Simone Buchmann. «In ogni caso - conclude l'UFSP (che non risponde alla domanda se abbia senso proteggere gli altri a testarsi nonostante la vaccinazione) -, chi è vaccinato ha un livello di protezione molto alto».

* Nome noto all'editore

Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-10-28 19:38:31 | 91.208.130.85