Cerca e trova immobili

SVIZZERASempre meno casi, ma il tasso di riproduzione cresce, perché?

02.02.21 - 15:55
Da giorni la curva epidemiologica in Svizzera è in calo. Tuttavia, e nonostante il lockdown, il cosiddetto Rt sale.
Keystone
Fonte 20Minuten/Bettina Zanni
Sempre meno casi, ma il tasso di riproduzione cresce, perché?
Da giorni la curva epidemiologica in Svizzera è in calo. Tuttavia, e nonostante il lockdown, il cosiddetto Rt sale.
Per gli esperti questo è dovuto a un rallentamento del calo dei contagi. Il margine d'errore di questo valore, che rappresenta una stima, è inoltre elevato.

BERNA - La chiusura di bar, ristoranti e negozi "non essenziali" sta contribuendo a tenere sotto controllo il coronavirus. Il numero di nuove infezioni giornaliere è in costante calo dall'inizio dell'anno. Ieri, l'Ufficio federale della sanità pubblica (UFSP) ha segnalato 3'775 contagi avvenuti durante il weekend. Lunedì scorso erano 4'320, quello prima 4'703, l'11 gennaio erano 6'523, il 4 gennaio 9'665. Anche il numero di ricoveri ospedalieri e decessi è in netto calo.

Tuttavia, c'è una controtendenza se si guarda al numero di riproduzioni, il cosiddetto valore Rt: tra l'8 e il 22 gennaio è passato da 0,84 a 0,98. Ciò significa che 100 persone non ne infettano più 84, ma 98. L'ultimo valore così alto è stato registrato il 21 dicembre, quando i negozi non erano chiusi.

Prima un forte calo, poi più moderato - «Il valore Rt, che rappresenta una stima, è aumentato perché la diminuzione del numero giornaliero di casi è rallentata», afferma Richard Neher, epidemiologo dell'Università di Basilea e membro della task force Covid-19. Nelle prime due settimane di gennaio il numero di nuovi contagi è diminuito drasticamente, mentre nella terza settimana è diminuito ma in modo meno marcato.

Ampio margine d'errore - Neher non esclude che il valore Rt continuerà a salire nei prossimi giorni. «Anche la scorsa settimana la diminuzione del numero di casi confermati è rallentata rispetto alla settimana precedente». Tuttavia, al tasso di riproduzione del virus non andrebbe dato troppo peso. «Il margine d'errore è relativamente ampio, sono possibili tutti i valori compresi tra 0,85 e 1,12».

Che ruolo giocano le mutazioni? - Secondo Neher, non si può presumere che la mutazione britannica più contagiosa aumenterà il valore Rt. «Le infezioni con questa variante non si verificano ancora abbastanza frequentemente in tutta la Svizzera per avere un impatto importante sul numero di riproduzioni». Un'affermazione confermata anche da Tanja Stadler, che calcola regolarmente il tasso di riproduzione. «Poiché la percentuale d'infezioni causate dalla nuova variante è attualmente ancora intorno al 10%, il valore Rt è ancora dominato dalla variante tradizionale», afferma la professoressa dell'ETH e membro della task force Covid 19.

Il virus britannico raddoppia - Tanja Stadler osserva poi che il numero d'infezioni che riguardano il virus britannico è raddoppiato ogni settimana. «Da 700 casi nella seconda settimana di gennaio a 1.300 nella terza», dice. Solo nei prossimi giorni si potrà verificare se le nuove misure introdotte il 18 gennaio hanno avuto l'effetto desiderato. «Se la tendenza attuale verrà confermata, la nuova variante sarà dominante fra tre settimane», mette dal canto suo in guardia Richard Neher.

COMMENTI
 

Volpino. 3 anni fa su tio
In dicembre i casi nel Regno Unito erano aumentati del 50% in una sola settimana!

Diablo 3 anni fa su tio
Non capisco l'uso di questa foto di chi pratica sci di fondo....avete bisogno di scaricare ora li la colpa ?

pillola rossa 3 anni fa su tio
Risposta a Diablo
Ahahaha, ma veramente!

Volpino. 3 anni fa su tio
Nel Regno Unito in dicembre i casi erano aumentati del 50% in una sola settimana, meglio correre ai ripari mantenendo le misure attuali.

Diablo 3 anni fa su tio
Perche viene messa una foto di un luogo dove si pratica sci di fondo ? dovete trovare qualcuno su cui sfogare il tiro ?

clerm 3 anni fa su tio
Non si capisce più niente con questo marasma di notizie che danno la sensazione di andare verso la strada giusta ma al tempo stesso dicono che va peggio! L'esimio (ed ennesimo) epidemiologo Richard Neher (pieno zeppo di titoloni) parla del valore Rt che sale (per cui sarebbe cosa grave) ma solo perché i casi di Covid sono in diminuzione (per cui sarebbe cosa positiva), per poi aggiungere (dulcis in fundo) che non bisogna dare peso a questo valore Rt. E allora mi domando: ma che bisogno c'è di dare notizie del genere che a mio avviso fanno solo confusione e nient'altro? Non sarebbe meglio che queste notizie se le tenga per se e vengano divulgate solo informazioni che dicono chiaramente se l'andamento é positivo oppure se stiamo andando peggio, senza tante teorie che poi alla fin fine non hanno alcun valore?

Don Quijote 3 anni fa su tio
Perché? Perché le paturnie dei presunti esperti vengono al pettine.

joe69 3 anni fa su tio
Risposta a Don Quijote
Vai tu come esperto... così siamo apposto 😉 bancarotta in un 2 settimane 🤪🤣🤣🙈

Don Quijote 3 anni fa su tio
Risposta a joe69
Non credo, io e altri come me manteniamo tutti questi fuchi statali che, grazie al tessuto di piccole e grandi aziende dove non è permesso sbagliare. Tu mi sembri uno che sposta tutto il giorno scatole di cui non conosce nemmeno il contenuto ...

joe69 3 anni fa su tio
Risposta a Don Quijote
Tu nn mantieni proprio nessuno... fidati...😉 ed il contenuto delle scatole lo conosco meglio di te... ri fidati 😉😂 solo che nn sono un demagogo polulusta come te... ed anche poco umile, uno che pensa sempre di avere ragione e gli altri sono tutti stupidotti.... 😉

egi47 3 anni fa su tio
La chiusura di bar, ristoranti e negozi "non essenziali" sta contribuendo a tenere sotto controllo il coronavirus. Questo é quello che vogliamo e dobbiamo tenere duro, finché non azzeriamo i contagi o non vacciniamo almeno il 70% della popolazione devono restare chiusi.

MrBlack 3 anni fa su tio
Risposta a egi47
70% vaccinaro. Quindi almeno fino ad ottobre se va bene. Ma per curiosità tu stai lavorando o sei a casa sul divano a girare i pollici? ;-)

chris76 3 anni fa su tio
Risposta a egi47
chiuso fino a che non sarà vaccinato il 70% della popolazione? ma ci credi veramente a quello che dici? L'OMS ha detto che se mai si arriverà ad un'immunità di gregge sarà solo nel 2022. e poi chi ha detto che il 70% della popolazione voglia farsi vaccinare?

Gio58 3 anni fa su tio
Risposta a MrBlack
La seconda che hai detto. Egi deve essere del '47, quindi un pensionato.
NOTIZIE PIÙ LETTE