Foto 20min
Florence Bernhard
SVIZZERA
26.06.2021 - 21:030
Aggiornamento : 23:39

«Il giorno dopo la vaccinazione, ho iniziato a respirare meglio»

Il Covid "lungo" è poco conosciuto, così come le possibili terapie. Il racconto di due malate

Dopo la seconda dose di Pfizer e Moderna, Claudia Jäggi e Florence Bernhard hanno avuto «notevoli miglioramenti». Ecco le loro testimonianze

Fonte 20 Minuten / Carla Pfister
elaborata da Davide Illarietti
Giornalista

BERNA - Mal di testa, mancanza di respiro, spossatezza, depressione: i pazienti affetti dal "Covid lungo" spesso soffrono di sintomi per mesi dopo la malattia. Secondo un recente studio, su un campione di 812 pazienti guariti dal Covid il 61 per cento ha sofferto di effetti a lungo termine. Le conseguenze di un'infezione da coronavirus sono state finora poco studiate e le possibilità di una cura sono sconosciute.
 
La rete britannica "LongCovidSOS" ha intervistato 812 persone colpite tramite i social media: il 57,7% degli intervistati ha dichiarato di aver riscontrato un notevole miglioramento dei sintomi dopo la prima vaccinazione. I vaccini mRNA come Moderna e Pfizer-Biontech hanno mostrato i migliori risultati.

La vaccinazione di Pfizer-Biontech ha funzionato anche con Claudia Jäggi. La maestra di Winterthur si è ammalata nella prima ondata a marzo 2020 con decorso moderato. «Avevo un'infiammazione ai polmoni e una forte tosse. In certi momenti non prendevo abbastanza aria» dice la maestra. «Circa un mese dopo stavo pedalando lungo un rettilineo. Sono quasi caduta dalla bici». La debolezza e il dolore muscolare permanente sono diventati sempre più marcati.

Alla fine di aprile, Jäggi ha potuto registrarsi per il primo appuntamento per la vaccinazione. «Il primo giorno della vaccinazione ho notato che avevo meno problemi a respirare. I focolai di infiammazione nei miei muscoli, che erano stati rilevati anche dalla risonanza magnetica, erano scomparsi». Dopo la seconda vaccinazione, i suoi sintomi sono diminuiti di nuovo. Ancora oggi Jäggi si stanca più in fretta di prima della malattia, ma è molto felice del miglioramento.

Il coronavirus ha colpito duramente anche Florence Bernhard. La 46enne ha contratto l'infezione a novembre e ha avuto un decorso grave. «Ho avuto quasi tutti i sintomi ed erano molto pronunciati. Anche la mia capacità di pensare è stata gravemente indebolita», afferma la libera professionista. Dato che in precedenza era stata molto sportiva e in salute, nessuno si sarebbe aspettato da lei un percorso così difficile. 

Dopo due mesi, il medico le ha finalmente diagnosticato il Long Covid e l'ha indirizzata a una clinica di riabilitazione. «Poi è arrivata la prima vaccinazione» racconta Bernhard, che ha ricevuto il vaccino Moderna. «Ho avuto gravi effetti collaterali e ansia perché sembrava che tutto stesse ricominciando da capo». 

«Ho avuto gli stessi gravi effetti collaterali con la seconda vaccinazione. Ma i miglioramenti successivi sono stati sorprendenti», afferma Bernhard. Una settimana dopo la seconda dose, ha dovuto fare una presentazione davanti a un'aula piena di studenti: «Pensavo che non sarei mai stata in grado di farlo. Ma quando mi sono svegliata la mattina, la mia nebbia cerebrale era sparita per la prima volta dopo la vaccinazione. Mi sono sentita di nuovo lucida». Ha tenuto una conferenza di tre ore e in seguito ha affrontato una discussione con gli studenti. «Non mi sarei mai immaginata di riuscire a farlo, prima».

Foto 20min
Guarda le 2 immagini
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-09-27 03:34:49 | 91.208.130.86