tipress
SVIZZERA
17.02.2021 - 19:520

«Mancano protezioni per i redditi bassi»

L'Unione sindacale svizzera accoglie con favore gli aiuti economici annunciati oggi, ma sottolinea delle carenze

BERNA - L'Unione sindacale svizzera (USS) accoglie positivamente la proroga da parte del Consiglio federale di alcune misure di sostegno per limitare la perdita di posti di lavoro e il potere d'acquisto. Nota però che, malgrado persistano molte restrizioni, il Governo non abbia proposto oggi né la proroga della copertura al 100% del salario in caso di disoccupazione parziale per le persone a basso reddito né misure per migliorare l'accessibilità agli aiuti.

In una nota, l'USS definisce incomprensibile questo modo di agire. L'attività di molte industrie continuerà ad essere ridotta e la copertura al 100% dovrebbe addirittura essere estesa, dato che attualmente riguarda solo pochissimi dipendenti in fondo alla scala salariale, prosegue l'unione sindacale, chiedendo che in tutti i settori il ritmo del versamento degli aiuti sia accelerato.

Per la cultura è essenziale che gli aiuti siano semplificati e rafforzati a partire da marzo. L'USS chiede anche che le misure di stabilizzazione economica e sociale siano sincronizzate con le restrizioni legate alla pandemia, cosa che quanto annunciato dal Consiglio federale non garantisce a sufficienza, prosegue il comunicato.

Strategia d'uscita

L'USS accoglie favorevolmente che il Consiglio federale stia iniziando a stabilire i primi elementi di una strategia d'uscita dalla crisi. Tuttavia, secondo l'USS, la sua realizzazione implica un'attuazione efficace delle misure di protezione della salute sul luogo di lavoro anche in futuro. Ciò, spiega l'organizzazione, per salvaguardare i lavoratori particolarmente vulnerabili e a rischio.

Tutte le aziende dovranno dunque disporre di un piano di protezione, comprese quelle che non hanno un contatto diretto con la clientela. Inoltre, conclude, si devono finalmente prendere misure per permettere il rispetto delle quarantene, soprattutto nelle istituzioni sanitarie. Nel sistema sanitario in generale, l'USS si aspetta che le nuove capacità create negli ultimi mesi siano mantenute e che ne vengano create di nuove.

Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-12-02 07:35:40 | 91.208.130.86