Cerca e trova immobili

COPPA SVIZZERALe "squadrette" sono sempre insidiose: «Voglio delle risposte»

18.08.23 - 16:55
Mattia Croci-Torti ha lanciato la sfida di Coppa Svizzera contro il Gunzwil: «Dovremo mantenere un atteggiamento umile».
Freshfocus, archivio
Le "squadrette" sono sempre insidiose: «Voglio delle risposte»
Mattia Croci-Torti ha lanciato la sfida di Coppa Svizzera contro il Gunzwil: «Dovremo mantenere un atteggiamento umile».
Nelle ultime due edizioni il Lugano ha raggiunto la finale di questa competizione, vincendola nel 2022.
CALCIO: Risultati e classifiche

LUGANO - Nella serata di domani il Lugano sarà impegnato sul campo del Gunzwil - formazione di Seconda Lega - per disputare il match valido per i 1/32 di finale di Coppa Svizzera (ore 18).

Nella circostanza mister Croci-Torti farà riposare qualche elemento di punta per vedere all'opera i giocatori che sono finora scesi in campo di meno. «Lukas Mai partirà dal primo minuto e tornerà sul terreno di gioco dopo quattro mesi di assenza. Sappiamo quanto sia importante per la squadra», ha analizzato il Crus nella consueta conferenza stampa pre-partita. «Per lui si tratta di una buona occasione per giocare dall'inizio anche se non ha ancora più di 45' nelle gambe, ma è importante a livello mentale fargli sentire nuovamente il profumo del campo. Per quanto riguarda gli altri volti nuovi ci vuole un po' di pazienza, si stanno pian piano integrando nel gruppo e sicuramente domani avranno il loro spazio. Abbiamo tanta fiducia nei nostri ragazzi e ci torneranno molto utili in questo periodo in cui giocheremo numerose partite. Tra i pali schiererò invece Berbic, che si è reso protagonista di un'ottima preparazione e si è meritato di ricevere questa opportunità. È giusto puntare su un giovane come lui». 

Non saranno invece del match, poiché infortunati, Aliseda, Osigwe, Mahou e Bislimi, con quest'ultimo che è incappato in una tonsillite. «Per vivere una serata tranquilla sarà importante essere concentrati al massimo sin dal primo minuto. Siamo consapevoli che l'avversario è alla portata ma dobbiamo scendere in campo con l'atteggiamento ideale e restare umili. Il nostro percorso di Coppa inizia a Gunzwil e desideriamo partire con il piede giusto. Questi campi sono sempre pieni di piccole trappole dove non dobbiamo cadere. Non possiamo permetterci di offrire il 99%, dovremo dare il 100% come sempre». 

La gara contro i lucernesi sarà un buon banco di prova in vista dell'andata dei playoff di Europa League contro l'Union Saint-Gilloise, in programma giovedì prossimo «È importante che determinati giocatori mettano minuti nelle gambe, soprattutto quelli che sono finora stati impiegati di meno e iniettare loro un po' di fiducia. Delle volte è sufficiente un gol, un bell'assist o un tackle riuscito per riprendere consapevolezza dei propri mezzi. Sarà una sfida molto utile in vista di giovedì prossimo, momento in cui ci giocheremo una bella fetta di stagione. Vogliamo la fase a gironi di Europa League. Praticamente tutti i giocatori della rosa sono già scesi in campo in campionato e domani voglio delle risposte a livello individuale per quanto concerne carattere e atteggiamento. Devono mostrarmi che non vedono l’ora di giocare anche a Bruxelles. Voglio un'attitudine positiva, abbiamo bisogno di tutti».

Sostieni anche tu la Vallemaggia e la Mesolcina.
Entra nel canale WhatsApp di Ticinonline.
COMMENTI
 
NOTIZIE PIÙ LETTE