Immobili
Veicoli
keystone
ULTIME NOTIZIE Svizzera
SVIZZERA
42 min
Un registro svizzero degli strascichi
Diversi scienziati invocano uno studio sistematico dei casi di long-Covid. Per capire cosa ci aspetta
CANTONE
2 ore
L'onda d'urto del vulcano è arrivata in Ticino
Tra le 19 e le 21 di ieri i barometri hanno registrato un'oscillazione importante
SVIZZERA
14 ore
«Meglio pensare che siamo tutti già contagiati»
Il governo rinuncia alla strategia dei test? Per l'organizzazione dei laboratori medici, avrebbe senso
SCIAFFUSA
16 ore
«Sua figlia è in pericolo», la truffa telefonica rivolta agli anziani
Mettendo una forte pressione sulla vittima dei falsi poliziotti hanno ottenuto 26'000 franchi
SVIZZERA
16 ore
«Dose booster? I più giovani preferiscono ammalarsi»
La popolazione non a rischio mostra reticenza rispetto alla vaccinazione di richiamo.
BERNA/LUCERNA/SAN GALLO
17 ore
Stazioni sciistiche prese d'assalto
Il sabato soleggiato ha portato numerosissimi appassionati sulle piste, provocando lunghe code.
SVIZZERA
20 ore
Accordi con l'Ue, per l'Alleanza del Centro bisogna agire
L'impasse attuale «minaccia la prosperità del Paese», serve «rapidamente» una strategia del Consiglio federale
SVIZZERA
20 ore
Il Consiglio federale? «Indecisi e assetati di potere, non osano»
Il Presidente dei Verdi, Balthasar Glättli, ha criticato l'inazione del Consiglio federale
SAN GALLO
20 ore
Frena bruscamente, causa un incidente e poi scappa
Il conducente di una Golf ha costretto le auto dietro di lui a frenare, provocando un incidente
SVIZZERA
21 ore
«Né complottista né oppositore, ho solo un'opinione personale»
In un discorso davanti ai delegati dell'UDC nazionale, il Consigliere federale ha parlato della pandemia e di sé
SVIZZERA
23 ore
L'avvertimento di Chiesa: «Una catastrofe energetica»
Il Presidente dell'UDC chiede al Governo di agire immediatamente per evitare «conseguenze devastanti»
ARGOVIA
23 ore
Grazie a Kantos, cinque arresti
Nella notte sono avvenuti due tentativi d'effrazione in due case del Canton Argovia
ZURIGO
14.10.2020 - 06:000
Aggiornamento : 18.10.2020 - 08:30

Svizzeri troppo "deboli". L'esperto: «Ecco come rinforzarvi»

Un buon sistema immunitario può proteggere dal Covid o limitarne la gravità e la durata in caso di malattia.

Un esperto rivela come potenziarlo.

ZURIGO - Stando a recenti dati statistici, il sistema immunitario degli svizzeri non sarebbe nella migliore delle forme. Questo almeno secondo uno studio condotto da medici e ricercatori del PF di Zurigo, delle Università di Zurigo, Losanna e Groningen (NL) nonché esponenti della Società Svizzera di Nutrizione e della Lega polmonare. La ragione è stata rintracciata nella mancanza di vitamine C e D, acidi grassi omega-3, selenio e zinco, nutrienti necessari per il funzionamento ottimale del sistema immunitario. Quest'ultimo, se indebolito, rischia di rendere più facile il lavoro ai virus.

Secondo lo studio, questa "debolezza generalizzata" sarebbe una delle ragioni per cui il tasso di infezione e di morte in Svizzera (non solo per covid) è da due a quattro volte superiore rispetto ai paesi con uno status socioeconomico comparabile.

Signora Bischoff-Ferrari*, come si può compensare la carenza?
«Una dieta equilibrata e sana garantirebbe l'apporto di gran parte dei micronutrienti: frutta e verdura sufficienti e fonti di proteine sane ad ogni pasto, come legumi, noci e pesce. Solo la vitamina D non può essere assorbita a sufficienza attraverso il cibo. Situazione, questa, problematica se parliamo di Covid-19».

Per quale motivo?
«La vitamina D ha ridotto il rischio di infezioni respiratorie secondo ben 25 studi condotti in special modo su persone che ne erano carenti. Secondo un test condotto su 76 pazienti positivi al coronavirus - a cui è stata somministrata vitamina D durante il trattamento -, solo il 2% ha avuto necessità di essere trasferito al reparto di terapia intensiva. Nel gruppo di controllo era del 50 percento».

Da dove prende la vitamina D il corpo?
«La fonte principale è il sole, che scarseggia in inverno. È stato dimostrato che una persona su due ha una carenza di vitamina D. Pertanto dovrebbe essere assunta in modo mirato».

A cosa devi prestare attenzione con gli integratori di vitamina D?
«Solo al dosaggio. Gli adulti dovrebbero consumare 800 UI al giorno».

Come riconosci una carenza nutrizionale?
«Sfortunatamente, ci sono chiari segni clinici sono in caso di gravi carenze. Spesso ci sono sintomi che possono avere molte cause come stanchezza e debolezza. Per quanto riguarda la vitamina C, è sufficiente controllare la dieta: riesco a mangiare cinque porzioni di frutta o verdura al giorno? Gli esami del sangue forniscono informazioni su tutto il resto».

Ci sono persone che hanno un fabbisogno particolarmente elevato di nutrienti?
«Se parliamo di vitamina D e proteine, queste sono maggiormente importanti per gli anziani. Ma anche i fumatori hanno un rischio maggiore di infezioni respiratorie e dovrebbero proteggersi in modo particolare o smettere di fumare immediatamente. Anche l'eccessivo consumo di alcol indebolisce il sistema immunitario».

*Heike Bischoff-Ferrari è coautore dell'articolo e direttore della Geriatrics Clinic presso l'Ospedale universitario di Zurigo, nonché primario della Clinica universitaria presso il Waid and Triemli City Hospital. 

Gli esperti raccomandano come integratori alimentari i nutrienti e i dosaggi riportati di seguito.

Vitamina D: l'integrazione con 2000 UI (50 μg) per persona al giorno riduce, secondo quanto dimostrato, il rischio di contrarre infezioni delle vie respiratorie. Il limite massimo (UL) per la vitamina D è di 4000 UI per persona/giorno.

Vitamina C: integrazione con 200 mg per persona al giorno. La vitamina C svolge un ruolo fondamentale nella riposta immunitaria. Una carenza di questa vitamina aumenta la suscettibilità alle infezioni, come la polmonite. Per la vitamina C non è previsto alcun limite massimo.

Acidi grassi omega-3: integrazione con 500 mg di DHA ed EPA per persona al giorno per ridurre il rischio di infezione. Per l'assunzione di acidi grassi omega-3 non è previsto alcun limite massimo.

Selenio: integrazione con 50 - 100 µg per persona al giorno, in quanto i livelli di selenio nella popolazione svizzera sono in parte bassi come in altri paesi europei. Il limite massimo (UL) per il selenio è di 300 μg per persona/giorno.

Zinco: integrazione con 10 mg per persona al giorno, in quanto i livelli di zinco nella popolazione svizzera sono in parte bassi.

Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2022 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2022-01-16 11:16:25 | 91.208.130.89