Keystone
SVIZZERA
16.05.2021 - 11:490

Positivi anche dopo il vaccino, 129 in Svizzera

Per l'UFSP questo numero sarebbe in parte imputabile all'efficacia non totale dei preparati.

Rilevati in una casa di cura di Zurigo 18 infetti vaccinati, di cui 7 avrebbero subito un decorso grave della malattia.

BERNA - Sono quasi 1,2 milioni gli svizzeri che, stando ai dati di venerdì scorso, hanno già ricevuto due dosi del vaccino contro il Covid-19. Secondo una portavoce dell’Ufficio federale della sanità pubblica, 129 di loro hanno contratto il virus due settimane dopo la seconda iniezione. Lo riporta il domenicale NZZ am Sonntag. 

Le spiegazioni - Le ragioni, secondo l’UFSP, sarebbero tre: In primo luogo, i due vaccini autorizzati in Svizzera, prodotti dalle case farmaceutiche Pfizer/Biontech e Moderna, non sono efficaci al 100%, ma rispettivamente al 95 e al 94%. Inoltre, alcuni studi sembrano indicare che «con l'età l'efficacia del vaccino può diminuire». L'arrivo nel Paese di molteplici varianti del virus, spesso più contagiose e pericolose, giocherebbe infine un suo ruolo. 

Il caso - Secondo il domenicale, in una casa di cura di Zurigo 18 persone avrebbero contratto la malattia nonostante la vaccinazione, di cui 7 in forma grave. Si tratterebbe di un’eccezione, spiega Gabriela Bieri-Brüning, direttore medico dei Servizi geriatrici della città di Zurigo, confermando il caso. Uno studio israeliano comproverebbe che la protezione del vaccino è superiore al 94% anche tra coloro che hanno più di 85 anni. La sua efficacia nel scongiurare un decorso grave della malattia si eleverebbe inoltre al 97%. 

Statistiche non esaustive - Sapendo che 1,2 milioni di persone sono già state completamente vaccinate in Svizzera, riporta NZZ am Sonntag, la percentuale di efficacia risulterebbe in 1,15 milioni di persone immuni e in 50’000 che non lo sarebbero. Ed effettivamente questa cifra è di gran lunga superiore ai 129 casi segnalati dall'Ufficio federale della sanità pubblica, perché questo 5% non verrà automaticamente infettato. La proporzione che lo sarà dipende dalle probabilità di imbattersi in una persona infetta e contagiosa. Si parla dunque in questo senso di rischio relativo. 

Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-06-19 14:42:56 | 91.208.130.87